Pagina 3 di 5 PrimoPrimo 12345 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 21 fino 30 di 42

Discussione: Vecchio gozzo da recuperare

  1. #21
    Data registrazione
    05-08-2013
    Residenza
    San Pientro in Cerro
    Età
    40
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Ciao Nics,
    il gozzo e uno sciallino.
    Il motore è entrobordo e mio marito lo vuole assolutamente tenere così.
    Inoltre è funzionante, revisionato da poco. Si tratta di un Nanni 10 cv diesel.
    motore1.jpg
    Ponendo che riesca a toglierlo poi sono temo di non riuscire a rimontare tutto!
    Ho pensato di carteggiare intorno al motore senza toglierlo ma come faccio a lavorare sull'opera viva esternamente senza girare la barca? Conta che non ho nulla per tenerla sollevata.
    Per completare il quadro mi hanno detto che un meccanico per mettere un motore a banco vuole 1500euro.

  2. #22
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    59
    Messaggi
    1,373

    Predefinito

    Irina, in teoria smontare il motore non è complicatissimo, perché a parte la flangia che lo unisce all'albero dell'elica, ci sono solo 4 bulloni ammortizzati (o anche non ammortizzati), che lo fissano al suo appoggio.
    Certo una mano da un amico meccanico, sarebbe cosa gradita, ma i motori diesel come quello che hai lì sono davvero elementari.
    Per sollevare il motore dovrebbe bastare un bel paranco elettrico, per lo scafo invece bisogna capire quanto pesa...ma fai un passo alla volta..
    Ritengo che smontarlo sia necessario, anche per vedere le condizioni della boccola passascafo.
    Maurizio

  3. #23
    Data registrazione
    05-03-2008
    Residenza
    Bacoli (NA)
    Età
    46
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Irina,
    sono d'accordo sul non alterare la motorizzazione del gozzo, costruito da un cantiere di ottima reputazione.
    Per rimettere in sesto lo scafo sarebbe opportuno provvedere alla rimozione del motore per poter lavorare lo scafo, controllare i supporti, allineamento dell'asse dell' elica, premistoppa, etc...
    Purtroppo rimuoverlo o meno dipende anche molto dallo stato della barca che non posso giudicare nel dettaglio dalle foto.

    Per lavorare sull'opera viva della barca, devi poggiare la barca portando la chiglia a circa 60 cm dal suolo su dei supporti sufficientemente resistenti.
    Fatto ciò, puoi "abbattere" lo scafo da un lato e lavorare.

    1500 euro per montare un entrobordo da 10cv??? Complimenti!!!! ti mando un meccanico da qui, pagandogli le spese risparmi pure un bel pò!

    Saluti,
    Nics...

  4. #24
    Data registrazione
    05-03-2008
    Residenza
    Bacoli (NA)
    Età
    46
    Messaggi
    35

    Predefinito

    Intendo una cosa del genere per lavorare sull'opera viva dello scafo...


  5. #25
    Data registrazione
    05-08-2013
    Residenza
    San Pientro in Cerro
    Età
    40
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Annuncio che ieri abbiamo scollegato il motore dalle varie parti e sabato se mio suocero riesce a venire a darci una mano lo togliamo.
    Vi tengo aggiornati!
    Irina

  6. #26
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    59
    Messaggi
    1,373

    Predefinito

    Bravi, così si fa!
    Maurizio

  7. #27
    Data registrazione
    05-03-2008
    Residenza
    Bacoli (NA)
    Età
    46
    Messaggi
    35

    Predefinito

    ok! aspettiamo le foto!

  8. #28
    Data registrazione
    23-05-2013
    Residenza
    Roma
    Età
    44
    Messaggi
    45

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da irinaciam Visualizza messaggio
    Annuncio che ieri abbiamo scollegato il motore dalle varie parti e sabato se mio suocero riesce a venire a darci una mano lo togliamo.
    Vi tengo aggiornati!
    Irina

  9. #29
    Data registrazione
    28-01-2009
    Residenza
    napoli
    Età
    61
    Messaggi
    8

    Predefinito

    ciao Irina mi chiamo Sergio,in passato ho ristrutturato un gozzo di 9,50 metri ed ora ne sto ristrutturando uno di 7,5 m .ti racconto cio solo per incoraggiarti a fare la ricostruzione da te quando ho incominciato con il primo non avevo mai messo mano su una barca in legno,ora ti confesso che mi diverto di piu a ricostruire riparare lucidare che andar per mare.detto cio dalle foto che vedo non vedo assolutamente un lavoro estremamente difficile la ruota di prua e di poppa non sembrano certo da ricostruitr e quello sarebbe un intervento da dover far fare solo a degli specialisti o comunque a persone con una discreta esperienza in materia.Al momento ti consiglio di andare per gradi munisciti di una buona levigatrice orbitale ,acquista un pacco di dischetti da 60 e con molta pazienza cerca di portare tutto il legno a vista.

  10. #30
    Data registrazione
    18-05-2013
    Residenza
    roma
    Età
    64
    Messaggi
    85

    Predefinito

    Il motore deve essere sbarcato assolutamente per gli interventi eventualmente necessari all'albero, premistoppa, sentina e supporti.
    Le tavole del fasciame "spugnose" sono marce e vanno sostituite, così come le ordinate spaccate.
    Alcune ordinate sono state affiancate da pezzi nuovi ... ... se devono essere sostituite per intero fino alla chiglia non è intervento di poco conto, occorre un maestro d'ascia così come per la ruota di prua e di poppa, che però dalle foto non sembrerebbero compromesse.
    Insomma, quello che voglio dire è che fasciame, baglio, boccaporto, paioli, serrette, braccioli, falchetta, sono parti che con tempo/pazienza/capacità si ripristinano/riproducono, chiglia, ruota di prua, ruota di poppa, dritto di prua e di poppa, ordinate, sono interventi che richiedono tecnica ed esperienza.
    Dalle immagini non si può capire lo stato del legno strutturale.
    Con questo non voglio spaventarti, né demoralizzarti solo farti capire che ci sono interventi relativamente semplici ed altri molto meno e che forse un parere preventivo di un tecnico potrebbe esserti d'aiuto.
    Ho una piccola imbarcazione in vetroresina (ferma da diversi anni per miei problemi di salute) in un cantiere navale di Fiumicino per il quale diversi anni fa ho creato, a puro titolo di amicizia, un sito web (ormai superato e semiabbandonato). Anche per questo motivo ho potuto seguire da vicino il restauro del Lyl Irsa e del Mayflower barche a vela d'epoca, da regata.
    Ho visto eseguire interventi molto invasivi su scafi che sembravano irrecuperabili ed altri che pur non sembrando tali erano, purtroppo, economicamente non convenienti da eseguire.
    Sciallino è un cantiere importante dal nome altisonante, ma ciò non toglie che il legno comunque marcisca se non manutenuto con caparbia e puntigliosa meticolosità.
    Nanni è "IL MOTORE" per eccellenza, imbarcato sui gozzi "della gente di mare", indistruttibile, affidabile e parco nei consumi, 10 Hp sufficienti a spingere il gozzo a velocità dislocamento anche quando il mare è formato.
    Rimboccatevi le maniche, tempo e dedizione non mancheranno a donarvi i meritati frutti.
    In bocca al lupo ... di mare!
    Bruno
    Quando ero piccolo i miei genitori mi volevano così bene che misero nel mio lettino un orsacchiotto ... VIVO!

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •