Pagina 3 di 14 PrimoPrimo 1234513 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 21 fino 30 di 136

Discussione: Restauro Teno-Sega L'invincibile

  1. #21
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Alessandria (AL) da... Licata (AG)
    Età
    61
    Messaggi
    20,604

    Predefinito

    Franco, quello che hai trapanato dovrebbe essere il blocco della rotazione dell'albero per poter sbloccare e bloccare l'utensile sull'albero. Il blocco della salita e discesa deve esserci per forza.

    Per il riscaldo, non scaldare l'albero ma scalda dove scorre, è la sede che deve dilatarsi, l'albero bisognerebbe congelarlo, ma so che ti è impossibile.
    Ciao Toto.

  2. #22
    Data registrazione
    15-04-2008
    Residenza
    lamezia terme
    Età
    60
    Messaggi
    7,557

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Toto Visualizza messaggio
    Franco, quello che hai trapanato dovrebbe essere il blocco della rotazione dell'albero per poter sbloccare e bloccare l'utensile sull'albero. Il blocco della salita e discesa deve esserci per forza.

    Per il riscaldo, non scaldare l'albero ma scalda dove scorre, è la sede che deve dilatarsi, l'albero bisognerebbe congelarlo, ma so che ti è impossibile.
    Dunque Toto, dove ho trapanato credo che sia la levetta di blocco del saliscendi perchè ho già verificato che il foro più in basso blocca la rotazione. Piuttosto, ti ringrazio di avermi puntualizzato che devo scaldare la sede e mi hai fatto venire in mente che per reffreddare(congelare), potrei utilizzare una bomboletta di ghiaccio spray, ma non so se sul metallo ha lo stesso effetto che sul corpo umano???? Tu che dici?
    FRANCO

  3. #23
    Data registrazione
    22-11-2010
    Residenza
    Roma
    Età
    55
    Messaggi
    562

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Toto Visualizza messaggio
    Franco, quello che hai trapanato dovrebbe essere il blocco della rotazione dell'albero per poter sbloccare e bloccare l'utensile sull'albero. Il blocco della salita e discesa deve esserci per forza.

    Per il riscaldo, non scaldare l'albero ma scalda dove scorre, è la sede che deve dilatarsi, l'albero bisognerebbe congelarlo, ma so che ti è impossibile.
    Da quanto scrive nel post precedente, sembrerebbe che il foro di blocco rotazione sia sotto a quello dove ha trapanato.....
    Attendiamo le foto e intanto NON FORARE NIENTE...PAZIENTA !!!
    Una curiosità, ma questo saliscendi è azionato da un volantino ??? Oppure come ??

    Ciao
    Salvatore
    Ultima modifica di Salvatore63 : 16-05-2011 alle ore 22.55.33

  4. #24
    Data registrazione
    15-04-2008
    Residenza
    lamezia terme
    Età
    60
    Messaggi
    7,557

    Predefinito

    Si Salvatore, e si tratta anche di un "volantone", nelle foto della macchina ne vedi due (cromati e rossi) quello più piccolo invece comanda lo spostamento orizzontale della sega circolare.
    FRANCO

  5. #25
    Data registrazione
    02-02-2009
    Residenza
    Fiumicino (RM)-Golfo Aranci (OT)
    Età
    77
    Messaggi
    28

    Predefinito

    Prova CRC 6-66 marine. Spruzza tutto quello che puoi, penetrerà per capillarità. Io lo uso da anni e quasi sempre ha risolto la situazione, lo chiamo san CRC per i risultati ottenuti. Niente a che vedere con il WD40, che ho abbandonato da quando ho conosciuto il 6-66.

  6. #26
    Data registrazione
    15-04-2008
    Residenza
    lamezia terme
    Età
    60
    Messaggi
    7,557

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da fonzi Visualizza messaggio
    Prova CRC 6-66 marine. Spruzza tutto quello che puoi, penetrerà per capillarità. Io lo uso da anni e quasi sempre ha risolto la situazione, lo chiamo san CRC per i risultati ottenuti. Niente a che vedere con il WD40, che ho abbandonato da quando ho conosciuto il 6-66.
    Grazie Fonzi, ma puoi darmi qualche indicazione circa la marca o anche un link? Che significa per capillarità?

    Allora ragazzi, stamattina di buon'ora, dopo aver ricevuto la visita ed i consigli di Mastropeppe, dopo aver tolto l'impianto elettrico, ho riscaldato con la fiamma la sede dell'albero, ma niente ed allora tra mille acrobazie e tanta pazienza ho deciso di estrarre l'albero toupie e l'albero del volantino, tanto lo avrei fatto lo stesso per verificare i cuscinetti e per la pulizia ed ingrassaggio di tutte le parti meccaniche. Ho anche smontato la scatola che racchiude la connessione tra albero del volantino e cremagliera del saliscendi. Ho scovato dei grani di sblocco solo entrando coi il busto nella pancia della maccghina e ruotando il collo di quasi 180°. Ora la macchina non ha più segreti per me!!! ( O quasi). C'era un sacco di ruggine, però ho potuto appurare che sia il volantino che la cremagliera sono assolutamente libere, il problema è proprio la ruggine tra sede e pistone!!!! Per il momento vi mostro le foto dell'albero toupie, poi stasera quelle dell'albero del volantino e cremagliera. Ciao.inizio restauro invincibile 040.jpginizio restauro invincibile 039.jpginizio restauro invincibile 047.jpginizio restauro invincibile 043.jpginizio restauro invincibile 049.jpginizio restauro invincibile 036.jpginizio restauro invincibile 052.jpginizio restauro invincibile 035.jpginizio restauro invincibile 045.jpginizio restauro invincibile 037.jpginizio restauro invincibile 051.jpg
    Dopo una veloce pulizia delle parti, ho rimontato il volantino e la scatola della cremagliera ma purtroppo la situazione non è cambiata, prova evidente che è la ruggine che rompe i ci!!! Ma dovrà pur sbloccarsi cavolo!!
    Per intanto è certo che dovrò cambiare tutti i cuscinetti, anzi ragazzi mi dite come faccio a togliere quello rimaso ancora nel pozzetto? Secondo me nella parte inferiore poggia su un'ispessimento del bordo superiore del pistone ed in alto con quella ghiera, ma si sviterà?
    FRANCO

  7. #27
    Data registrazione
    13-11-2010
    Residenza
    Roma
    Età
    75
    Messaggi
    515

    Predefinito

    se ho capito come è costruito, per togliere quel cuscinetto ( a parte che esistono estrattori appositi ma ci vuole un mutuo) puoi procurarti una barra filettata il più grande possibile ossia da mm 20 o anche più, su un capo ci metti una rondella molto spessa di diametro che non passi nel foro del cuscinetto, fissata con un dato o saldata, la fai passare nel cuscinetto dalla parte inferiore. La barra deve essere abbastanza lunga da uscire dalla parte superiore del pozzetto. Mettere un'altra rondella molto resistente a tappare il pozzetto e avvitare un dato fino alla rondella. Man mano che si stringe il dato superiore tira il cuscinetto verso l'alto facendo da estrattore. Mentre si avvita il dato in contemporanea scalda l'esterno del pozzetto in modo che si dilati facilitando l'uscita del cuscinetto.
    C'è un pericolo, ossia che se per caso cede la parte interna del cuscinetto, a quel punto estrarre l'anello rimasto la vedo davvero dura
    Non so se è possibile, ma mentre si avvita il dado sarebbe utilissimo battere con una mazzetta la parte inferiore della barra filettata in modo da aiutare a sgrippare il tutto.
    Spero di essermi spiegato
    Se si riesce a togliere il cuscinetto con questo sistema, puoi adottarlo anche per far muovere il pistone dal pozzetto naturalmente con misure di rondelle adeguate
    Comunque continuando a vedere le foto, mi pare di capire che tutto il pistone può uscire dalla parte inferiore per cui se con un tondo di legno della misura del pozzetto lo appoggi a quel cuscinetto e batti con una mazzetta di generose dimensioni, sicuramente cede e scende
    Ultima modifica di brancaleone : 17-05-2011 alle ore 16.58.37
    Ciao Franco...

  8. #28
    Data registrazione
    15-04-2008
    Residenza
    lamezia terme
    Età
    60
    Messaggi
    7,557

    Predefinito


    Bene ragazzi, finalmente oggi dopo un estenuante travaglio di ben 10 ore, l'invincibile ha partorito!!!! Vi mostro subito le foto, ma fin d'ora voglio ringraziare tutti quelli che mi avete sostenuto, è come se vi avessi avuto al mio fianco durante l'intervento e mi dicevate di non mollare, ed infatti quando tutto ormai sembrava vano, ecco che due bollicine di aria nel pozzetto mi hanno fatto dare il colto di grazia, ma vi mostro subito le foto:
    Ah, dimenticavo: oggi a pranzo avevo bevuto 2 litri di Coca-Cola, ma come vedete non è stato necessario
    inizio restauro invincibile 064.jpginizio restauro invincibile 063.jpginizio restauro invincibile 069.jpginizio restauro invincibile 059.jpginizio restauro invincibile 071.jpginizio restauro invincibile 074.jpginizio restauro invincibile 062.jpginizio restauro invincibile 068.jpginizio restauro invincibile 067.jpg
    Per qualsiasi domanda sono a vostra disposizione.
    Grazie Franco per il tuo ultimo suggerimento, ottima idea, io avevo pensato di farlo da sopra con il crik, ma a questo punto andrò in officina e userò la pressa per togliere il cuscinetto.
    FRANCO

  9. #29
    Data registrazione
    19-10-2010
    Residenza
    Mazara del Vallo TP
    Età
    51
    Messaggi
    1,795

    Predefinito


    Franco siamo tutti con te! Sono felice del risultato, è come se fosse successo a me!
    A guardare le foto degli ingranaggi si rimane male che queste cose non le facciano più.
    Però devo confessarti una cosa, un pò di invidia ce l'ho a vederti possessore di queste splendide macchine mentre io ogni giorno che guardo la cinesina mi viene da
    Vincenzo Giacalone

    «La logica ti può portare da A a B.
    L’immaginazione invece ti può portare ovunque.»

    Albert Einstein

  10. #30
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Monza (MB)
    Età
    35
    Messaggi
    9,346

    Predefinito

    Vai Franco che vai forte!!!
    Antonino


    Youtube - Legno, che passione!

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •