Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 27

Discussione: Stufa ad accumulo

Hybrid View

  1. #1
    Data registrazione
    20-12-2009
    Residenza
    Cavareno - TN
    Età
    67
    Messaggi
    175

    Predefinito Stufa ad accumulo

    Metto alcune foto della stufa ad accumulo termico che costruii nel 1994, nel mio studio.
    E' uno stufone alto più di 2 metri, 55 x 66 cm di sezione trasversale e pesante 1.100 Kg, tutto in mattoni e tavelle refrattarie.

    Ha una capacità di accumulo termico notevolissima e mantiene caldo il mio studio per 24 ore e le due stanze attigue per tutta la notte, con un comfort termico eccezionale e senza alcun dispendio di energia elettrica.

    A causa della sua notevole massa richiede 8-10 Kg di legna di abete + 1-2 tronchetti di faggio, che faccio bruciare a fiamma viva nel focolare, una sola volta al giorno.

    Ci son volute ben 72 ore di lavoro e tanta pazienza ma il risultato mi soddisfa, considerando che era la prima volta che mi cimentavo in un'opera del genere.

    L'estetica non è particolarmente elaborata ma la resa è notevole, circa 6 kW di potenza, resi nell'arco delle 24 ore con notevole continuità.

    01.jpg02.jpg03.jpg04.jpg05.jpg06.jpg07.jpg08.jpg09.jpg10.jpg11.jpg12.jpg
    Ultima modifica di anto_pappa : 20-11-2011 alle ore 22.04.57 Motivo: sistemazione foto

  2. #2
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Monza (MB)
    Età
    34
    Messaggi
    9,338

    Predefinito

    Complimenti Edo davvero una bella realizzazione. Hai usato malta refrattaria? Quei fori di lato? per l'aspirazione dell'aria?
    Antonino


    Youtube - Legno, che passione!

  3. #3
    Data registrazione
    20-12-2009
    Residenza
    Cavareno - TN
    Età
    67
    Messaggi
    175

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da anto_pappa Visualizza messaggio
    Complimenti Edo davvero una bella realizzazione. Hai usato malta refrattaria? Quei fori di lato? per l'aspirazione dell'aria?
    Si, malta refrattaria.
    I fori che vedi sono delle ispezioni, servono per pulire la stufa ogni 4 o 5 anni di funzionamento.
    Si tolgono e si rimettono quei 4 tappi bianchi che vedi sull'esterno.

  4. #4
    Data registrazione
    10-11-2010
    Residenza
    Mira - VE
    Età
    45
    Messaggi
    146

    Predefinito

    Mi associo ai complimenti di anto_pappa, veramente una realizzazione notevole.
    Daniele

  5. #5
    Data registrazione
    25-06-2010
    Residenza
    Vibo Valentia
    Età
    66
    Messaggi
    1,689

    Predefinito

    Opera degna di un bel brevetto, complimenti.
    Ciao
    Michele

  6. #6
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Alessandria (AL) da... Licata (AG)
    Età
    60
    Messaggi
    20,126

    Predefinito

    Veramente un gran bel lavoro Edo, mi piace molto, arreda notevolmente. Complimenti, grazie per averla condivisa con noi.
    Ciao Toto.

  7. #7
    Data registrazione
    10-01-2018
    Residenza
    udine
    Età
    51
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Edo,
    bravissimo davvero.

    Avrei intenzione di cimentarmi pure io in un progetto similare.

    Come ti trovi dopo 7 anni di esercizio (pulizia, tiraggio..)?
    I fermi che hai messo tra i mattoni sono indispensabili?
    Che tipo di legante hai utilizzato?
    Grazie.

  8. #8
    Data registrazione
    20-12-2009
    Residenza
    Cavareno - TN
    Età
    67
    Messaggi
    175

    Predefinito

    La stufa ha più di 23 anni e funziona ancora perfettamente.
    Richiede una manutenzione minima e la pulizia è facile.
    Il tiraggio è ancora ottimo, l'importante è usare legna secca che deve bruciare con fuoco vivace per non lasciare tracce di fuliggine nei condotti di fumo, poi, quando ci sono le braci, si chiudono le due portine stagne e in poco tempo la stufa raggiunge la temperatura max, mantenendo caldo l'ambiente per 24 ore.
    I fermi direi che sono indispensabili, altrimenti la stufa potrebbe danneggiarsi a causa delle dilatazioni.
    Come malta ho usato quella tradizionale: calce idraulica, grassello di calce e cemento refrattario in proporzione 1/3-1/3-1/3, più acqua naturalmente.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •