Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 14

Discussione: Stagionatura legni e venatura

  1. #1
    Data registrazione
    04-12-2008
    Residenza
    como
    Età
    35
    Messaggi
    133

    Predefinito Stagionatura legni e venatura

    Ciao a tutti sono nuovo di questo forum..
    Come consuetudine mi sono presentato nell'apposito spazio..ma per correttezza mi presento anche a questa sezione "tornitura" che penso sara' il principale forum che seguiro' dato che sono affetto da tale virus..
    Mi chiamo Mauro, ho 29 anni e sono della zona di como,ho gia fatto qualche piccolo lavoretto ,ora con i vostri consigli spero di crescere un po' .un po' di cose riguardo le finiture gia' le ho scoperte pero' ora ho ancora dei dubbi riguardo questi argomenti:
    La stagionatura e il senso di lavorazione del legno:
    Premetto che io abito in vicinanza dei boschi e molte volte mi capita di andare a fare legna da ardere ..piu' volte ho messo da parte alcuni pezzi abbastanza dritti di frassino, ontano o robinia che in questi boschi abbonda, li metto nel mio pseudolaboratorio/baracca in giardino e dopo un po' (parlo di mesi) ecco che iniziano ad aprirsi indecentemente ..avevo anche messo da parte l'anno scorso diversi tronchi diametro 20-25 cm di ciliegio..se andate a vederli sembra quasi che li abbia aperti con i cugni..cio' mi da' problemi perche io amo tantissimo la venatura della robinia(acacia) ma allo stesso tempo non ne riesco a trovare pezzi sani si aprono tutti..l'unico lavoro decente con questo legno mi e' venuto fuori da un asse regalatomi dal falegname che poi e' diventato un piatto.
    ora vorrei capire da voi se lo sbaglio sta' nell ostinarmi a lavorare il legno lungo la sua vena (per capirci metto il troco sul tornio in senso longitudinale)..
    alcuni lavori li tiro fuori da assi o tagli secondari e li' i problemi non ci sono ..ma per far cio' e' necessario avere tronchi di grosso diametro e farli tagliare..insomma per tirar fuori una zuccheriera da 10 cm di diametro per 15 di altezza non posso usare un tronco di una rubinia o di ciliegio da 15cm di diametro perche dal centro partono periodicamente delle spaccature molto simpatiche
    ora ..sbaglio io il senso si lavorazione o c'e un modo per stagionare i tronchi senza che si aprano da traditori..
    ..io vorrei continuare ad attingere dalla legnaia ...e' un sogno??
    ditemi voi..
    attendo il vostro sommo sapere..
    Ciao..
    Mauro.

    "..Si corre in fretta e non si ha tempo di pensare,..e invece, bisogna camminare col passo e col pensiero."
    Mario Rigoni Stern.

  2. #2
    Data registrazione
    10-03-2008
    Residenza
    Trieste, Italia
    Età
    41
    Messaggi
    7,623

    Smile

    Un aiuto può essere spennellare con colla vinilica le teste dei tronchi,
    se è legno che si spacca si può aggiungere anche della carta di giornale,
    in alternativa, magari su pezzi non molto grandi, si può usare la cera, ottimo sigillante,
    se poi si spacca comunque, allora doveva spaccarsi, la vena del legno a volte è come un'elica e tende a spaccare.
    ciao
    Marco

  3. #3
    Data registrazione
    04-12-2008
    Residenza
    como
    Età
    35
    Messaggi
    133

    Predefinito

    Grazie mille..questa non la sapevo..provero con qualche pezzo che tagliero' a breve....
    Ciao..
    Mauro.

    "..Si corre in fretta e non si ha tempo di pensare,..e invece, bisogna camminare col passo e col pensiero."
    Mario Rigoni Stern.

  4. #4
    Data registrazione
    31-12-2007
    Residenza
    TO
    Età
    72
    Messaggi
    886

    Predefinito

    Taglia i tronchi a pezzi da 1 a 1,5 metri.
    Liscia le testate e dai la colla (vinavil un po diluito) , senza aspettare tempo.
    metti in un posto ventilato e asciutto.
    Se i tronchi sono grossi tagliali in mezzo o in quarti per il lungo.
    Dopo un anno controlli e rifili quelli crepati di 5/10 cm alla volta, per parte e ridai la colla.

    Aspetti un anno per ogni cm di raggio, per alcuni legni 2 anni per cm.
    Se tagliati ad assi si asciugano più in fretta specie se sottili.
    Alcuni tipi di legno sono da evitare perché si spaccano comunque e sempre.
    Esempio Carpino, Alloro, biancospino, etc.
    Capisci perché molti tipi di essenza non sono usati e venduti per lavori di falegnameria.
    Per piccoli lavori al tornio esistono sistemi di stagionatura rapida.
    Guido

  5. #5
    Data registrazione
    04-12-2008
    Residenza
    como
    Età
    35
    Messaggi
    133

    Predefinito

    ok grazie per i consigli ..pero' cosi' facendo per un tronco di 20 cm poniamo di clegio dovrei farlo stagionare per almeno 10 anni. ...e' un botto...
    per fare un piatto di 30 cm da un'asse devo aspettare almeno 15 anni...
    ..e' veramente tanto..
    io pensavo che 2 o 3 anni in linea di massima bastassero...
    altra cosa che dovrebbe incidere e' la luna con cui viene tagliato l'albero ..
    tra pochi giorni probabilmente tagliero' il ciliegio che ho in giardino in giorni di luna calante..quelli che lavorano il legno dalle mie parti..soprattutto gli anziani danno molta importanza alla luna ..
    quali sarebbero i sistemi di stagionaturaa rapida che intendi??
    io ho sentito parlare di microonde..ma non so' se funziona...qualcuno l'a provato e testato nel tempo??
    Ciao..
    Mauro.

    "..Si corre in fretta e non si ha tempo di pensare,..e invece, bisogna camminare col passo e col pensiero."
    Mario Rigoni Stern.

  6. #6
    Data registrazione
    10-03-2008
    Residenza
    Trieste, Italia
    Età
    41
    Messaggi
    7,623

    Smile

    Se tornisci fresco poi puoi "stagionare" col microonde o col sacchetto,
    stagionare il legno è un'altra cosa, commercialmente per accelerare i tempi si usano forni,
    ciao
    Marco

  7. #7
    Data registrazione
    31-12-2007
    Residenza
    TO
    Età
    72
    Messaggi
    886

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da vemawild Visualizza messaggio
    altra cosa che dovrebbe incidere e' la luna con cui viene tagliato l'albero ..
    tra pochi giorni probabilmente tagliero' il ciliegio che ho in giardino in giorni di luna calante..quelli che lavorano il legno dalle mie parti..soprattutto gli anziani danno molta importanza alla luna ..
    quali sarebbero i sistemi di stagionatura rapida che intendi??
    io ho sentito parlare di microonde..ma non so' se funziona...qualcuno l'a provato e testato nel tempo??
    La luna calante per metà degli anziani, evita i tarli, per l' altra meta le crepe.
    Io non credo a nessuno dei 2 , ma dato che non mi costa nulla, taglio la settimana prima dalla luna nuova.
    I boscaioli che tagliano per professione, non credo che facciano 15/20 giorni di festa ogni mese,il legno poi lo vendono nelle segherie.

    Il micro onde a qualcuno funziona ad altri non bene.
    Dipende da che legno è e dallo spessore.
    Io ho fatto prove con tiglio di spessore 5 mm e funziona.
    Il sacchetto è più lungo e noioso devi rivoltare il sacco tutti i giorni per un mese.
    Guido

  8. #8
    Data registrazione
    04-12-2008
    Residenza
    como
    Età
    35
    Messaggi
    133

    Predefinito

    ...E lo so' che gli anziani la guardano sempre la luna prima di tagliare o fare qualcos'altro....io penso che influenzi..allo stesso modo che incide sui trapianti piuttosto che sule maree o tutte le altre cose di sto mondo...(tranne l'oroscopo che per me' e' una cav.ta)..
    ..sono proprio gli anziani a dirti che oggi le lune non le guarda piu' nessuno...soprattutto nei casi di boscaioli o altri ..il fatto e' proprio come hai detto tu'..bisogna produrre..al giorno d'oggi l'uomo non rispetta piu' i tempi della natura..non ne ha il tempo.. guarda le proprie scadenze...altrimenti dovrebbero stare tutti a giocare a carte al bar 20 gg al mese..
    ..pero' non ti nascondo che anche qualche boscaiolo che conosco mi ha detto che la luna e' importantissima per il taglio..anche se lui non la puo' rispettare per la questione sopra indicata..anche perche' nella maggior parte dei casi loro tagliano spaccano e vendono...quindi anche se un legno in legnaia apre o meno non ci fa' caso mica nessuno...
    Ciao..
    Mauro.

    "..Si corre in fretta e non si ha tempo di pensare,..e invece, bisogna camminare col passo e col pensiero."
    Mario Rigoni Stern.

  9. #9
    Data registrazione
    10-03-2008
    Residenza
    Trieste, Italia
    Età
    41
    Messaggi
    7,623

    Smile

    Secondo me i boscaioli la luna la guardano,
    avevo conosciuto uno che in calante andava a tagliare gli alberi e in crescente li sramava,
    così lavorava tutto il mese senza tempi morti,
    anni fa facevo la legna per la stufa e tagliavo sempre in calante,
    un anno ho tagliato qualcosa in crescente per motivi di tempo, l'anno dopo era tutto tarlato,
    ciao
    Marco

  10. #10
    Data registrazione
    09-01-2009
    Residenza
    torino
    Età
    36
    Messaggi
    14

    Predefinito stagionatura

    per me possibile che con i pezzi li fai bollire la stagiona subito? che mio nonno faceva lavoretti in legno faccio con lo scalpello che faceva i cucchianini in legno li scavava e poi dopo finito li faceva bollire in acqua bollente e poi li carteggiava e dopo non li crepa più voi potete provare???

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •