Pagina 2 di 12 PrimoPrimo 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 11 fino 20 di 117

Discussione: impregnante fatto in casa

  1. #11
    Data registrazione
    30-08-2009
    Residenza
    livorno
    Età
    46
    Messaggi
    231

    Predefinito

    Comunque secondo me il gasolio con o senza olio esausto una volta impregnato bene dal legno e fatto asciugare "inquina" solo il legno. quindi basta non leccarlo e tapparsi un po' il naso i primi giorni.
    A proposito di tutto l'elenco di schifezze che inquinano fatto da vito, lo sapete che è dimostrato che le vernici all'acqua inquinano più di altre a solventi vari? O meglio.... chi le usa inquina di più perché è quasi matematico che lavi i pennelli nel lavandino (chi non lo fa batta un colpo), mentre chi usa altre vernici è più portato a smaltire i solventi di "lavaggio" in modo adeguato.

  2. #12
    Data registrazione
    22-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    41
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Durame Visualizza messaggio
    Comunque secondo me il gasolio con o senza olio esausto una volta impregnato bene dal legno e fatto asciugare "inquina" solo il legno. quindi basta non leccarlo e tapparsi un po' il naso i primi giorni.
    A proposito di tutto l'elenco di schifezze che inquinano fatto da vito, lo sapete che è dimostrato che le vernici all'acqua inquinano più di altre a solventi vari? O meglio.... chi le usa inquina di più perché è quasi matematico che lavi i pennelli nel lavandino (chi non lo fa batta un colpo), mentre chi usa altre vernici è più portato a smaltire i solventi di "lavaggio" in modo adeguato.
    dici bene... i componenti delle vernici all'acqua sono gli stessi delle altre altre vernici, "oli alchidici"con l'aggiunta di sostanze dette catalescenti che fanno si che l'acqua perda la sua gassosità(una specie di fortissimo tensioattivo)( mi pare perche non sono un chimico ma ho solo la terza media ) e si possa usare come diluente.... quindi è tutta una presa per i fondelli. alla fine.
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

  3. #13
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Alessandria (AL) da... Licata (AG)
    Età
    61
    Messaggi
    20,595

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Durame Visualizza messaggio
    .......
    .........O meglio.... chi le usa inquina di più perché è quasi matematico che lavi i pennelli nel lavandino (chi non lo fa batta un colpo), mentre chi usa altre vernici è più portato a smaltire i solventi di "lavaggio" in modo adeguato.
    Mi spiace contraddirti, ma, quando uso pennelli (e lo faccio molto di rado) per prodotti all'acqua li pulisco con acqua ragia, e non credo che tutti lavino i pennelli nel lavandino.

    Suppongo che tu usi solo prodotti a solvente, che metodo adotti per lo smaltimento?
    Ciao Toto.

  4. #14
    Data registrazione
    22-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    41
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    ragazzi, diciamocela tutta, nessuno puù accusare nessuno perchè siamo tutti colpevoli.... chi di voi non scorreggia? quello è gas metano che emettiamo nell'atmosfera è inquina anche quello
    quindi chi vuole gasolio usa gasolio, chi vuole impregnanti standard usa quelli, volevo solo imformarvi che pagate il gasolio a 12 euro al litro. tutto qui.
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

  5. #15
    Data registrazione
    30-08-2009
    Residenza
    livorno
    Età
    46
    Messaggi
    231

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Toto Visualizza messaggio
    Mi spiace contraddirti, ma, quando uso pennelli (e lo faccio molto di rado) per prodotti all'acqua li pulisco con acqua ragia, e non credo che tutti lavino i pennelli nel lavandino.

    Suppongo che tu usi solo prodotti a solvente, che metodo adotti per lo smaltimento?
    Concordo con te che non tutti lavino i pennelli nel lavandino (sto parlando di prodotti a base di acqua), ma perché non facciamo un censimento sul forum per vedere quanti sono? Io credo che la percentuale sarebbe bassa e comunque sarei felicissimo di sbagliarmi. Intanto io, lo ammetto, li ho sempre lavati nel lavandino, ma sono pentito e giuro che non lo farò più.

    Smaltire i solventi comunque non sempre è facile. Alle oasi ecologiche non sanno che farsene, nel cassonetto è sacrilego ...... l'ultima volta li ho regalati ad un mio amico che ha un distillatore e riesce a tirarci fuori il solvente quasi "nuovo". il residuo poi lo usa come fondo antiruggine o per altre amenità.

  6. #16
    Data registrazione
    22-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    41
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    guardate cosa ho trovato stasera..http://www.ediliziainrete.it/scheda_...sp?prodo=42351
    vernice alchidica oleosa, diluita e poi rivenduta come impregnante..... :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

  7. #17
    Data registrazione
    26-02-2009
    Residenza
    roana vi
    Età
    49
    Messaggi
    3,202

    Predefinito

    Solo una precisazione Vito...il petrolio non è un distillato vegetale bensì ha origine organica...............che poi è cmq messa in discussione dalle teorie Abiogene.........


    io i pennelli all'acqua li lavo nel lavandino per quelle poche volte che li uso...........quelli a solventi una volta davo lo scarto ad un carrozziere, ora mi ha rotto i pennelli e quindi raccolgo tutto in un vaso e poi piano paino evapora fino a seccarsi e allora butto la parte secca nel secco non riciclabile...........................

    Cmq la rapidtà di lavoro che danno i prodotti all'acqua quelli a solvente se la sognano se non si addizzionano di catalizzatore .


    Non mi faccio tutte 'ste seghe mentali, quando ogni giorno solo sul giornale della provincia leggo di inquinamenti tali che tutti i forumisti assieme neanche in 10 vite
    riusciranno ad avvicinare..............cerco di fare il meglio secondo coscienza punto .
    Anche un chiodo ha una testa,però non ci ragiona.....come tanta gente !
    -------------------------------
    Massimo​

  8. #18
    Data registrazione
    22-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    41
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da artifer Visualizza messaggio
    Solo una precisazione Vito...il petrolio non è un distillato vegetale bensì ha origine organica...............che poi è cmq messa in discussione dalle teorie Abiogene.........


    io i pennelli all'acqua li lavo nel lavandino per quelle poche volte che li uso...........quelli a solventi una volta davo lo scarto ad un carrozziere, ora mi ha rotto i pennelli e quindi raccolgo tutto in un vaso e poi piano paino evapora fino a seccarsi e allora butto la parte secca nel secco non riciclabile...........................

    Cmq la rapidtà di lavoro che danno i prodotti all'acqua quelli a solvente se la sognano se non si addizzionano di catalizzatore .


    Non mi faccio tutte 'ste seghe mentali, quando ogni giorno solo sul giornale della provincia leggo di inquinamenti tali che tutti i forumisti assieme neanche in 10 vite
    riusciranno ad avvicinare..............cerco di fare il meglio secondo coscienza punto .
    si, lo so ho semplificato le cose. il petrolio è il risultato della macerazione a forte pressione delle alghe , delle foglie, dei tronchi.... insomma della vegetazione primordiale. ecc ecc.... non voglio fare un trattato qui sul petrolio, ma in breve è una sostanza più naturale di quanto si pensi.
    riguardo ai prodotti all'acqua, se non fossero addizionati con catalescenti non sarebbero solubili in acqua... quindi 1a 1 palla a centro... alla fine stiamo li. a livello professionale preferisco di gran lunga i prodotti a solvente che non a acqua.... lavorazione migliore, resa nettamente migliore, specie sulle vernici trasparenti. aspetto estetico senza paragoni, durezza superficiale 10 a 0 per le poliuretaniche ecc ecc. insomma i prodotti all'acqua non fanno per me.
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

  9. #19
    Data registrazione
    01-12-2010
    Residenza
    Napoli
    Età
    59
    Messaggi
    410

    Predefinito

    Questa mattina ho avuto modo di usare un'impregnante per rinnovare la protezione al rivestimento di un ripostiglio posto sul balcone.

    http://www.il-truciolo.it/images/attach/jpg.gif

    Quando ho letto che era a base di nafta, mi sono subito ricordato di questo post.

    http://www.il-truciolo.it/images/attach/jpg.gif

    Contiene anche 2-butanonossima, nota anche come 2-Butanone oxime oppure con il nome d'arte Ethyl methyl ketoxime.
    Da quanto ho capito si tratta di un'antiossidante che agisce anche come anti-crosta e stabilizzatore di viscosità.
    E' una sostanza tossica e cancerogena con 1000 effetti sull'organismo.

    La domanda che sorge spontanea è:

    Di quanto peggiora la protezione se al posto di
    ......Nafta + componenti tossici pagato a 12 E/l
    si usa
    ......Nafta + 50% OLIO DI LINO COTTO ? (3 E/l)

    Grazie
    Ciao Peppe
    Immagini allegate Immagini allegate
    Ultima modifica di giusrusso : 04-06-2011 alle ore 23.21.09

  10. #20
    Data registrazione
    22-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    41
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    non peggiora di niente e fai un favore alla natura e a te stesso....
    io uso l'olio di lino cotto nel mio impregnante per dare l'effetto cerato ....un litro ogni ldieci litri di gasolio. si può usare anche lo smalto trasparente che altro non è che olio di palma e altri oli siccativi... più qualche porcata chimica. ma l'olio di lino cotto va benissimo col gasolio.
    Ultima modifica di vito : 05-06-2011 alle ore 14.32.39
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •