Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 42

Discussione: Vecchio gozzo da recuperare

  1. #1
    Data registrazione
    05-08-2013
    Residenza
    San Pientro in Cerro
    Età
    39
    Messaggi
    16

    Predefinito Vecchio gozzo da recuperare

    Ciao a tutti!
    come ho accennato nella mia presentazione questa estate con mio marito abbiamo comprato un vecchio gozzo. Di barche non ne capiamo niente ma era già qualche anno che questo desiderio si faceva strada in noi e ad ogni vacanza non mancavamo mai di andare a visitare qualche porto per "lumare" queste belle barchette!
    Insomma eccoci qui con un gozzo parcheggiato sotto casa! Allego delle foto tanto per farvi vedere di cosa parlo.
    Nel frattempo abbiamo cercato di documentarci in vario modo... ma adesso l'unica mia certezza è di dover svuotare tutta l'acqua di sentina, togliere il ponte (si dice così?), il motore, rimuovere la vernice e carteggiare tutto x trovare eventuali marcescenze del legno.
    Cosa ne dite?
    P.S. Confesso che sto già pensando di portarlo da un bravo artigiano ma:
    1. Vorrei farlo io stessa perché così si verrebbe a creare un "rapporto" tra me e la barca(non prendetemi x pazza) e imparerei veramente a conoscerla.
    2. Non conosco bravi artigiani
    3. Non ho idea di cosa possa costare far rimettere a nuovo una barca in legno di poco meno di 5 m.
    Immagini allegate Immagini allegate

  2. #2
    Data registrazione
    23-05-2013
    Residenza
    Roma
    Età
    43
    Messaggi
    45

    Predefinito

    Prima di tutto COMPLIMENTI PER L'ACQUISTO!!! Seconda cosa, io non la porterei da un artigiano....altrimenti daresti tutta la soddisfazione a lui!! Quella è la parte migliore!!! Ti resterebbe solo la peggiore....quella di cacciare soldi! Ha ha ha :-)....
    Dunque, seriamente, io come te non capisco nulla di barche e non sono nemmeno tanto sicuro di saperla guidare...ma ho iniziato l'avventura, un poco come te, di restaurare una Lancia Sorrentina partendo da zero!
    I primi passi leggo che già li sai...per cui vai tranquilla e posta le foto quando avrai finito di fare il primo step...riportare la barca a legno!
    Poi in questi giorni posterò altre foto del mio restauro che ho custodito gelosamente per voi del Truciolo, ma non ho mai il tempo di pubblicarle....
    Ciao e buon divertimento!!!

  3. #3
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    57
    Messaggi
    1,166

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da irinaciam Visualizza messaggio
    Ciao a tutti!
    come ho accennato nella mia presentazione questa estate con mio marito abbiamo comprato un vecchio gozzo. Di barche non ne capiamo niente ma era già qualche anno che questo desiderio si faceva strada in noi e ad ogni vacanza non mancavamo mai di andare a visitare qualche porto per "lumare" queste belle barchette!
    Insomma eccoci qui con un gozzo parcheggiato sotto casa! Allego delle foto tanto per farvi vedere di cosa parlo.
    Nel frattempo abbiamo cercato di documentarci in vario modo... ma adesso l'unica mia certezza è di dover svuotare tutta l'acqua di sentina, togliere il ponte (si dice così?), il motore, rimuovere la vernice e carteggiare tutto x trovare eventuali marcescenze del legno.
    Cosa ne dite?
    P.S. Confesso che sto già pensando di portarlo da un bravo artigiano ma:
    1. Vorrei farlo io stessa perché così si verrebbe a creare un "rapporto" tra me e la barca(non prendetemi x pazza) e imparerei veramente a conoscerla.
    2. Non conosco bravi artigiani
    3. Non ho idea di cosa possa costare far rimettere a nuovo una barca in legno di poco meno di 5 m.
    Concordo con te Irina, un ottimo modo per avere feeling con una barca è smontarla e rimontarla; per quel che vedo non è affatto in pessime condizioni, pertanto con pazienza, spirito di iniziativa e una paziente ricerca dei prodotti giusti, potrete dare nuova vita al natante!
    Molti qui dentro hanno le competenze per darti le dritte giuste, perciò chiedi, chiedi, chiedi! vedrai che faranno a gara per risponderti.
    Maurizio

  4. #4
    Data registrazione
    05-08-2013
    Residenza
    San Pientro in Cerro
    Età
    39
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Gianpy ti ringrazio veramente tanto per il tuo incoraggiamento.
    Ho guardato con interesse le foto del tuo lavoro e ho seguito il dialogo con Nics che in effetti si "scosta" dai suggerimenti di Micromax.
    Spero che tu riesca a caricare al più presto le nuove foto del tuo lavoro intanto io cercherò di darci dentro in questi giorni approfittando della pausa ferragostana.
    Ciao

    Maurizio sai cosa mi preoccupa di più?
    Dover riprodurre alcune parti rotte o danneggiate.
    Non so se un falegname non specializzato sulle barche saprà aiutarmi...
    Io intanto ogni pezzo che tolgo, anche se rotto, cerco di mantenerlo il più integro possibile per usarlo come dima x quello nuovo.
    Spero che questa mia idea si riveli utile.
    Ciao e grazie

  5. #5
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    57
    Messaggi
    1,166

    Predefinito

    sicuramente è una giusta cosa, inoltre fai foto di ogni passaggio, anche prima di smontare, in caso di problemi avrai un "testimone" visivo che ti servirà.
    Maurizio

  6. #6
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    61
    Messaggi
    1,130

    Predefinito

    Ciao Irina. Per prima cosa mi complimento per l'acquisto, è un bel gozzo, con una bella linea, da quello che riesco a vedere dalle foto e, oltretutto, non mi pare conciato troppo male. Hai detto giusto, per quanto riguarda le prime cose da fare e segui il suggerimento di Giotto59: fotografa ogni passaggio che fate, sia per quanto riguarda lo smontaggio dei pezzi lignei, ma, soprattutto, quando passerete allo smontaggio del motore e della ferramenta di bordo. Dalle foto, per quello che riesco a vedere, non dovrebbero esserci problemi né alla ruota di prua né a quella di poppa, che se danneggiate, ti costringerebbero ad avvalerti dell'opera di un artigiano del mestiere. Quanto allo smontaggio del ponte, coperta, di solito le assi venivano fermate con delle viti, di solito in ottone, coperte, poi da cavicchi dello stesso legno delle assi. Quindi, per lo smontaggi, onde evitare sicure rotture delle assi di coperta, cercate di individuare questi cerchietti di legno che coprono le teste delle viti, eliminateli con una punta di metallo, anche un vecchio cacciavite a taglio, magari un po' molato ed affilato sulla punta, e svitate le viti che le fissano ai sostegni. Se non fossero visibili , perché coperti dalla vernice, provvedete prima a sverniciare la coperta, così come dovrete fare per tutto lo scafo, sia all'esterno che all'interno. La sverniciatura si può fare sia con una levigatrice rotoorbitale, ecquipaggiata con dischi di cartavetro di spessore sempre più sottile, che a caldo, usando una pistola a caldo per ammorbidire la vernice ed eliminandola con un raschietto metallico, la cui lama dovrà essere affilata corca a 30° solo da un lato. A prescindere che sul forum sono presenti persone ben più qualificate di me in materia, ritienimi a completa disposizione per eventuali dubbi da chiarire. Ciao

    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

  7. #7
    Data registrazione
    23-05-2013
    Residenza
    Roma
    Età
    43
    Messaggi
    45

    Predefinito

    Azz...micromax è resuscitato....si vede che "irina" era meglio di "gianpy" ovviamente! :-) Scherzo Max....solo che avrei voluto qualche consiglio da te durante il mio restauro ma questo non è avvenuto...non so perchè....comunque ti ringrazio uguialmente per le infinite dritte che hai scritto e che io ho potuto leggere.....ciao.....se vuoi vatti a vedere le foto che ho postato del lavoro finito...anzi adesso ce ne metto un altro paio... ciaooo

  8. #8
    Data registrazione
    05-08-2013
    Residenza
    San Pientro in Cerro
    Età
    39
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Ciao Micromax,
    grazie dei tuoi consigli e ne approfitto subito per farti una domanda.
    Il ponte del gozzo non è fatto di legno massello ma di compensato impiallicciato.
    La parte di prua è ben conservata ma il coperchio del motore e del gavone di prua sono marciotti (sembrano tenuti insieme dalla vernice) come anche la seduta a poppa.
    A questo punto cosa faccio ???
    - cerco di salvare il salvabile e rifaccio con un legno nuovo i punti rotti?
    (esisterà una cosa simile in commercio? anche se il resto ha preso la bella patina del tempo e quindi non sarà mai uguale)
    - rifaccio tutto ex-novo?
    Grazie ancora e ciao
    Irina

  9. #9
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    61
    Messaggi
    1,130

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da gianpy Visualizza messaggio
    Azz...micromax è resuscitato....si vede che "irina" era meglio di "gianpy" ovviamente! :-) Scherzo Max....solo che avrei voluto qualche consiglio da te durante il mio restauro ma questo non è avvenuto...non so perchè....comunque ti ringrazio uguialmente per le infinite dritte che hai scritto e che io ho potuto leggere.....ciao.....se vuoi vatti a vedere le foto che ho postato del lavoro finito...anzi adesso ce ne metto un altro paio... ciaooo
    Gianpy, mi dispiace di non aver visto i tuoi post, ma passo, volando, dal sito solo raramente e di corsa. Ho risposto a questo post solo perché invitato, penso più per farmi dare una smossa che per il consiglio in se stesso, perché, in fondo, non ho fatto che ripetere le stesse cose suggerite in precedenza a Peppe Principe, che saluto affettuosamente, ed ad altri,che saluto anche affettuosamente, unitamente a tutti i forumisti. I miei sono consigli antichi. Dall'epoca in cui mi dilettavo con la nautica ne è passata di acqua sotto i ponti e le tecniche si sono molto evolute e, sicuramente, sul sito ci sono un sacco di amici che ne sanno molto ma molto di più rispetto a me, quindi la vecchia gloria è stata chiamata a riscendere in campo solo per aiutarla, in quanto era diventata troppo apatica. Quindi non avertene a male per i miei mancati consigli, ma, ultimamente, a causa di alcune traversie, mi sono chiuso un po' in me stesso: Mi sento mortificato per non aver partecipato al tuo post, ma , sicuramente, avrai avuto il valido sostegno di qualcuno che usa metodi più avanzati del sottoscritto, avendo tu, ormai, terminato il lavoro, anche senza suggerimenti del vecchio nonno (io).
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

  10. #10
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    61
    Messaggi
    1,130

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da irinaciam Visualizza messaggio
    Ciao Micromax,
    grazie dei tuoi consigli e ne approfitto subito per farti una domanda.
    Il ponte del gozzo non è fatto di legno massello ma di compensato impiallicciato.
    La parte di prua è ben conservata ma il coperchio del motore e del gavone di prua sono marciotti (sembrano tenuti insieme dalla vernice) come anche la seduta a poppa.
    A questo punto cosa faccio ???
    - cerco di salvare il salvabile e rifaccio con un legno nuovo i punti rotti?
    (esisterà una cosa simile in commercio? anche se il resto ha preso la bella patina del tempo e quindi non sarà mai uguale)
    - rifaccio tutto ex-novo?
    Grazie ancora e ciao
    Irina
    Non esistono soluzioni preconfezionate: Dovrete smontare la pontatura ed i vari coperchi ed usarli per dima per segnare le misure e le forme su dei nuovi fogli di compensato marino. Per la pontatura ti consiglio un compensato di almeno due cm di spessore, per i coperchi va bene anche un cm. ora scappo perché sono in forte ritardo. Ciao
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •