Pagina 2 di 12 PrimoPrimo 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 11 fino 20 di 113

Discussione: Consigli per cappotto interno

  1. #11
    Data registrazione
    23-08-2008
    Residenza
    stra venezia
    Età
    46
    Messaggi
    1,598

    Predefinito

    ciao ,io ho avuto lo stesso problema , angolo in cucina bagno e camera , risolto il tutto con pittura termica 3 mani , sono due anni e di muffa nemmeno l'ombra , tutti gli anti muffa li trovo solo dei pagliativi , poi dipende anche da l'entita della muffa .
    valerio

  2. #12
    Data registrazione
    23-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    39
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da vula Visualizza messaggio
    ciao ,io ho avuto lo stesso problema , angolo in cucina bagno e camera , risolto il tutto con pittura termica 3 mani , sono due anni e di muffa nemmeno l'ombra , tutti gli anti muffa li trovo solo dei pagliativi , poi dipende anche da l'entita della muffa .

    ciao valerio... tutto bene?
    cos'è un pagliativo?
    si dice palliativo...

    ero impegnato , capisci a me... ciao.
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

  3. #13
    Data registrazione
    23-08-2008
    Residenza
    stra venezia
    Età
    46
    Messaggi
    1,598

    Predefinito

    ciao hai ragione , ho sbagliato a scrivere .
    valerio

  4. #14
    Data registrazione
    05-02-2010
    Residenza
    TORINO
    Età
    63
    Messaggi
    1,127

    Predefinito

    La formazione di muffe negli ambienti interni è un problema frequente. Le cause sono da ricercarsi per lo più nella struttura dell'edificio e vanno dai ponti termici (es. balconi sporgenti) a una insufficiente coibentazione delle varie parti costruttive. Per salvaguardare la salute delle persone è necessario rimuoverle appena possibile. Spesso la formazione di muffe è dovuta anche a una scorretta ventilazione degli ambienti da parte di chi vi abita ed anche a scorrette abitudine.

    Insomma per curare la muffa occorre capirne l'origine, consiglio di leggere l'allegato.
    Premetto che il file è del 2007, per cui i materiali proposti per eliminare la muffa potrebbero non essere più reperibili e o sostituiti con altri simili .
    Inoltre occorre tener presente che un errato lavoro potrebbe peggiorare la situazione

    Esperienza personale: ho una parete della casa esposta completamente a nord, inoltre la stessa parete era ombreggiata da un enorme pino , per cui quel poco di luce che poteva filtrare ed e scaldare era vanificato dalla presenza del suddetto, abbattuto è scomparsa la muffa su quella parete.

    Altro esempio: in un alloggio che ben conosco, fino a circa 6 anni fà la muffa non esisteva, ora che sono cambiati gli abitanti è perennemente invaso dalla muffa sopratutto nella zona cucina.
    La differenza?
    Prima ci abitavano da due a tre persone ed arieggiavano sempre sia d'inverno che d'estate tutte le stanze; oggi ci abitano dalle 6 persone ad 8 , non arieggiano e scaldano poco, addirittura ho visto che usavano stufe catalitiche per risparmiare sul gas, per far un paragone nell'alloggio al piano superiore che è di pari grandezza, abitato da solo 4 persone, hanno consumato il doppio di gas in 6/7 anni e non hanno problemi di muffa.

    P.s. : data l'ora spero di non aver scritto delle frescacce
    Files allegati Files allegati
    Ultima modifica di brontolo07 : 24-05-2012 alle ore 01.45.52
    Ciaooooooooooo
    Antonio


    Ora che abbiamo superato la profezia dei Maya .... non ci ferma più nessuno


    i miei hobby

  5. #15
    Data registrazione
    01-12-2010
    Residenza
    Napoli
    Età
    57
    Messaggi
    410

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da TOOL Visualizza messaggio
    Sconsiglio vivamente di mettere in casa dei materiali sintetici di origine trolifera quali quelli citati...semmai è più opportuno mettere il sughero!
    Un metodo per eliminare la condensa è quello di areare la parte alta della stanza mediante foratura della parete perimetrale (in alto) e posa in opera di griglia richiudibile in almeno due punti non vicini tra loro in modo da creare ricircolo d'aria.
    Ovviamente questo comporta una certa dispersione di calore ma nemmeno esagerata se le grigliette vengono richiuse nelle ore più fredde.
    Circa 15 anni fa per semplici problemi di esposizione a nord di una parete della camera da letto effettuai una coinbentazione dall'interno con cartongesso+polistrene. La parete è quella lato spalliera del letto, quindi si dorme praticamente attaccati a questi materiali sintetici di origine petrolifera.
    Mi devo preoccupare ?

    Grazie Peppe
    Ultima modifica di giusrusso : 29-05-2012 alle ore 19.21.58

  6. #16
    Data registrazione
    23-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    39
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da giusrusso Visualizza messaggio
    Circa 15 anni fa per semplici problemi di esposizione a nord di una parete della camera da letto effettuai una coinbentazione dall'interno con cartongesso+polistrene. La parete è quella lato spalliera del letto, quindi si dorme praticamente attaccati a questi materiali sintetici di origine petrolifera.
    Mi devo preoccupare ?

    Grazie Peppe
    ti devi preoccupare allo stesso modo in cui ti preoccupi quanto indossi qualsiasi maglione in poliestere, canotta o mangi in qualsiasi scodella di plastica..........insomma, mi pare una precauzione inutile.. pensa che i vegani non si vestono ne di lana ne di piuma, solo poliestere e cotone..
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

  7. #17
    Data registrazione
    01-12-2010
    Residenza
    Napoli
    Età
    57
    Messaggi
    410

    Predefinito

    Concordo.
    D'altra parte nel caso specifico, non essendoci nessun contatto con il materiale, bisognerebbe preoccuparsi se esistessero vapori o polveri disperse del polistirene nell'ambiente.

    Grazie Ciao Peppe

  8. #18
    Data registrazione
    16-10-2009
    Residenza
    Prato.PO
    Età
    59
    Messaggi
    2,710

    Predefinito

    Ho letto con interesse, nelle casa in montagna ( 900 mt appennino) ho un notevole problema della condensa e relative muffe....
    Non ho ancora risolto ... ma posso confermare molte affermazioni:

    1- il cappotto è meglio esterno, se fatto internamente dovrebbe comunque escludere i "ponti termici" ( ideale che tutte le pareti siano isolate - in prossimità degli angoli si avrebbe comunque un ponte termico con l'esterno attraverso la parete)
    2- Quando la casa era disabitata a finestre aperte ( i vetri intendo) non c'era traccia di muffe, quando abbiamo iniziato ad usarla le muffe hanno addirittura distrutto dei mobili in compensato impiallacciato, quindi creare circolo di aria è importante.
    3- Le stanze esposte al sud ( di giorno al sole) nel mio caso non presentano muffe, le altre si, o comunque hanno condensa in esubero.
    4- Una parte si riduce anche riducendo l'umidità con un deumidificatore ( nel mio caso a sali perchè non ci siamo)
    5- La candeggina è un ottimo fungicida/antimuffa, va usata naturale ( non varianti deodorate) e possibilmente non bisogna strofinare la muffa esistente per non diffonderla
    6- Non ho provato il cartongesso antiumidità ( l'altro purtroppo si e immaginate cosa sia successo) comunque ho notato che dove le superfici non assorbono trovo le goccioline, dove assorbono ( come intonaci) la umidità viene assorbita e in presenza di ventilazione smaltita senza muffe.
    7-Una parte rifatta con intonaco antiumidità ( in basso) ha risposto bene riducendo la muffa da condensa.

    Mettendo tutto in un mixer:
    VA bene cappotto per ridurre la parete fredda
    Va bene prodotto ( come pitture o additivi appositi)
    Va bene ventilare
    Va bene scaldare omogeneamente: una fonte di calore (naturale o artificiale ) da un lato della casa produce lo spostamento del vapore e la condensa sulla parete più fredda.
    Il sughero è eccezionale, ma come dice Vito siamo avvolti nelle fibre sintetiche....( ci sono pannelli più economici anche prefiniti o su cui passare un apposito intonachino)
    Se dovessi fare una parte di cartongesso starei attento alla struttura per non creare ponti termici con le viti o telai di metallo, per i cappotti di solito si incollano i pannelli con colle apposite, poi si mettono dei tasselli di plastica in cui si "inchioda" un chiodone di Plastica che lo blocca, proprio per non fare ponti, poi si tratta con intonachino apposito.
    IO dovrò farlo a breve su una parete esterna ed una interna....
    ...non vivere in questa terra come un inquilino....
    N. Hikmet.

  9. #19
    Data registrazione
    03-12-2011
    Residenza
    Vicenza
    Età
    44
    Messaggi
    55

    Predefinito

    Eccomi,
    tra domenica pomeriggio e lunedì mattino ho fatto "il cappotto interno", alla fine ho scelto polistirolo da 5 cm di medio alta densita (non ricordo il peso specifico per metro cubo) e travetti di abete 5x4, peccato che mi sono dimenticato a documentare il tutto, ma questa sera che darò la seconda mano di stucco farò qualche foto nel pezzettino dove andrà il calorifero (l'unico ancora da finire perchè devo attendere l'intervento dell'idraulico che al momento è in ferie).
    Questa soluzione dal mio punto di vista è la più economica possibile, ammetto potevo spendere qualcosima di meno, cambiando spessore del polistirolo ma non avrei più avuto la stessa resa.
    Bisogna vivere come si pensa, altrimenti si finirà per pensare come si è vissuto.

  10. #20
    Data registrazione
    23-12-2007
    Residenza
    Tramutola
    Età
    39
    Messaggi
    4,609

    Predefinito

    nel frattempo l'ho fatto anche io, con polistirene da 2 cm e truciolato da 1 cm. alle pareti .al soffitto ho messo lana di vetro da 5 cm e truciolato da 1cm. ho scelto il truciolato al posto del cartongesso, per due motivi, costa di meno e isola di più. poi darò vernice lavabile dopo aver stuccato. la vernice lavabile fa da barriera al vapore. devo dire che sono gia due settimane che l'ho finito e la differenza si sente, la temperatura interna è molto più stabile tra giorno e notte e cmq anche di giorno, con questi caldi, non sono mai andato sopra i 26 gradi. contro i 29 che avevo misurato prima.
    Ultima modifica di vito : 14-08-2012 alle ore 14.26.26
    oggi la grecia, domani il mondo.
    il tempo smetterà di essere denaro, tornerà sacro.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •