Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Visualizzazione risultati 11 fino 15 di 15

Discussione: mola da banco

  1. #11
    Data registrazione
    26-02-2009
    Residenza
    roana vi
    Età
    48
    Messaggi
    3,002

    Predefinito

    ooppsss..........non ho letto chi chiedeva, davo per scontato fosse dambro che apri il 3d..............consigli solo sulle marche, per il resto è da molto che voglio prendere qualcosa per iniziare a scolpire ma ancora nisba.......
    Anche un chiodo ha una testa,però non ci ragiona.....come tanta gente !
    -------------------------------
    Massimo​

  2. #12
    Data registrazione
    29-09-2016
    Residenza
    perugia
    Età
    52
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Carissimi amici, intervengo dopo molto nella discussione per un chiarimento che spero mi potrete dare.
    Tra gli attrezzi “ereditati” dal vecchio laboratorio di mio padre ho ricevuto una mola da banco: doppio disco abrasivo a secco. L’attrezzo è praticamente inutile posto che è troppo veloce per affilare lame (che risultano sempre tutte rigate) e troppo statico per smerigliare pezzi metallici di grossa dimensione.
    Normalmente affilo scalpelli e lame della pialla con le pietre giapponesi ad acqua ed una guida a rullo della Veritas.
    La mola quindi non so proprio come utilizzarla: ho sostituito uno dei dischi con quello di panno per lucidare e devo dire che va bene.
    Vorrei chiedere a voi che avete avuto più esperienza due coese:
    1 – per lucidare con il disco di panno occorre una pasta abrasiva particolare o va bene quella in pasta da carrozziere?
    2 – esiste un disco abbastanza fine per affilare le lame in modo almeno decente? Se non altro da usaper per ferri meno precisi tipo spatole, cacciaviti, punte di trapano ecc?
    Grazie.

  3. #13
    Data registrazione
    31-05-2016
    Residenza
    sant'antonio abate - napoli
    Età
    34
    Messaggi
    89

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Cadabra Visualizza messaggio
    Carissimi amici, intervengo dopo molto nella discussione per un chiarimento che spero mi potrete dare.
    Tra gli attrezzi “ereditati” dal vecchio laboratorio di mio padre ho ricevuto una mola da banco: doppio disco abrasivo a secco. L’attrezzo è praticamente inutile posto che è troppo veloce per affilare lame (che risultano sempre tutte rigate) e troppo statico per smerigliare pezzi metallici di grossa dimensione.
    Normalmente affilo scalpelli e lame della pialla con le pietre giapponesi ad acqua ed una guida a rullo della Veritas.
    La mola quindi non so proprio come utilizzarla: ho sostituito uno dei dischi con quello di panno per lucidare e devo dire che va bene.
    Vorrei chiedere a voi che avete avuto più esperienza due coese:
    1 – per lucidare con il disco di panno occorre una pasta abrasiva particolare o va bene quella in pasta da carrozziere?
    2 – esiste un disco abbastanza fine per affilare le lame in modo almeno decente? Se non altro da usaper per ferri meno precisi tipo spatole, cacciaviti, punte di trapano ecc?
    Grazie.
    ciao...

    Esiste un sistema che si chiama multi sharp...relativamente poco costoso....da attaccare al trapano.
    Ce n'è un tipo per ferri pialla e scalpelli e uno per punte trapano.

    Razionalmente è concepito bene. Infatti per l'affilatura ad acqua ha un sistema che getta acqua in continuo sulla moletta evitando che si surriscaldi. Pensavo di provarlo.

    Onesatamente non so se è efficace.

  4. #14
    Data registrazione
    29-09-2016
    Residenza
    perugia
    Età
    52
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Ti ringrazio molto della segnalazione anche se a vederlo mi sembra un pò un "accrocchio", ... però per 30 euro si potrebbe anche provare. Se lo compri fammi sapere come va.
    Io però chiedevo un'altra cosa: se qualcuno mi sapeva dire esattamente come utilizzate (se la utilizzate) la mola da banco con dischi abrasivi.
    A me sembra un elettro utensile sostanzialmente inutile, ma credo di non aver capito io perché è un attrezzo molto diffuso.

  5. #15
    Data registrazione
    31-05-2016
    Residenza
    sant'antonio abate - napoli
    Età
    34
    Messaggi
    89

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Cadabra Visualizza messaggio
    Ti ringrazio molto della segnalazione anche se a vederlo mi sembra un pò un "accrocchio", ... però per 30 euro si potrebbe anche provare. Se lo compri fammi sapere come va.
    Io però chiedevo un'altra cosa: se qualcuno mi sapeva dire esattamente come utilizzate (se la utilizzate) la mola da banco con dischi abrasivi.
    A me sembra un elettro utensile sostanzialmente inutile, ma credo di non aver capito io perché è un attrezzo molto diffuso.
    ti farò sapere...

    Rileggendo la tua domanda aggiungo: per affilare i ferri pialla non va assolutamente bene la mola a secco che potrebbe essere utile per pareggiare in una fase preliminare dell'affilatura un ferro molto rovinato, per i cacciaviti o se hai la mano per le punte del trapano.

    Per gli scalpelli, e soprattutto per ferri pialla devi usare la mola ad acqua, altrimenti rischi seriamente di rovinare il filo. La puoi usare con qualche jig per mantenere l'angolo di brevel desiderato. E questo ti farà la maggiorparte del lavoro. Alla fine una passata veloce su pietra jappo dovrai sempre darla.

    Per capirci puoi guardarti qualche filmato degli affilatori tormek.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •