Pagina 2 di 6 PrimoPrimo 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 11 fino 20 di 53

Discussione: Nuova sfida(Restauro Gozzo)

  1. #11
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    63
    Messaggi
    1,131

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da peppeprincipe Visualizza messaggio




    Il lavoro piu rognoso sara la cabina con la coperta li ci sono danni sicuramente e come dici tu il risultato sara stupefacente.


    Aspettami mi sto attrezzando sto in cerca di un paio d'ali d'aereo


    Marco la barca il proprietario dice che quest'anno non e stata messa a mare ad occhio lo scafo lo visto in buone condizioni man mano ti sapro dire.



    Certamente vi aggiornero man mano che i lavori procederanno, Pasquale e si che di lavoro c'e ne sta ma il bello e che non mi spaventa



    Si na passeggiata come dire Salerno Budapest.



    Se non la vincero pazienzama sicuramente avro combattuto e l'importante e partecipare e vincere
    Ad informarvi e foto stai senza pensieri che vi faro dire




    Max hai visto giusto il lavoro piu grande e la sovrastruttura.Per quando riguarda il lavoro che ci sta da fare non mi spaventa perche dico che dove c'e l'inizio ci deve essere la fine e qui realmente il diavolo non e cosi brutto devo controllare solo il fasciame con la ghiglia che non sono riuscito a stabilire ancora bene il da farsi, per quando riguarda i sostegni sono stati messi in fretta e furia ma prima di incominciare i lavori scuramente la puntellero meglio.
    Man mano che postero i lavori spero che mi darai dei consigli e se ci saranno critiche da fare spara pure che per me non e altro che un modo per migliorarmi.

    Ciao Peppe


    Peppe ricorda... l'importante non è partecipare, bensì





















    VINCERE
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

  2. #12
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    63
    Messaggi
    1,131

    Predefinito

    mannaggia a Helmut!!!!! e 'na vota me scordo e 'na vota esaggero eche miseria
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

  3. #13
    Data registrazione
    07-03-2009
    Residenza
    Alghero (SS)
    Messaggi
    116

    Predefinito

    ciao peppe sono nuovo del forum. io due anni fa ho restaurato il mio gozzo . una spagnoletta algherese a vela latina . all'inizio dei lavori sembrava niente come la tua alla fine del originale mi e' rimasto solo le due murate e le ordinate. se vuoi un consiglio per prima cosa sbarca il motore. e poi incomincia a sverniciare la barca.
    buon vento.

  4. #14
    Data registrazione
    31-12-2007
    Residenza
    Salerno
    Età
    58
    Messaggi
    3,466

    Predefinito Max

    MAX
    Se ci sei batti un colpo
    Max tieniti pronto perche l'avventura e incominciata e sicuramente avro bisogno dei tuoi consigli.Posto alcune foto della barca che ho incominciato a sverniciare penso che tra una decina di giorni smontero anche la coperta con la relativa cabina cosi mi rendero conto della reale situazione,postero le foto man mano che vado avanti mi raccomando guarda e dammi qualche consiglio che ritieni piu adatto alla situazione.

    A mi scordavo digli a quel maledetto di Helmut di aspettare ancora qualche centinaio d'anni per farsi vivo.
    Immagini allegate Immagini allegate
    Ciao Peppe
    non rimandare a domani quello che puoi fare oggi

  5. #15
    Data registrazione
    10-03-2008
    Residenza
    Trieste, Italia
    Età
    45
    Messaggi
    9,457

    Predefinito

    Conoscendo come lavori... ce la farai di sicuro!!!

    Buon lavoro

    Marco

  6. #16
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    63
    Messaggi
    1,131

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da peppeprincipe Visualizza messaggio
    MAX
    Se ci sei batti un colpo
    Max tieniti pronto perche l'avventura e incominciata e sicuramente avro bisogno dei tuoi consigli.Posto alcune foto della barca che ho incominciato a sverniciare penso che tra una decina di giorni smontero anche la coperta con la relativa cabina cosi mi rendero conto della reale situazione,postero le foto man mano che vado avanti mi raccomando guarda e dammi qualche consiglio che ritieni piu adatto alla situazione.

    A mi scordavo digli a quel maledetto di Helmut di aspettare ancora qualche centinaio d'anni per farsi vivo.
    Caro peppe il colpo lo batto e ti ripeto che, come ebbi già a dirti, il diavolo sembra più brutto di quello che è. dalle fotografie mi sembra quasi tutto "fesseria 'e cafè". piuttosto, non mi piace troppo la ruota di prua all'unione con il fasciame ed all'impalettatura con la chiglia. pulisci per bene e controlla 1) che il fasciame sia saldamente fissato alla ruota di prua ed alla chiglia; 2) che il perno, che dovrebbe essere di acciaio, se non lo è cambialo, come tutti quelli che fissano la chiglia, che tiene insieme la impalettatura della ruota di prua con quella della chiglia sia a posto al 100%. per il resto niente che non si possa tranquillamene risolvere con un buon calafataggio e, tutt'al più, con una rinvergatura per gli spazi più larghi. mi raccomando una bella pulizia di tutto lo scafo ed un controllo della chiodatura del fasciame. non ti preoccupare, sarà una bella avventura anche per me e chissà che non venga a trovarti ed a darti una mano di persona, chissà quante cose mi insegnerai (speravi che le insegnassi io a te, ma poi sarebbe finito che tu sei il grande peppe principe. ciao P.S. togli anche la piastra d'acciaio dalla prua e controlla che il legno, che li sotto deve essere sempre stato bagnato, sia ok. cià.
    Ultima modifica di Toto : 01-04-2009 alle ore 21.09.38 Motivo: eliminato messaggio doppio :-)
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

  7. #17
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    63
    Messaggi
    1,131

    Predefinito

    carissimo peppe e poi dici che devi convincere helmut a lasciarmi in pace???????? hai visto no? fra poco mi daranno la badante, speriamo almeno che sia carina e disponibile, così farò come quel vecchietto che si lamentava della sua memoria, perché ogni volta che saltava addosso all'infermiera questa gli diceva "signor giovanni ancora? è già la quinta volta oggi!!!" come si dice?"F...ti e poi ti scordi"
    Ultima modifica di micromax : 01-04-2009 alle ore 16.25.51
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

  8. #18
    Data registrazione
    31-12-2007
    Residenza
    Salerno
    Età
    58
    Messaggi
    3,466

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da micromax Visualizza messaggio
    Caro peppe il colpo lo batto e ti ripeto che, come ebbi già a dirti, il diavolo sembra più brutto di quello che è. dalle fotografie mi sembra quasi tutto "fesseria 'e cafè". piuttosto, non mi piace troppo la ruota di prua all'unione con il fasciame ed all'impalettatura con la chiglia. pulisci per bene e controlla 1) che il fasciame sia saldamente fissato alla ruota di prua ed alla chiglia; 2) che il perno, che dovrebbe essere di acciaio, se non lo è cambialo, come tutti quelli che fissano la chiglia, che tiene insieme la impalettatura della ruota di prua con quella della chiglia sia a posto al 100%. per il resto niente che non si possa tranquillamene risolvere con un buon calafataggio e, tutt'al più, con una rinvergatura per gli spazi più larghi. mi raccomando una bella pulizia di tutto lo scafo ed un controllo della chiodatura del fasciame. non ti preoccupare, sarà una bella avventura anche per me e chissà che non venga a trovarti ed a darti una mano di persona, chissà quante cose mi insegnerai (speravi che le insegnassi io a te, ma poi sarebbe finito che tu sei il grande peppe principe. ciao P.S. togli anche la piastra d'acciaio dalla prua e controlla che il legno, che li sotto deve essere sempre stato bagnato, sia ok. cià.
    Ciao Max seguiro alla lettera i tuoi consigli ma per il momento continuo a spogliarla cosi vedremo se ci sono sorprese e il da farsi, l'avventura sicuramente sara bellissima e ancora di piu' se avro il piacere della tua visita non preoccuparti saro gentile e ospitale non ti mettero a lavorare.
    Ciao Peppe
    non rimandare a domani quello che puoi fare oggi

  9. #19
    Data registrazione
    31-12-2007
    Residenza
    Salerno
    Età
    58
    Messaggi
    3,466

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da micromax Visualizza messaggio
    Caro peppe il colpo lo batto e ti ripeto che, come ebbi già a dirti, il diavolo sembra più brutto di quello che è. dalle fotografie mi sembra quasi tutto "fesseria 'e cafè". piuttosto, non mi piace troppo la ruota di prua all'unione con il fasciame ed all'impalettatura con la chiglia. pulisci per bene e controlla 1) che il fasciame sia saldamente fissato alla ruota di prua ed alla chiglia; 2) che il perno, che dovrebbe essere di acciaio, se non lo è cambialo, come tutti quelli che fissano la chiglia, che tiene insieme la impalettatura della ruota di prua con quella della chiglia sia a posto al 100%. per il resto niente che non si possa tranquillamene risolvere con un buon calafataggio e, tutt'al più, con una rinvergatura per gli spazi più larghi. mi raccomando una bella pulizia di tutto lo scafo ed un controllo della chiodatura del fasciame. non ti preoccupare, sarà una bella avventura anche per me e chissà che non venga a trovarti ed a darti una mano di persona, chissà quante cose mi insegnerai (speravi che le insegnassi io a te, ma poi sarebbe finito che tu sei il grande peppe principe. ciao P.S. togli anche la piastra d'acciaio dalla prua e controlla che il legno, che li sotto deve essere sempre stato bagnato, sia ok. cià.
    I lavori procedono ho smontato tutta la cabina che era la parte piu rovinata dell'insieme tanto la devo fare nuova e parte della coperta a me personalmente sembra che la parte importante strutturale sia a posto ho controllato la ruota di prua con la ghiglia e i perni che dici a me sembra tutto a posto con relativo fasciame ma sapro esserti piu' preciso quando la piazzero sollevata da terra di circa un metro,Max ma ora dammi un consiglio ma il fasciame com le ordinate nell'interno che trattamento gli devo fare
    Immagini allegate Immagini allegate
    Ciao Peppe
    non rimandare a domani quello che puoi fare oggi

  10. #20
    Data registrazione
    02-01-2008
    Residenza
    Ischia - Napoli
    Età
    63
    Messaggi
    1,131

    Predefinito

    allora, carissimo peppe, da quello che vedo non c'è troppo male, certo c'è tanto di quel lavoro, anche duro, come lavoro, ma sapendo quello di cui sei capace non mi preoccupo. Ora che hai pulito meglio la ruota di prua, mi rendo conto che, effettivamente, era solo un'impressione quella che ci fosse qualche problema in quella zona. le ordinate stanno molto meglio di qello che pensassi, ma, giustamente ne ho vista qualcuna spezzata (foto 33), qualcuna, addirittura spezzata in due punti (foto 37, oppure è solo sporco?)qualche altra (foto 1200/13) è un po' larga alla giunzione tra la parte orizzontale e quella verticale, ma non c'è problea in nessuno dei casi. cominciamo dal più semplice da riparare. le ordinate che non risultano ben strette alla giuntura della parte verticale con quella orizzontale, praticamente nella parte curva, possono essere facilmente messe a posto stringendo le due parti l'una contro l'altra con uno stringente, usa quelli di piccole dimensioni, e rifacendo la chiodatura tra i due pezzi, meglio ancora se usi delle viti in acciaio inox, ribbattendo, poi, la chiodatura che unisce il fasciame alle ordinate stesse. questo, comunque, va fatto sempre dopo aver sverniciato anche l'interno del gozzo, perché, se c'è qualche magagna, devi tirarla allo scoperto, ma comunque le ordinate, esclusa la verniciatura ormai andata paiono solide. per quelle spezzate la soluzione non è complicata, ma ti farà perdere solo un po' di tempo. rifai la sagoma della ordinata in cartone o in compensato sottile, solo lungo il lato contro cui poggia il fasciame e relizza un pezzo di ordinata, delle stesse dimensioni di quella danneggiata, che sia di una lunghezza tale da andare oltre la spaccatura circa venti centimetri per ogni lato. mi spiego meglio realizzi un pezzo di ordinata di circa 40 cm, con una curvatura tale che, posizionandola di lato ed a contatto con quella danneggiata vada per venti centimetri da un lato e dall'altro del punto di rottura, poi, una volta piazzatala a contatto con il fasciame e con l'ordinata danneggiata, la chiodi a questa o la avviti, sempre con viti in acciaio inox. se vuoi, puoi anche, oltre ad avvitarla, incollarla all'odinata danneggiata, con della colla marina, quella rossa, che trovi in qualsiasi negozio di nautica. per i bagli rotti, il baglio, lo ricordo a me stesso, è quella parte della barca che sostiene la pontatura, spero che tu abbia preso il punto di massima altezza, al centro del baglio stesso, prima di rimuoverli, od, almeno, spero ci sia ancora qualche baglio integro, in modo da rifarti a questi per le misure. come sicuramente hai notato, i bagli, come tutte le parti strutturali orizzontali della barca, sono un po' curvi, per permettere un agevole deflusso dell'acqua verso gli ombrinali. comunque, ho visto che anche l'impianto elettric ha bisogno assoluto di una completa revisione, se non rifacimento integrale, oltre, naturalmente all'impianto di esaurimento, l'impianto delle pompe, ogni tanto mi piace darmi arie . quindi, senza alcuna pietà, dopo aver segnato, dove si trova ogni minima cosa, togli tutto, lascia lo scafo nudo e svernicia tutto anche di dentro per vedere dove il legno è andato, legnina dilavata dall'acqua salata, dove ci sono rotture coperte dalla vernice ecc. . dopo di che puoi fare una previsione di lavoro più circostanziata. tanto io sono sempre qui senza avere nulla da fare, per cui chiama pure .bada che, se trovassi parti del fasciame o della struttura che cominciano a diventare sugherose, ti conviene, per il calafataggio e la cura del legno, di usare delle resine epossidiche, che impregnano il legno proteggendolo ed impedendo il dilavamento della legnina (come quando trovi quei pezzi di legno sulla riva del mare, che sono leggerissimi e le cui fibre sono tutte sfilacciate e distaccate dal pezzo.). in questo modo proteggi il legno e allunghi i tempi tra una manutenzione e l'altra. So che i puristi stanno storcendo il naso, ma come protegge il legno la resina epossidica non riesce a farlo lo stucco e la verniciatura ordinaria, anche perché lo stucco, come da me spiegato, una volta seccato diventa rigido e, nei movimenti del legno, tende a creparsi e polverizzarsi,mentre la resina epossidica resta sempre un po' eleastica, così segue i movimenti del legno e li asseconda, non contrastandoli, e non si crepa, quindi, anche il calafataggio fatto con la cotonina e la resina epossidica risulta molto più stagno e resistente di quello con cotonina e stucco. ciao alla prossima
    ciao max

    nella vita basta metterci ritmo,
    purtroppo, quando te ne capita uno lento ...bhe ...

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •