PDA

Visualizza versione completa : Nuova sfida(Restauro Gozzo)



peppeprincipe
22-11-2008, 21.57.52
Ed eccomi qui a postare per la prima volta in questa sezione.

Mi e capitato che un mio cliente mi chiede ma tu sei capace di mettermi a posto un gozzo di legno.:grrr:

Secondo voi cosa gli ho risposto essendo un appassionato di modellismo navale?:Ok

Per me e l'ennesima sfida con me stesso forse avro bisogno di qualche consiglio e spero di trovare qualcuno che se ne intende di barche in legno se no pazienza mi documentero e faro come al solito di testa mia.

Questa sono le foto dell'attuale stato del gozzo gia pargheggiato in un posto da me scelto per andarci a lavorare quando mi capita e con comodo perche mi son preso da 7 mesi a un anno e mezzo di tempo.Man mano che i lavori procederanno postero le foto per aggiornarvi.

Dimenticavo la bestiolina e lunga 8 metri e pesa 20 quintali.:Ok


:piange::piangepenso che si prendera parecchi Sabato e Domenica :piange:piange

Eltornidor
22-11-2008, 22.05.48
BUON LAVORO!!!
:ohh:ahah:ohh
Marco

53ZAC
22-11-2008, 22.10.26
Bella barca Peppe.

Mi sembra che non ci sia niente di strutturale da sistemare, per il resto ne hai parecchio da fare ma vedrai che il risultato sarà stupefacente.

Ciao

Toto
22-11-2008, 22.52.30
Peppeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!
Quando l'hai finita sali a bordo e vienimi a trovare :ride

Eltornidor
23-11-2008, 09.27.53
Posso solo consigliarti, visto che la barca è di legno, di non tenerla troppo all'asciutto sennò il legno si secca troppo e possono venirti delle spaccature sullo scafo, se vengono non riempirle con lo stucco, mai, poi in acqua il legno si rigonfia,
ciao
Marco

Paquito
23-11-2008, 11.11.21
Peppeeeeee e qui di lavoro c'è n'è moltissimo!

Però che bella la barca in legno, tienici aggiornati.

Ciao, Pasquale.

Stefano54
23-11-2008, 12.23.47
Buon lavoro Peppe, si tratta solo di trasportare la tua esperienza di modellista navale
su qualcosa di un po' più grande, per te sarà passeggiata!:ahah

febbraio80
23-11-2008, 15.17.01
:ohh:ohh:ohh:ohh:ohh

Beppe l'ennesima sfida che sicuramente riuscirai a vincere!!!

Tienici informati e documentati con foto!!!

:bra:bra:bra

micromax
23-11-2008, 20.09.34
bella bestia peppe. da quello che si vede in foto il lavoro più grande te lo darà la sovrastruttura, ma non impensierirti più di tanto. di solito il diavolo sembra più brutto di quello che è realmente. L'unica cosa che mi impensierisce, ma non si vede bene dalle foto, è l'opera morta, non mi piace molto l'aspetto dello scafo sotto l'antivegetativa. controlla bene lo stato del fasciame e come è fissata la chiglia, cioè se è fissata saldamente.poi, visto che il diametro dei sostegni laterali su cuipoggia il gozzo non è molto grande io ci metterei una tavoletta in cima a scansodi equivoci. vai vai che e la fai di sicuro.:Ok:Ok

peppeprincipe
23-11-2008, 20.56.43
BUON LAVORO!!!
:ohh:ahah:ohh
Marco

:piange:piange:piange:piange


Bella barca Peppe.

Mi sembra che non ci sia niente di strutturale da sistemare, per il resto ne hai parecchio da fare ma vedrai che il risultato sarà stupefacente.


Ciao

Il lavoro piu rognoso sara la cabina con la coperta li ci sono danni sicuramente e come dici tu il risultato sara stupefacente.:Ok


Peppeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!
Quando l'hai finita sali a bordo e vienimi a trovare :ride
Aspettami mi sto attrezzando sto in cerca di un paio d'ali d'aereo:ahah:ahah:ahah:ahah


Posso solo consigliarti, visto che la barca è di legno, di non tenerla troppo all'asciutto sennò il legno si secca troppo e possono venirti delle spaccature sullo scafo, se vengono non riempirle con lo stucco, mai, poi in acqua il legno si rigonfia,
ciao
Marco
Marco la barca il proprietario dice che quest'anno non e stata messa a mare ad occhio lo scafo lo visto in buone condizioni man mano ti sapro dire.:Ok


Peppeeeeee e qui di lavoro c'è n'è moltissimo!

Però che bella la barca in legno, tienici aggiornati.


Ciao, Pasquale.

Certamente vi aggiornero man mano che i lavori procederanno, Pasquale e si che di lavoro c'e ne sta ma il bello e che non mi spaventa :ahah:ahah


Buon lavoro Peppe, si tratta solo di trasportare la tua esperienza di modellista navale
su qualcosa di un po' più grande, per te sarà passeggiata!:ahah

Si na passeggiata come dire Salerno Budapest.:ride:ride:ahah:ahah:ride:ride


:ohh:ohh:ohh:ohh:ohh

Beppe l'ennesima sfida che sicuramente riuscirai a vincere!!!

Tienici informati e documentati con foto!!!

:bra:bra:bra

Se non la vincero pazienza:grrrma sicuramente avro combattuto e l'importante e partecipare e vincere:ahah:ahah
Ad informarvi e foto stai senza pensieri che vi faro dire:uff:uff:uff



bella bestia peppe. da quello che si vede in foto il lavoro più grande te lo darà la sovrastruttura, ma non impensierirti più di tanto. di solito il diavolo sembra più brutto di quello che è realmente. L'unica cosa che mi impensierisce, ma non si vede bene dalle foto, è l'opera morta, non mi piace molto l'aspetto dello scafo sotto l'antivegetativa. controlla bene lo stato del fasciame e come è fissata la chiglia, cioè se è fissata saldamente.poi, visto che il diametro dei sostegni laterali su cuipoggia il gozzo non è molto grande io ci metterei una tavoletta in cima a scansodi equivoci. vai vai che e la fai di sicuro.:Ok:Ok

Max hai visto giusto il lavoro piu grande e la sovrastruttura.Per quando riguarda il lavoro che ci sta da fare non mi spaventa perche dico che dove c'e l'inizio ci deve essere la fine e qui realmente il diavolo non e cosi brutto devo controllare solo il fasciame con la ghiglia che non sono riuscito a stabilire ancora bene il da farsi, per quando riguarda i sostegni sono stati messi in fretta e furia ma prima di incominciare i lavori scuramente la puntellero meglio.:Ok
Man mano che postero i lavori spero che mi darai dei consigli e se ci saranno critiche da fare spara pure che per me non e altro che un modo per migliorarmi.:Ok

Ciao Peppe

micromax
27-11-2008, 19.35.39
:piange:piange:piange:piange



Il lavoro piu rognoso sara la cabina con la coperta li ci sono danni sicuramente e come dici tu il risultato sara stupefacente.:Ok


Aspettami mi sto attrezzando sto in cerca di un paio d'ali d'aereo:ahah:ahah:ahah:ahah


Marco la barca il proprietario dice che quest'anno non e stata messa a mare ad occhio lo scafo lo visto in buone condizioni man mano ti sapro dire.:Ok



Certamente vi aggiornero man mano che i lavori procederanno, Pasquale e si che di lavoro c'e ne sta ma il bello e che non mi spaventa :ahah:ahah



Si na passeggiata come dire Salerno Budapest.:ride:ride:ahah:ahah:ride:ride



Se non la vincero pazienza:grrrma sicuramente avro combattuto e l'importante e partecipare e vincere:ahah:ahah
Ad informarvi e foto stai senza pensieri che vi faro dire:uff:uff:uff




Max hai visto giusto il lavoro piu grande e la sovrastruttura.Per quando riguarda il lavoro che ci sta da fare non mi spaventa perche dico che dove c'e l'inizio ci deve essere la fine e qui realmente il diavolo non e cosi brutto devo controllare solo il fasciame con la ghiglia che non sono riuscito a stabilire ancora bene il da farsi, per quando riguarda i sostegni sono stati messi in fretta e furia ma prima di incominciare i lavori scuramente la puntellero meglio.:Ok
Man mano che postero i lavori spero che mi darai dei consigli e se ci saranno critiche da fare spara pure che per me non e altro che un modo per migliorarmi.:Ok

Ciao Peppe



Peppe ricorda... l'importante non è partecipare, bensì





















VINCERE:ahah:ahah:ahah:ahah

micromax
27-11-2008, 19.38.43
mannaggia a Helmut!!!!! e 'na vota me scordo e 'na vota esaggero eche miseria:uff

ivan74
08-03-2009, 11.58.41
ciao peppe sono nuovo del forum. io due anni fa ho restaurato il mio gozzo . una spagnoletta algherese a vela latina . all'inizio dei lavori sembrava niente come la tua alla fine del originale mi e' rimasto solo le due murate e le ordinate. se vuoi un consiglio per prima cosa sbarca il motore. e poi incomincia a sverniciare la barca.
buon vento.:hurra

peppeprincipe
31-03-2009, 22.32.42
MAX
Se ci sei batti un colpo
Max tieniti pronto perche l'avventura e incominciata e sicuramente avro bisogno dei tuoi consigli.Posto alcune foto della barca che ho incominciato a sverniciare penso che tra una decina di giorni smontero anche la coperta con la relativa cabina cosi mi rendero conto della reale situazione,postero le foto man mano che vado avanti mi raccomando guarda e dammi qualche consiglio che ritieni piu adatto alla situazione.

A mi scordavo digli a quel maledetto di Helmut di aspettare ancora qualche centinaio d'anni per farsi vivo.:ahah:ahah

Eltornidor
01-04-2009, 07.38.02
Conoscendo come lavori... ce la farai di sicuro!!!

Buon lavoro :Ok

Marco

micromax
01-04-2009, 16.15.20
MAX
Se ci sei batti un colpo
Max tieniti pronto perche l'avventura e incominciata e sicuramente avro bisogno dei tuoi consigli.Posto alcune foto della barca che ho incominciato a sverniciare penso che tra una decina di giorni smontero anche la coperta con la relativa cabina cosi mi rendero conto della reale situazione,postero le foto man mano che vado avanti mi raccomando guarda e dammi qualche consiglio che ritieni piu adatto alla situazione.

A mi scordavo digli a quel maledetto di Helmut di aspettare ancora qualche centinaio d'anni per farsi vivo.:ahah:ahah

Caro peppe il colpo lo batto e ti ripeto che, come ebbi già a dirti, il diavolo sembra più brutto di quello che è. dalle fotografie mi sembra quasi tutto "fesseria 'e cafè". piuttosto, non mi piace troppo la ruota di prua all'unione con il fasciame ed all'impalettatura con la chiglia. pulisci per bene e controlla 1) che il fasciame sia saldamente fissato alla ruota di prua ed alla chiglia; 2) che il perno, che dovrebbe essere di acciaio, se non lo è cambialo, come tutti quelli che fissano la chiglia, che tiene insieme la impalettatura della ruota di prua con quella della chiglia sia a posto al 100%. per il resto niente che non si possa tranquillamene risolvere con un buon calafataggio e, tutt'al più, con una rinvergatura per gli spazi più larghi. mi raccomando una bella pulizia di tutto lo scafo ed un controllo della chiodatura del fasciame. non ti preoccupare, sarà una bella avventura anche per me e chissà che non venga a trovarti ed a darti una mano di persona, chissà quante cose mi insegnerai :ahah:ahah (speravi che le insegnassi io a te, ma poi sarebbe finito che tu sei il grande peppe principe. ciao P.S. togli anche la piastra d'acciaio dalla prua e controlla che il legno, che li sotto deve essere sempre stato bagnato, sia ok. cià.

micromax
01-04-2009, 16.24.44
carissimo peppe e poi dici che devi convincere helmut a lasciarmi in pace???????? hai visto no? fra poco mi daranno la badante, speriamo almeno che sia carina e disponibile, così farò come quel vecchietto che si lamentava della sua memoria, perché ogni volta che saltava addosso all'infermiera questa gli diceva "signor giovanni ancora? è già la quinta volta oggi!!!" come si dice?"F...ti e poi ti scordi":ahah:ahah

peppeprincipe
01-04-2009, 21.10.14
Caro peppe il colpo lo batto e ti ripeto che, come ebbi già a dirti, il diavolo sembra più brutto di quello che è. dalle fotografie mi sembra quasi tutto "fesseria 'e cafè". piuttosto, non mi piace troppo la ruota di prua all'unione con il fasciame ed all'impalettatura con la chiglia. pulisci per bene e controlla 1) che il fasciame sia saldamente fissato alla ruota di prua ed alla chiglia; 2) che il perno, che dovrebbe essere di acciaio, se non lo è cambialo, come tutti quelli che fissano la chiglia, che tiene insieme la impalettatura della ruota di prua con quella della chiglia sia a posto al 100%. per il resto niente che non si possa tranquillamene risolvere con un buon calafataggio e, tutt'al più, con una rinvergatura per gli spazi più larghi. mi raccomando una bella pulizia di tutto lo scafo ed un controllo della chiodatura del fasciame. non ti preoccupare, sarà una bella avventura anche per me e chissà che non venga a trovarti ed a darti una mano di persona, chissà quante cose mi insegnerai :ahah:ahah (speravi che le insegnassi io a te, ma poi sarebbe finito che tu sei il grande peppe principe. ciao P.S. togli anche la piastra d'acciaio dalla prua e controlla che il legno, che li sotto deve essere sempre stato bagnato, sia ok. cià.:hurra
Ciao Max seguiro alla lettera i tuoi consigli ma per il momento continuo a spogliarla cosi vedremo se ci sono sorprese e il da farsi, l'avventura sicuramente sara bellissima e ancora di piu' se avro il piacere della tua visita non preoccuparti saro gentile e ospitale non ti mettero a lavorare.:ahah:ahah

peppeprincipe
07-04-2009, 23.39.18
Caro peppe il colpo lo batto e ti ripeto che, come ebbi già a dirti, il diavolo sembra più brutto di quello che è. dalle fotografie mi sembra quasi tutto "fesseria 'e cafè". piuttosto, non mi piace troppo la ruota di prua all'unione con il fasciame ed all'impalettatura con la chiglia. pulisci per bene e controlla 1) che il fasciame sia saldamente fissato alla ruota di prua ed alla chiglia; 2) che il perno, che dovrebbe essere di acciaio, se non lo è cambialo, come tutti quelli che fissano la chiglia, che tiene insieme la impalettatura della ruota di prua con quella della chiglia sia a posto al 100%. per il resto niente che non si possa tranquillamene risolvere con un buon calafataggio e, tutt'al più, con una rinvergatura per gli spazi più larghi. mi raccomando una bella pulizia di tutto lo scafo ed un controllo della chiodatura del fasciame. non ti preoccupare, sarà una bella avventura anche per me e chissà che non venga a trovarti ed a darti una mano di persona, chissà quante cose mi insegnerai :ahah:ahah (speravi che le insegnassi io a te, ma poi sarebbe finito che tu sei il grande peppe principe. ciao P.S. togli anche la piastra d'acciaio dalla prua e controlla che il legno, che li sotto deve essere sempre stato bagnato, sia ok. cià.
I lavori procedono ho smontato tutta la cabina che era la parte piu rovinata dell'insieme tanto la devo fare nuova:ahah e parte della coperta a me personalmente sembra che la parte importante strutturale sia a posto ho controllato la ruota di prua con la ghiglia e i perni che dici a me sembra tutto a posto con relativo fasciame ma sapro esserti piu' preciso quando la piazzero sollevata da terra di circa un metro,Max ma ora dammi un consiglio ma il fasciame com le ordinate nell'interno che trattamento gli devo fare:piange

micromax
08-04-2009, 22.17.28
allora, carissimo peppe, da quello che vedo non c'è troppo male, certo c'è tanto di quel lavoro, anche duro, come lavoro, ma sapendo quello di cui sei capace non mi preoccupo. Ora che hai pulito meglio la ruota di prua, mi rendo conto che, effettivamente, era solo un'impressione quella che ci fosse qualche problema in quella zona. le ordinate stanno molto meglio di qello che pensassi, ma, giustamente ne ho vista qualcuna spezzata (foto 33), qualcuna, addirittura spezzata in due punti (foto 37, oppure è solo sporco?)qualche altra (foto 1200/13) è un po' larga alla giunzione tra la parte orizzontale e quella verticale, ma non c'è problea in nessuno dei casi. cominciamo dal più semplice da riparare. le ordinate che non risultano ben strette alla giuntura della parte verticale con quella orizzontale, praticamente nella parte curva, possono essere facilmente messe a posto stringendo le due parti l'una contro l'altra con uno stringente, usa quelli di piccole dimensioni, e rifacendo la chiodatura tra i due pezzi, meglio ancora se usi delle viti in acciaio inox, ribbattendo, poi, la chiodatura che unisce il fasciame alle ordinate stesse. questo, comunque, va fatto sempre dopo aver sverniciato anche l'interno del gozzo, perché, se c'è qualche magagna, devi tirarla allo scoperto, ma comunque le ordinate, esclusa la verniciatura ormai andata paiono solide. per quelle spezzate la soluzione non è complicata, ma ti farà perdere solo un po' di tempo. rifai la sagoma della ordinata in cartone o in compensato sottile, solo lungo il lato contro cui poggia il fasciame e relizza un pezzo di ordinata, delle stesse dimensioni di quella danneggiata, che sia di una lunghezza tale da andare oltre la spaccatura circa venti centimetri per ogni lato. mi spiego meglio realizzi un pezzo di ordinata di circa 40 cm, con una curvatura tale che, posizionandola di lato ed a contatto con quella danneggiata vada per venti centimetri da un lato e dall'altro del punto di rottura, poi, una volta piazzatala a contatto con il fasciame e con l'ordinata danneggiata, la chiodi a questa o la avviti, sempre con viti in acciaio inox. se vuoi, puoi anche, oltre ad avvitarla, incollarla all'odinata danneggiata, con della colla marina, quella rossa, che trovi in qualsiasi negozio di nautica. per i bagli rotti, il baglio, lo ricordo a me stesso, è quella parte della barca che sostiene la pontatura, spero che tu abbia preso il punto di massima altezza, al centro del baglio stesso, prima di rimuoverli, od, almeno, spero ci sia ancora qualche baglio integro, in modo da rifarti a questi per le misure. come sicuramente hai notato, i bagli, come tutte le parti strutturali orizzontali della barca, sono un po' curvi, per permettere un agevole deflusso dell'acqua verso gli ombrinali. comunque, ho visto che anche l'impianto elettric ha bisogno assoluto di una completa revisione, se non rifacimento integrale, oltre, naturalmente all'impianto di esaurimento, l'impianto delle pompe, ogni tanto mi piace darmi arie :ahah. quindi, senza alcuna pietà, dopo aver segnato, dove si trova ogni minima cosa, togli tutto, lascia lo scafo nudo e svernicia tutto anche di dentro per vedere dove il legno è andato, legnina dilavata dall'acqua salata, dove ci sono rotture coperte dalla vernice ecc. . dopo di che puoi fare una previsione di lavoro più circostanziata. tanto io sono sempre qui senza avere nulla da fare, per cui chiama pure :ahah.bada che, se trovassi parti del fasciame o della struttura che cominciano a diventare sugherose, ti conviene, per il calafataggio e la cura del legno, di usare delle resine epossidiche, che impregnano il legno proteggendolo ed impedendo il dilavamento della legnina (come quando trovi quei pezzi di legno sulla riva del mare, che sono leggerissimi e le cui fibre sono tutte sfilacciate e distaccate dal pezzo.). in questo modo proteggi il legno e allunghi i tempi tra una manutenzione e l'altra. So che i puristi stanno storcendo il naso, ma come protegge il legno la resina epossidica non riesce a farlo lo stucco e la verniciatura ordinaria, anche perché lo stucco, come da me spiegato, una volta seccato diventa rigido e, nei movimenti del legno, tende a creparsi e polverizzarsi,mentre la resina epossidica resta sempre un po' eleastica, così segue i movimenti del legno e li asseconda, non contrastandoli, e non si crepa, quindi, anche il calafataggio fatto con la cotonina e la resina epossidica risulta molto più stagno e resistente di quello con cotonina e stucco. ciao alla prossima:Ok

micromax
08-04-2009, 22.25.27
dmenticavo , oltre a sverniciare il gozzo da dentro e da fuori, devi togliere tutte le parti metalliche, overo bocchettoni, ghiere delle tubature di scarico e carico acqua, controlli lo stato del fasciame al di sotto di questi e li ripiazzi, dopo aver interposto ta questi e lo scafo un abbondante strato di silicone, che diligentemente eviterai di fr uscire dalla sagoma del bocchettone, od, almeno, provvederai ad eliminare, ina volta aciutto, tramit una lama affilata. ciao ciao:Ok:Ok

micromax
08-04-2009, 22.27.39
non ti preoccupare per come scrivo, non è helmut :ahah è il computer che dovrei portare dal ecnico solo da un anno e che comincia a dare i numeri, maproprio di brutto. non bastavi io come rimba...:ride:ride:ahah:uff

peppeprincipe
08-04-2009, 22.39.44
Ricevuto Max tank you:Ok

ivan74
09-04-2009, 17.29.54
scusate se m'intrometto . per la sagoma delle ordinate puoi usare anche una verga di piombo , l' appoggi affianco dell'ordinata rotta e batti il piombo e cosi hai il calco dell'ordinata da ricostruire. il metodo mi e stato insegnato da un vecchio carpentiere. buon lavoro

scusa max la calafatatura fatta con la resina e vero ch 'è Più' impermeabile . ma quando metti la parca a secco strappa il bordo del fasciame. mentre lo stucco si isola senza creare danni.

peppeprincipe
09-04-2009, 20.48.02
scusate se m'intrometto . per la sagoma delle ordinate puoi usare anche una verga di piombo , l' appoggi affianco dell'ordinata rotta e batti il piombo e cosi hai il calco dell'ordinata da ricostruire. il metodo mi e stato insegnato da un vecchio carpentiere. buon lavoro

scusa max la calafatatura fatta con la resina e vero ch 'è Più' impermeabile . ma quando metti la parca a secco strappa il bordo del fasciame. mentre lo stucco si isola senza creare danni.
Ivan non ti intrometti il truciolo e proprio questo un posto dove scambiare opinioni e mettere le proprie conoscenze a disposizione di tutti, che benvengano i tuoi consigli fanno solo aumentare le nostre conoscenze che in materia sono zero:piange un grazie particolare a te a Max e tanti altri che contribuiscono a far crescere questa rubrica.:Ok

micromax
09-04-2009, 20.52.21
scusate se m'intrometto . per la sagoma delle ordinate puoi usare anche una verga di piombo , l' appoggi affianco dell'ordinata rotta e batti il piombo e cosi hai il calco dell'ordinata da ricostruire. il metodo mi e stato insegnato da un vecchio carpentiere. buon lavoro

scusa max la calafatatura fatta con la resina e vero ch 'è Più' impermeabile . ma quando metti la parca a secco strappa il bordo del fasciame. mentre lo stucco si isola senza creare danni.

non ti sei assolutamente intromesso a sproposito, il metodo della verga in piombo è un ottimo metodo, lo avevano insegnato anche a me in un cantiere, ma l'avevo dimenticato:sbad, in quanto poi alla calafatatura con le resine epossidiche io non intendo quelle che si usano per fare la vetroresina, quelle, effettivamente, sono rigide e quando il legno si ritira strapano, esistono resine, non vorrei fare nomi, perché ne nominerei due o tre, ma ne esistono a decine, fatte apposta per la calafatatura delle barche in legno. queste restano leggermente morbide ed assecondano il movimento del legno e, permeandolo, lo proteggono anche dal fenomeno del dilavamento. ho dato questo suggerimento, perché da quello che dice peppe, ho capito che il proprietario della barca è molto interessato al suo utilizzo, ma per quanto attiene alla manutenzione ...., quindi, se dà un contratto per le manutenzioni future a peppe, gli consiglio di usare lo stucco fatto come da me indicato, ma se fa questa manutenzione e poi si vedrà.... ho paura che l'anno successivo ci sarà qualche piccola infiltrazione e la colpa sarà tutta di peppe che non ha fatto un buon lavoro. mi è capitato troppe volte di veder padroni di barche che facevano questo ragionamento, senza tenere conto che la barca, quando è tirata in secco, necessita di essere bagnata, poco d'inverno, ma un po' di più in primavera e principi d'autunno. per la barca di legno ci vuole cura, non è per tutti. questo gozzo, è un anno che non va a mare. bene, ma tutti quei danni alla sovrastruttura?e le ordinate spezzate? ed i bagli che sono marciti? e la sovrastruttura che si deve rifare da capo? non sono danni che si concretizzano in un solo anno, per cui, c'è da pensare che la barca sia stata trascurata e sia restata a terra solo perché evidenziava qualche problema. perché si è trascurata la manutenzione? allora, onde evitare di prendersi delle responsabilità non proprie è il caso di giocare d'anticipo. ripeto, se la manutenzione futura sarà costante, attenta e continua, anche secondo me i metodi antichi sono i migliori. poi peppe conosce i fatti e lui può decidere correttamente, i miei sono solo suggerimenti. tieni anche conto che se in qualche punto il fasciame risulta un po' dilavato, ovvero leggermente spugnoso, con le resine recuperi, con lo stuccono no, ti conviene rifare il pezzo, finché si tratta dell'opera morta... transeat, ma se il problema lo trovi su una doga del fasciame? devi cambiare il pezzo. a rifarlo non è problema, togli il vecchio e lo rifai, ma tieni conto che su una barca di quelle dimensioni non puoi cambire un pezzo che va da un'ordinata ad un'altra, rsulterebbe fissato debolmente, il pezzo deve poggiare almeno su tre, meglio quattro, ordinate e fare un lavoro del genere non è molto comodo e rapido. devi lavorare, con attenzione, di scalpello e mazzuolo, cercando di tenerti giusto al centro dell'ordinata e diventa lungo e scomodo, a quel punto la migliore soluzione sarebbe di togliere la doga per intero e rifarla, ma poi dovresti lavorarla a caldo quando è bagnata, per ammorbidirla e poterla curvare a modo. comunque, non fasciamoci la testa prima di essercela rotta. da quello che ho visto il lavoro si fa agevolmente con lo stucco, senza usare resine, il mio era solo un mettere le mani avanti, io mi preoccupo sempre troppo, mastu peppe, che fa certi capolavori, vuoi che non rimette a nuovo quello scuorzo di noce?. ciao:Ok

peppeprincipe
09-04-2009, 21.38.35
non ti sei assolutamente intromesso a sproposito, il metodo della verga in piombo è un ottimo metodo, lo avevano insegnato anche a me in un cantiere, ma l'avevo dimenticato:sbad, in quanto poi alla calafatatura con le resine epossidiche io non intendo quelle che si usano per fare la vetroresina, quelle, effettivamente, sono rigide e quando il legno si ritira strapano, esistono resine, non vorrei fare nomi, perché ne nominerei due o tre, ma ne esistono a decine, fatte apposta per la calafatatura delle barche in legno. queste restano leggermente morbide ed assecondano il movimento del legno e, permeandolo, lo proteggono anche dal fenomeno del dilavamento. ho dato questo suggerimento, perché da quello che dice peppe, ho capito che il proprietario della barca è molto interessato al suo utilizzo, ma per quanto attiene alla manutenzione ...., quindi, se dà un contratto per le manutenzioni future a peppe, gli consiglio di usare lo stucco fatto come da me indicato, ma se fa questa manutenzione e poi si vedrà.... ho paura che l'anno successivo ci sarà qualche piccola infiltrazione e la colpa sarà tutta di peppe che non ha fatto un buon lavoro. mi è capitato troppe volte di veder padroni di barche che facevano questo ragionamento, senza tenere conto che la barca, quando è tirata in secco, necessita di essere bagnata, poco d'inverno, ma un po' di più in primavera e principi d'autunno. per la barca di legno ci vuole cura, non è per tutti. questo gozzo, è un anno che non va a mare. bene, ma tutti quei danni alla sovrastruttura?e le ordinate spezzate? ed i bagli che sono marciti? e la sovrastruttura che si deve rifare da capo? non sono danni che si concretizzano in un solo anno, per cui, c'è da pensare che la barca sia stata trascurata e sia restata a terra solo perché evidenziava qualche problema. perché si è trascurata la manutenzione? allora, onde evitare di prendersi delle responsabilità non proprie è il caso di giocare d'anticipo. ripeto, se la manutenzione futura sarà costante, attenta e continua, anche secondo me i metodi antichi sono i migliori. poi peppe conosce i fatti e lui può decidere correttamente, i miei sono solo suggerimenti. tieni anche conto che se in qualche punto il fasciame risulta un po' dilavato, ovvero leggermente spugnoso, con le resine recuperi, con lo stuccono no, ti conviene rifare il pezzo, finché si tratta dell'opera morta... transeat, ma se il problema lo trovi su una doga del fasciame? devi cambiare il pezzo. a rifarlo non è problema, togli il vecchio e lo rifai, ma tieni conto che su una barca di quelle dimensioni non puoi cambire un pezzo che va da un'ordinata ad un'altra, rsulterebbe fissato debolmente, il pezzo deve poggiare almeno su tre, meglio quattro, ordinate e fare un lavoro del genere non è molto comodo e rapido. devi lavorare, con attenzione, di scalpello e mazzuolo, cercando di tenerti giusto al centro dell'ordinata e diventa lungo e scomodo, a quel punto la migliore soluzione sarebbe di togliere la doga per intero e rifarla, ma poi dovresti lavorarla a caldo quando è bagnata, per ammorbidirla e poterla curvare a modo. comunque, non fasciamoci la testa prima di essercela rotta. da quello che ho visto il lavoro si fa agevolmente con lo stucco, senza usare resine, il mio era solo un mettere le mani avanti, io mi preoccupo sempre troppo, mastu peppe, che fa certi capolavori, vuoi che non rimette a nuovo quello scuorzo di noce?. ciao:Ok

Max il problema l'hai esposto proprio come è nella realta in quanto a tecniche e lavorazioni i tuoi consigli e quelli degli altri per me sono una manna dal cielo ma non perche' sto restaurando questa barca (in questo momento è oro colato):ahah tutto quello che e manualita e ingegno mi affascina starei giorni ad ascoltare tecniche e osservare vecchi artigiani in silenzio senza disturbare ma rubandomi il mestiere, per quando riguarda la resina che tu dici ne ho gia sentito parlare ed e' propio come lai esposto tu io sono un estimatore delle tecniche antiche ma ci dobbiamo anche adeguare ed accettare se esce fuori qualcosa che supera in qualche modo la vecchia tecnica in positivo e negativo che sia.
Max non ti preoccupare ora sto finendo di vedere tutta la situazione come e' realmente poi le mie domande saranno mirate e piu' precise, gia ora mi sei stato di grande aiuto e mi hai fatto capire alcune cose di cui ero all'oscuro da come parli si vede che te ne intendi di barche anche se solo per passione che per me resta la base fondamentale di tutti i mestieri.
Max si gruoss:bra:bra

micromax
10-04-2009, 20.42.18
vai traquillo peppe,tanto, come ti ho già detto, io stò qui "spaso al sole" e mi fa immensamente piacere qualcuno cheha pasione e, soprattuto, non ha paura della mole di lavoro, che si dà da fare per portare a termine un lavoro di questa mole. c'è sicuramente sul forum qualcuno che, sulle nuove tecniche, ne sa molto, ma molto più di me e ti aiuterà sicuramente. comunque l'opera l'hai cominciata e, sicuramente, la porterai a termine con successo. :Ok

spataro.mirko
02-06-2009, 23.58.19
buon lavoro e in bocca al lupo

fenasco
04-10-2011, 08.14.12
Non sò a che punto 6,comunque è un bel pezzo.

53ZAC
04-10-2011, 08.48.53
Ciao fenasco, è buona norma iniziare a postare argomenti o richieste dopo avere scritto un breve messaggio di presentazione.
Se hai due minuti di tempo per dirci qualche cosa di te puoi farlo andando alla sezione di presentazione che trovi a questo link: Benvenuti nel truciolo (http://www.il-truciolo.forumdisplay.php?f=35) , ci farà piacere per conoscerci un po’ di più.
Già fin d’ora comunque benvenuto da parte mia.
Grazie

fenasco
04-10-2011, 10.02.51
Salve a tutti, la mia breve sta arrivando con (restauro cutter a vela)in barche legno e veivoli.Grazie a Voi tutti.

claudio51
04-10-2011, 10.07.11
Peppe a che punto e' questo lavoro? Dal 2009 nessun aggiornamento?

fenasco
04-10-2011, 10.57.38
Sempre che riesco a caricare le foto!

om-aldo
04-10-2011, 13.45.05
Ho letto con piacere il post, molto interessante. Io riparai la mia barca con l'ausilio di un amico falegname quando avevo appena 22 anni. Si trattava di un natante in conpensato marino con la chigluia rivestita in resina. Lo tengo ancora sta in garage da almeno 28 anni, fatti alcuni klavori e poi interrotto tutto per destinazione di lavoro in sicilia, mi state facendo venire voglia di rimettere mano e terminare i lavori.
Buon lavor.

peppeprincipe
04-10-2011, 22.06.28
Peppe a che punto e' questo lavoro? Dal 2009 nessun aggiornamento?
Manco a farlo a posta il lavoro sta ripartendo in questi giorni era stato momentaneamente abbandonato per mancanza di tempo ed altro....:ahah
comunque documentero tutto man mano che vado avanti.

micromax
25-11-2011, 12.41.48
e speriamo che effettivamente tu abbia il tempo per riprendere i lavori, perché sto facendo le "reppole" a postare solo barzellette, ché poi pensano che io sia un hobbista del legno tutto da ridere.:piange
invece io, se trovassi il tempo e la volontà di farlo, potrei postare almeno due miei interventi di restauro e, forse, anche qualche altra cosetta e non solo la mensola della cappa che ho fatto in cucina a mia moglia, come dice quel maligno di black bombay (l'atroce critica).:prr:nono:uff

peppeprincipe
25-11-2011, 22.07.08
Non ti preoccupare Max che fra non molto mi devi seguire passo passo (mi sa che le barzellette te le faccio scordare):ahah:ahah

micromax
22-12-2011, 19.22.58
Signore e Signori buonasera. Vi comunichiamo che i lavori sono sospesi a causa dell'incalzante Natale in arrivo. Ci scusiamo con gli internauti per l'inerruzione intervenuta subito dopo l'illusione creatasi nelle nostre menti. Il restauro riprenderà al più presto possibile. :ahah:ahah:ahah:ahah Io sono sempre qui "spaso" ad aspettare l'inizio dei lavori. Nel frattempo vogliano tutti gli amici de "IL TRUCIOLO" gradire ed accettare i miei più sentiti e sinceri ed affettuosi auguri di buon Natale e felice Anno Nuovo.:bra:bra

andream
23-12-2011, 18.17.55
Ciao Peppe, in un restauro a volte è necessario fare dei compromessi ma bisogna valutare attentamente i pro ed i contro; mi rifacci alle osservazioni di Ivan74 circa l'uso della resina epossidica. Usando la resina è vero che si "compattano" i corsi e si stagnano ma è anche vero che la resina rimanendo solo in superficie, ovvero impregnando solo la parte superficiale di questi, impedirà al legno di "respirare" con il risultato di far marcire il le parte sottostante. Non a caso i cantieri trattano il legno con il minio e con la pittura oleosintetica al piombo, quella di coloro grigio. Anticamente la pittura della sentina si ricavava mescolando gli scarti avanzati delle pitture delle opere vive (generalmente bianche) ed ingrigendole con un pò di nero.
Inoltre, dal momento che sei intervenuto in modo radicale, sbarcherei anche il motore (si direbbe un Nanni Diesel) in modo da sgrassare anche la parte di sentina sottostante; sicuramente ci saranno da sostituire anche i silenblok. In ogni caso ti auguro buon lavoro e di non avere fretta. PS. lascia all'interno degli stracci umidi altrimenti se si secca troppo il legno il fasciame si schioda.

peppeprincipe
23-12-2011, 23.14.44
Ciao Peppe, in un restauro a volte è necessario fare dei compromessi ma bisogna valutare attentamente i pro ed i contro; mi rifacci alle osservazioni di Ivan74 circa l'uso della resina epossidica. Usando la resina è vero che si "compattano" i corsi e si stagnano ma è anche vero che la resina rimanendo solo in superficie, ovvero impregnando solo la parte superficiale di questi, impedirà al legno di "respirare" con il risultato di far marcire il le parte sottostante. Non a caso i cantieri trattano il legno con il minio e con la pittura oleosintetica al piombo, quella di coloro grigio. Anticamente la pittura della sentina si ricavava mescolando gli scarti avanzati delle pitture delle opere vive (generalmente bianche) ed ingrigendole con un pò di nero.
Inoltre, dal momento che sei intervenuto in modo radicale, sbarcherei anche il motore (si direbbe un Nanni Diesel) in modo da sgrassare anche la parte di sentina sottostante; sicuramente ci saranno da sostituire anche i silenblok. In ogni caso ti auguro buon lavoro e di non avere fretta. PS. lascia all'interno degli stracci umidi altrimenti se si secca troppo il legno il fasciame si schioda.
Grazie

gianpy
19-06-2013, 16.41.53
Ma perchè questa discussione è finita così a metà??? La barca non è stata completata? O almeno....a che punto sei arrivato???? Stasera vado a fare le foto alla mia Lancia che ho iniziato a sverniciare e le pubblicherò nel mio 3d.... Allora Peppe....facce sapè!!

Toto
19-06-2013, 16.48.05
gianpy, credo che peppe abbia deciso di tenere da conto questo lavoro per quando sará in pensione, mi sa che dovremo aspettare parecchio per andare in mare aperto :mmm

gianpy
19-06-2013, 16.52.36
gianpy, credo che peppe abbia deciso di tenere da conto questo lavoro per quando sará in pensione, mi sa che dovremo aspettare parecchio per andare in mare aperto :mmm

Ok!!...Grazie!

micromax
19-06-2013, 18.18.30
Ok!!...Grazie!

Bella domanda e bella risposta, provocatrice, da parte di Toto, ma quello che sta aspettando con più trepidazione di tutti sono io. Colui il quale fu nominato, ad honorem, Capo Cantiere, Signore Unico della Direzione dei Lavori e che, fino ad oggi e, spero ancora per poco, sono stato solo Capo della Pazienza Infinita aspettando che il lavoro, cui pare che il proprietario non sia più tanto interessato, sia ripreso per vedere la sua fine, sicuramente grandiosa, visto il Masto, nelle cui mani si trova il lavoro. Ho detto tutto (come diceva Totò in "Totò, Peppino e la malafemmena" I fratelli Capone. ; : !

Stefano54
19-06-2013, 18.37.43
Ma non è che Peppe vuole prima imparare a nuotare? :ahah

peppeprincipe
19-06-2013, 22.10.11
gianpy, credo che peppe abbia deciso di tenere da conto questo lavoro per quando sará in pensione, mi sa che dovremo aspettare parecchio per andare in mare aperto :mmm
:mmm La pazienza è la vitù dei poveri.....ricordatelo.:ahah


Bella domanda e bella risposta, provocatrice, da parte di Toto, ma quello che sta aspettando con più trepidazione di tutti sono io. Colui il quale fu nominato, ad honorem, Capo Cantiere, Signore Unico della Direzione dei Lavori e che, fino ad oggi e, spero ancora per poco, sono stato solo Capo della Pazienza Infinita aspettando che il lavoro, cui pare che il proprietario non sia più tanto interessato, sia ripreso per vedere la sua fine, sicuramente grandiosa, visto il Masto, nelle cui mani si trova il lavoro. Ho detto tutto (come diceva Totò in "Totò, Peppino e la malafemmena" I fratelli Capone. ; : !
Max un altro po di pazienza e riprenderemo di nuovo sta saga infinita.....naturalmente resti sempre Capo Cantiere con nomina onoraria (tanto solo tu mi puoi salvare):ahah

peppeprincipe
19-06-2013, 22.14.02
Ma non è che Peppe vuole prima imparare a nuotare? :ahah
E secondo te una volta finito il restauro pensi che avrò il coragggio di assistere al varo, saper nuotare penso sarà importante.:ahah

fenasco
19-06-2013, 22.56.05
Ma perchè questa discussione è finita così a metà??? La barca non è stata completata? O almeno....a che punto sei arrivato???? Stasera vado a fare le foto alla mia Lancia che ho iniziato a sverniciare e le pubblicherò nel mio 3d.... Allora Peppe....facce sapè!! oooh, oggi è scesa in acqua, varo tecnico, a presto le foto.by

gianpy
20-06-2013, 16.19.20
oooh, oggi è scesa in acqua, varo tecnico, a presto le foto.by

???? NON CAPISCO....è successo un miracolo dalle 18 alle 22 di ieri???

micromax
20-06-2013, 19.08.48
???? NON CAPISCO....è successo un miracolo dalle 18 alle 22 di ieri???
Penso che Frenasco si riferisse al cutter che stava restaurando, non al gozzo in cura da Peppe, per quello ci vorrà ancora un po' di tempo. Peppe, non aspettare troppo, in fondo ho già un'età avanzata. :piange:piange:prr:ahah:ahah

gianpy
21-06-2013, 08.43.37
haaaaa.....ho capito!

fenasco
22-06-2013, 17.06.48
Ragazzi scusatemi tutti, ma la pigrizia, il poco lavoro, la famiglia,non ho + partecipato al forum-bisogna anche ammettere che sono abbastanza imbranato x ciò-.Comunque il vicino mi ha fatto un reportage fotografico che metterò in rete presto dalla partenza di casa sino al carico sul bilico,e al porto di Numana dove è stata varata c'è un video che ha girato un noto personaggio della pubblicità che non sò bene ancora se metterlo in rete, si dice che mi si vede contento come un bimbo piccolo e fortuna le orecchie altrimenti era una cerniera a lampo. BUON VENTO A TUTTI e scusatemi ancora.