PDA

Visualizza versione completa : Tecnica decape'



cavallo80
02-01-2012, 16.53.25
Salve a tutti, sto per terminare i miei primi sportelli (con la utilissima combinata f60-150).
Mi piacerebbe tanto utilizzare la tecnica del decapè che sconosco completamente.
Qualcuno sa darmi delle dritte.
Grazie

cavallo80
02-01-2012, 17.23.02
Il legno utilizzato è toulipier.

firfalegno
02-01-2012, 17.46.00
Ciao,

è una tecnica relativamente semplice da realizzare, ed offre una resa estetica molto bella e calda.
In sostanza dai ai mobili appena realizzati, un'aria vissuta.

Il legno utilizzato incide relativamente poco, infatti si presta ad essere realizzata un pò su tutto, anche non mobili.

Ci sono diversi modi per ottenere questo effetto, avendo una moglie apassionata di mobili shabby, mi sono cimentato spesso in questa tecnica.

Di norma il colore finale deve essere molto "morbido" e chiaro, tinte pastello per intenderci, io prediligo il bianco ghiaccio, ma è una cosa puramente soggettiva.

Solitamente procedo in questa maniera:

1. inizio stendendo una mano uniforme di impregnante scuro (tipo tinta noce o anche castagno a base di cera)
2. quando la vernice è ben asciutta frego una candela nei punti che vengono normalmente più logorati dall'usura: bordi, piani di appoggio, spigoli, ecc.
La candela ha lo scopo di fare "scivolare" la tinta finale ed agevolare il lavoro successivo
3. do due mani della vernice finale (io prediligo il bianco ghiaccio) tirandola abbastanza, in modo che si intraveda (molto molto molto poco però) il colore di base.
4. quando il tutto è perfettamente asciutto prendo della cartavetro grana 120 e inizio a sfregare nei punti dove in precedenza avevo passato la candela, il grado di
usura lo scegli a gusto, non deve essere troppo poco, ma nemmeno troppo e deve essere uniforme. Devi insomma pensare a come sarebbe il mobile dopo anni di
utilizzo e cercare di riprodurre il passare del tempo.

Trattandosi di antine potresti ad esempio usurare un pò di più la zona vicino alle maniglie ...


So che alcuni utilizzano anche vernici che creano l'effetto screpolatura, personalmente però preferisco divertirmi con la cartavetro, trovo che il risultato finale sia più realistico.

Puoi anche decidere di non dare una vernice di fondo, così da fare vedere le venature del legno, in tal caso basta solo passare la cera dove creerai l'effetto usura. In tal caso però, almeno una mano di turapori io la darei!

Spero di essere stato d'aiuto!

Ciao
Fabry

cavallo80
02-01-2012, 20.32.13
Grazie tante per la risposta, ma che tipo di vernice è questa bianco ghiaccio? E' uno smalto? Potresti linkarmi qualche riferimento
Grazie ancora

peppeprincipe
02-01-2012, 22.14.12
Ciao,

è una tecnica relativamente semplice da realizzare, ed offre una resa estetica molto bella e calda.
In sostanza dai ai mobili appena realizzati, un'aria vissuta.

Il legno utilizzato incide relativamente poco, infatti si presta ad essere realizzata un pò su tutto, anche non mobili.

Ci sono diversi modi per ottenere questo effetto, avendo una moglie apassionata di mobili shabby, mi sono cimentato spesso in questa tecnica.

Di norma il colore finale deve essere molto "morbido" e chiaro, tinte pastello per intenderci, io prediligo il bianco ghiaccio, ma è una cosa puramente soggettiva.

Solitamente procedo in questa maniera:

1. inizio stendendo una mano uniforme di impregnante scuro (tipo tinta noce o anche castagno a base di cera)
2. quando la vernice è ben asciutta frego una candela nei punti che vengono normalmente più logorati dall'usura: bordi, piani di appoggio, spigoli, ecc.
La candela ha lo scopo di fare "scivolare" la tinta finale ed agevolare il lavoro successivo
3. do due mani della vernice finale (io prediligo il bianco ghiaccio) tirandola abbastanza, in modo che si intraveda (molto molto molto poco però) il colore di base.
4. quando il tutto è perfettamente asciutto prendo della cartavetro grana 120 e inizio a sfregare nei punti dove in precedenza avevo passato la candela, il grado di
usura lo scegli a gusto, non deve essere troppo poco, ma nemmeno troppo e deve essere uniforme. Devi insomma pensare a come sarebbe il mobile dopo anni di
utilizzo e cercare di riprodurre il passare del tempo.

Trattandosi di antine potresti ad esempio usurare un pò di più la zona vicino alle maniglie ...


So che alcuni utilizzano anche vernici che creano l'effetto screpolatura, personalmente però preferisco divertirmi con la cartavetro, trovo che il risultato finale sia più realistico.

Puoi anche decidere di non dare una vernice di fondo, così da fare vedere le venature del legno, in tal caso basta solo passare la cera dove creerai l'effetto usura. In tal caso però, almeno una mano di turapori io la darei!

Spero di essere stato d'aiuto!

Ciao
Fabry
Il tuo è un ottimo consiglio pero' per dovere di cronaca e senza nulla togliere al tuo impegno (di cui ti ringrazio a nome di altri) ci tengo a fare alcune precisazioni:
1) tecnica shabby (e quella che tu hai illustrato)
2) tecnica crachele (o craquele non mi ricordo come si scrive) è quella in cui si usa la vernice screpolante
3) tecnica decapè (tutta un altra storia)

firfalegno
03-01-2012, 00.46.58
peppeprincipe ti ringrazio per le precisazioni!

Non sono molto esperto, le mie nozioni sono rosicchiate qua e la ... Però ad essere sincero ho sempre ritenuto che la differenza tra decapè e shabby (per la precisione shabby chic) fosse nel fatto che nel primo caso di solito si fanno risaltare le venature del legno non dando un fondo colorato, mentre per il secondo serve un fondo di contrasto con la tinta finale che deve essere preferibilmente bianca o avorio ...

Visto che sui vari motori di ricerca non sono riuscito a trovare le differenze me le indicheresti? Ora che mi hai detto che è tutta un'altra storia, sono curioso!

Per cavallo80, di norma uso smalti all'acqua.

Ciao Fabry

peppeprincipe
03-01-2012, 01.17.10
peppeprincipe ti ringrazio per le precisazioni!

Non sono molto esperto, le mie nozioni sono rosicchiate qua e la ... Però ad essere sincero ho sempre ritenuto che la differenza tra decapè e shabby (per la precisione shabby chic) fosse nel fatto che nel primo caso di solito si fanno risaltare le venature del legno non dando un fondo colorato, mentre per il secondo serve un fondo di contrasto con la tinta finale che deve essere preferibilmente bianca o avorio ...

Visto che sui vari motori di ricerca non sono riuscito a trovare le differenze me le indicheresti? Ora che mi hai detto che è tutta un'altra storia, sono curioso!

Per cavallo80, di norma uso smalti all'acqua.

Ciao Fabry
Allora per il shabby è giusto il procedimento da te illustrato mentre per il decapè si puo usare sia vernice ad acqua che sintetica e ci sono vari metodi dipende dall'effetto che si vuole ottenere, naturalmente per ottenere un ottimo effetto bisogna usare un legno dal poro molto aperto (castagno-frassino-rovere ecc.)al contrario del metodo shabby.
Ti elenco 2 esempi di come faccio di solito:
1) smalto satinato all'acqua diluito all'50% o anche di piu' del colore che si vuole ottenere il manufatto, lo stendo a pennello o spugna e attendo pochi minuti giusto il tempo che tiri un po la vernice poi con uno straccio in cotone pulito tiro via la vernice in eccedenza, alla fine dopo asciugatura finisco con vernice trasparente.
2)vernice poliuteranica diluita al 100% con diluente ritardante e la do a spruzzo in due modi: primo con pistola con ventaglio chiuso e poi uso lo straccio nello stesso modo del primo metodo ed alla fine finisco sempre con vernice trasparente: secondo uso la pistola con ventaglio molto aperto e passo sul pezzo varie volte fin quando mi soddisfa il risultato e poi finisco sempre col trasparente.
3) opzione se si vuole ottenere un risultato di consumato con legno a vista (non shabby che si intravede il colore di fondo) dopo aver eseguito il modo 2 lascio asciugare e prima della verniciatura col trasparente vado con carta vetro in modo da portare a legno (e non colore di fondo) le fibre superiore mentre nelle fibre in profondita restera il colore dato......naturalmente l'effetto ottenuto sara' in base all'olio di gomito che avrai messo nel carteggiare.
Questo è quello come faccio io, poi ognuno puo avere i suoi metodi......in ogni caso se posso esserti utile sto qua.

alebonat
03-01-2012, 09.08.25
Allora per il shabby è giusto il procedimento da te illustrato mentre per il decapè si puo usare sia vernice ad acqua che sintetica e ci sono vari metodi dipende dall'effetto che si vuole ottenere, naturalmente per ottenere un ottimo effetto bisogna usare un legno dal poro molto aperto (castagno-frassino-rovere ecc.)al contrario del metodo shabby.
Ti elenco 2 esempi di come faccio di solito:
1) smalto satinato all'acqua diluito all'50% o anche di piu' del colore che si vuole ottenere il manufatto, lo stendo a pennello o spugna e attendo pochi minuti giusto il tempo che tiri un po la vernice poi con uno straccio in cotone pulito tiro via la vernice in eccedenza, alla fine dopo asciugatura finisco con vernice trasparente.
2)vernice poliuteranica diluita al 100% con diluente ritardante e la do a spruzzo in due modi: primo con pistola con ventaglio chiuso e poi uso lo straccio nello stesso modo del primo metodo ed alla fine finisco sempre con vernice trasparente: secondo uso la pistola con ventaglio molto aperto e passo sul pezzo varie volte fin quando mi soddisfa il risultato e poi finisco sempre col trasparente.
3) opzione se si vuole ottenere un risultato di consumato con legno a vista (non shabby che si intravede il colore di fondo) dopo aver eseguito il modo 2 lascio asciugare e prima della verniciatura col trasparente vado con carta vetro in modo da portare a legno (e non colore di fondo) le fibre superiore mentre nelle fibre in profondita restera il colore dato......naturalmente l'effetto ottenuto sara' in base all'olio di gomito che avrai messo nel carteggiare.
Questo è quello come faccio io, poi ognuno puo avere i suoi metodi......in ogni caso se posso esserti utile sto qua.

Quoto in pieno quanto detto da Peppe, l'effetto decapato si ottiene meglio con finiture spazzolate o a poro aperto, io ad esempio nei pavimenti, una volta levigati e spazzolati do il prodotto di base, una volta asciugato passo una grana fine ( 220 ) per riportare a legno la parte in rilievo, poi chiudo il tutto con finitura trasparente!

firfalegno
03-01-2012, 11.38.48
grazie mille!

Devo dire che mi ispira molto anche questa come tecnica! Mi sa che la proverò a breve!

Ciao Fabry

cavallo80
03-01-2012, 12.28.46
Grazie a tutti.
Se qualcuno a qualche altro consiglio si faccia avanti.

vinceg
03-01-2012, 17.20.32
Quoto in pieno peppeprincipe. Personalmente ho usato la tecnica decapè esattamente come il suo metodo nr. 1 su un tavolo in abete e la tecnica shabby sul mobile per bagno fatto qualche mese fà.

pierluigi5
03-01-2012, 17.26.20
Ciao cari
sarebbe bellissimo per noi neofiti se magari si potesse vedere il risultato delle vs tecniche in foto, magari anche con i vari passaggi della lavorazione in modo da capire al meglio le metodologie. Grazie in anticipo...

vinceg
03-01-2012, 17.41.12
Ciao cari
sarebbe bellissimo per noi neofiti se magari si potesse vedere il risultato delle vs tecniche in foto, magari anche con i vari passaggi della lavorazione in modo da capire al meglio le metodologie. Grazie in anticipo...

Puoi iniziarea guardare qui (http://www.il-truciolo.it/showthread.php?10073-Inizio-costruzione-cassettiere-e-sportelli-bagno./page28)

cavallo80
03-01-2012, 19.07.28
Puoi iniziarea guardare qui (http://www.il-truciolo.it/showthread.php?10073-Inizio-costruzione-cassettiere-e-sportelli-bagno./page28)

Hai fatto un lavoro bellissimo.
Chissa se ci riuscirò.
Potresti spiegare megli i diversi passaggi (in modo semplice) e anche il tipo di colore che hai utilizzato (possibilmente anche la marca).
Scusa ma sono alle prime armi con tanta passione per il legno.

Grazie

firfalegno
04-01-2012, 10.30.38
Puoi iniziarea guardare qui (http://www.il-truciolo.it/showthread.php?10073-Inizio-costruzione-cassettiere-e-sportelli-bagno./page28)

Complimenti! Qui non è più hobby però, è professionismo allo stato puro! :-) Chissà se arriverò mai anche io a questo livello :-)

Mi permetto di postare due foto di una panca per esterno che ho restaurato e poi fatto con la tecnica shabby ...
http://www.il-truciolo.it/album.php?albumid=93

cavallo80
04-01-2012, 14.01.03
Complimenti! Qui non è più hobby però, è professionismo allo stato puro! :-) Chissà se arriverò mai anche io a questo livello :-)

Mi permetto di postare due foto di una panca per esterno che ho restaurato e poi fatto con la tecnica shabby ...
http://www.il-truciolo.it/album.php?albumid=93

Belle!!!! Ma come hai fatto?

vinceg
04-01-2012, 15.27.39
Posso garantirvi che si tratta di hobby e non di professionismo. Io sono ai primi gradini della scala dell'evoluzione falegnameria, comunque grazie per i complimenti.
La tecnica l'ho appresa grazie al inestimabile aiuto di un altro utente, Elio69, che mi ha spiegato tutti i passaggi. Non differisce di molto da quanto ha detto peppeprincipe. Smalto acrilico come fondo dato con pennello molto vecchio in modo da ottenere una finitura molto grezza, con i solchi della vernice. Per il fondo si usa un colore scuro. Dopo una mano di pittura per i muri del colore ghiaccio o bianco sporco data sempre in modo molto grezzo senza curare le pennellate. Si ottiene una superficie molto ruvida, con i solchi della pittura. Carteggiatura delle parti che si vogliono rendere usurate. La carteggiatura toglierà solo la pittura superficiale ma non intaccherà il fono acrilico. Successivamente ho preso un tubetto di terra colorata, non ricordo quale, uno strofinaccio da cucina di quelli per asciugare i piatti e ne inzuppavo un angolo tenuto sul polpastrello dell'indice. Con lo stesso strofinaccio tamponavo in modo che il colore si asciugasse un pò. Dopo qualche minuto passavo la parte di strofinaccio sporca di colore sulla superficie in modo molto leggero, quasi sfiorando. In questo modo le crespe del ducotone si macchiavano e il resto no. Infine, finitura all'acqua cerata molto diluita per dare un leggero effetto splendente. Se leggete il post ci sono i vari passaggi.

elio69
09-01-2012, 01.17.23
Posso garantirvi che si tratta di hobby e non di professionismo. Io sono ai primi gradini della scala dell'evoluzione falegnameria, comunque grazie per i complimenti.
La tecnica l'ho appresa grazie al inestimabile aiuto di un altro utente, Elio69, che mi ha spiegato tutti i passaggi. Non differisce di molto da quanto ha detto peppeprincipe. Smalto acrilico come fondo dato con pennello molto vecchio in modo da ottenere una finitura molto grezza, con i solchi della vernice. Per il fondo si usa un colore scuro. Dopo una mano di pittura per i muri del colore ghiaccio o bianco sporco data sempre in modo molto grezzo senza curare le pennellate. Si ottiene una superficie molto ruvida, con i solchi della pittura. Carteggiatura delle parti che si vogliono rendere usurate. La carteggiatura toglierà solo la pittura superficiale ma non intaccherà il fono acrilico. Successivamente ho preso un tubetto di terra colorata, non ricordo quale, uno strofinaccio da cucina di quelli per asciugare i piatti e ne inzuppavo un angolo tenuto sul polpastrello dell'indice. Con lo stesso strofinaccio tamponavo in modo che il colore si asciugasse un pò. Dopo qualche minuto passavo la parte di strofinaccio sporca di colore sulla superficie in modo molto leggero, quasi sfiorando. In questo modo le crespe del ducotone si macchiavano e il resto no. Infine, finitura all'acqua cerata molto diluita per dare un leggero effetto splendente. Se leggete il post ci sono i vari passaggi.

Grazie comparone!
per uno specialman del tuo calibro sono bastate due sole parole di spiegazione per metterle egregiamente e facilmente in pratica.

Michele
11-01-2012, 20.52.48
Io ultimamente ho fatto una cucina con finitura decapè per mio figlio, ti dico come ho proceduto.
Prima d'ogni cosa il legno per questo tipo di finitura è importante, infatti si usano legni a poro aperto, io ho usato frassino olivato.
1)Per prima cosa si passa un isolante trasparente;
2) Carteggiatura, poi una mano di vernice poliuretanica bicomponente del colore preferito;
3748937490
3)Carteggiatura , poi una mano molto leggera di vernice (patina) di un colore in contrasto con il primo.
3749237491
4) Carteggiatura fino ad ottenere l'effetto desiderato, e finutura con trasparente acrilico.
3749437493
Questo è il metodo che ho adottato, risultato ottimo.

ciao

Toto
11-01-2012, 21.39.01
Michele, perdonami ma devo sgridarti!!! :grrr

Fai queste cose e non ce le mostri?

Non ti parlo più :uff

cavallo80
12-01-2012, 15.31.31
Io ultimamente ho fatto una cucina con finitura decapè per mio figlio, ti dico come ho proceduto.
Prima d'ogni cosa il legno per questo tipo di finitura è importante, infatti si usano legni a poro aperto, io ho usato frassino olivato.
1)Per prima cosa si passa un isolante trasparente;
2) Carteggiatura, poi una mano di vernice poliuretanica bicomponente del colore preferito;
3748937490
3)Carteggiatura , poi una mano molto leggera di vernice (patina) di un colore in contrasto con il primo.
3749237491
4) Carteggiatura fino ad ottenere l'effetto desiderato, e finutura con trasparente acrilico.
3749437493
Questo è il metodo che ho adottato, risultato ottimo.

ciao

Complimenti bravo.
Sto apprendendo tante cose da voi maestri.

Michele
13-01-2012, 10.23.52
Ciao Totò, da te accetto le tiratine d'orecchie, ma in questo caso forse non me li merito, inquanto avevo già postato questo lavoro, in qualche mio lavoro.
A proposito come s'inserisce il riferimento "qualche mio lavoro"?
Spero che continuerai a rivolgermi la parola.

Un abbraccio

P.S. se preferisci posterò altre foto di questo lavoro.

anto_pappa
13-01-2012, 19.39.47
Eccolo (http://www.il-truciolo.it/showthread.php?10413-Qualche-mio-lavoro.)

Toto
14-01-2012, 02.20.46
Ciao Totò, da te accetto le tiratine d'orecchie, ma in questo caso forse non me li merito, inquanto avevo già postato questo lavoro, in qualche mio lavoro.
A proposito come s'inserisce il riferimento "qualche mio lavoro"?
Spero che continuerai a rivolgermi la parola.

Un abbraccio

P.S. se preferisci posterò altre foto di questo lavoro.

E si che preferisco!!! Non lo ricordavo perchè insieme al altri lavori non è stato valorizzato molto. Comunque scusami, è vero, è stato quando hai iniziato a postare le tue opere :sorr

Michele
14-01-2012, 17.15.28
E si che preferisco!!! Non lo ricordavo perchè insieme al altri lavori non è stato valorizzato molto. Comunque scusami, è vero, è stato quando hai iniziato a postare le tue opere :sorr

Maestro subito accontentato, e non c'è nulla da scusarti.
375833758437585375863758737588
In fase di montaggio.

Ciao Totò un abbraccio

vinceg
14-01-2012, 18.18.11
Maestro subito accontentato, e non c'è nulla da scusarti.
375833758437585375863758737588
In fase di montaggio.

Ciao Totò un abbraccio

Fenomenale!! Lavoro bellissimo e finitura decapè impeccabile! Bravo!
:bra:bra

Michele
14-01-2012, 19.33.32
Fenomenale!! Lavoro bellissimo e finitura decapè impeccabile! Bravo!
:bra:bra
Ti ringrazio tanto Vincenzo, sei molto gentile, ciao

Michele
14-01-2012, 19.55.51
Eccolo (http://www.il-truciolo.it/showthread.php?10413-Qualche-mio-lavoro.)
Antonino ti ringrazio tanto, cortesemente mi dici come si fà?
ciao

Stefano54
14-01-2012, 21.23.08
Antonino ti ringrazio tanto, cortesemente mi dici come si fà?
ciao

Prima cosa complimenti per i tuoi lavori e finiture! :bra
Per inserire un link devi clicccare sul piccolo mappamondo che vedi in alto nella finestra del
messaggio che stai scrivendo, inserisci il link che desideri e tutta la parte che vedi rimasta evidenziata
puoi sostituirla scrivendo quello che vuoi tu!

Michele
15-01-2012, 10.09.34
Grazie stefano, anche se non ho ben capito, proverò ugualmente.

Toto
15-01-2012, 10.51.39
Adesso si che andiamo bene, mi hai allietato il risveglio vedendo una bellissima opera. Sei un Grande Michele!!!

Salvatore63
15-01-2012, 11.15.34
Complimenti Michele....un capolavoro !!! :bra :bra

Ciao
Salvatore

anto_pappa
15-01-2012, 11.56.50
Michele quello che ti ha scritto Stefano lo ottinei anche cosi:
[ url = link che ti interessa ] Eccolo [/url]

Tutto questo senza gli spazi tra una parola e l'altra

Michele
15-01-2012, 12.14.28
Adesso si che andiamo bene, mi hai allietato il risveglio vedendo una bellissima opera. Sei un Grande Michele!!!
Ti ringrazio totò, ma non esagerare, mi potrei montare la testa.
ciao

Michele
15-01-2012, 12.19.38
Michele quello che ti ha scritto Stefano lo ottinei anche cosi:
[ url = link che ti interessa ] Eccolo [/url]

Tutto questo senza gli spazi tra una parola e l'altra


Ricapitolando: clicco sul mappamondo, appare una finestra con la barra http://.....(digitare l'oggetto).... ,( poi eccolo, questo ecc.senza spazi) e premere ok?
Grazie per la pazienza

Michele
15-01-2012, 12.23.47
Complimenti Michele....un capolavoro !!! :bra :bra

Ciao
Salvatore

Molte grazie Salvatore, Ciao.

pier luigi
15-01-2012, 12.43.24
Io ultimamente ho fatto una cucina con finitura decapè per mio figlio, ti dico come ho proceduto.
Prima d'ogni cosa il legno per questo tipo di finitura è importante, infatti si usano legni a poro aperto, io ho usato frassino olivato.
1)Per prima cosa si passa un isolante trasparente;
2) Carteggiatura, poi una mano di vernice poliuretanica bicomponente del colore preferito;
3748937490
3)Carteggiatura , poi una mano molto leggera di vernice (patina) di un colore in contrasto con il primo.
3749237491
4) Carteggiatura fino ad ottenere l'effetto desiderato, e finutura con trasparente acrilico.
3749437493
Questo è il metodo che ho adottato, risultato ottimo.

ciao

bellissimo lavoro. per isolante trasparente intendi fondo poliuretanico?

Michele
15-01-2012, 12.56.50
bellissimo lavoro. per isolante trasparente intendi fondo poliuretanico?
Grazie Pier Luigi, si poliuretanico.

pier luigi
15-01-2012, 14.02.54
domani se trovo il tempo faccio una prova. mi è capitato poche volte di fare questo tipo di finitura, ho sempre fatto come te però senza dare la prima mano di trasparente e sono curioso di vedere l'effetto che si ottiene.