Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 11 fino 20 di 27

Discussione: Costruzione stanza struttura in legno

  1. #11
    Data registrazione
    18-05-2015
    Residenza
    Trapani
    Età
    65
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Certamente da noi manca la cultura, e quindi l'esperienza , sulle case di legno. Ma negli USA sono molto diffuse, basta guardare la televisione ( ad esempio il canale fine living) ed hanno una durata paragonabile a quella di una qualsiasi struttura in cemento armato, e cioè una sessantina di anni . Non che dopo crolli tutto, ma evidentemente occorre intervenire pesantemente per la manutenzione.Personalmente ad una casa realizzata con del cemento armato, magari fatto non a regola d'arte ( e ci vuole veramente poco , basta esagerare un po' con l'acqua od utilizzare inerti non idonei ) ad una casa con struttura interamente in legno, magari a pannelli xlam, che di certo assicura molto più vantaggi. Certo i costi , se le offerte del prodotto sono limitate , possono non essere competitivi ,per questo -ripeto - sarebbe utile sentire chi ha già costruito in legno.

  2. #12
    Data registrazione
    16-10-2009
    Residenza
    Prato.PO
    Età
    59
    Messaggi
    2,822

    Predefinito

    Io non ho fatto costruire una prima casa ma sto ristrutturando una seconda casa.. ed i costi stanno lievitando tantissimo.. Facendo poi in tanti anninon si finisce di spendere e non si vede la fine..

    Ogni tanto ho spulciato in rete ed ho visto che delle case prefabbricate in legno ( con magari poi finiture in intonaco come le tradizionali) hanno dei prezzi CHIAVI IN MANO interessanti e tempi veloci..
    NON escluderei tale ipotesi.. forse può essere anche concordato con la ditta la posa della infrastruttura mentre le finiture possono essere fatte in parte da soli o con manodopera locale...
    Un progetto prefabbricato ha poche sorprese.. A parte il basamento ( prerequisito) tutto ciò che ci va sopra è stato calcolato e previsto... non ci sono incognite in corso d'opera...

    Io dovessi fare una prima casa ci penserei e non poco...
    Ultima modifica di ellebi : 28-10-2016 alle ore 12.03.06
    ...non vivere in questa terra come un inquilino....
    N. Hikmet.

  3. #13
    Data registrazione
    03-02-2016
    Residenza
    Porto Cesareo le
    Età
    39
    Messaggi
    17

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da ellebi Visualizza messaggio
    Io non ho fatto costruire una prima casa ma sto ristrutturando una seconda casa.. ed i costi stanno lievitando tantissimo.. Facendo poi in tanti anninon si finisce di spendere e non si vede la fine..

    Ogni tanto ho spulciato in rete ed ho visto che delle case prefabbricate in legno ( con magari poi finiture in intonaco come le tradizionali) hanno dei prezzi CHIAVI IN MANO interessanti e tempi veloci..
    NON escluderei tale ipotesi.. forse può essere anche concordato con la ditta la posa della infrastruttura mentre le finiture possono essere fatte in parte da soli o con manodopera locale...
    Un progetto prefabbricato ha poche sorprese.. A parte il basamento ( prerequisito) tutto ciò che ci va sopra è stato calcolato e previsto... non ci sono incognite in corso d'opera...

    Io dovessi fare una prima casa ci penserei e non poco...
    ti dico sinceramente ci ho pensato ma un po' ho paura che in loco (vivo nella pr di lecce) non ci sono e ci saranno tecnici e manovali che sappiano nè suggerire nè risolvere eventuali miei dubbi o problemi inerenti a strutture e comunque alle problematiche relative a queste case in legno. in secondo piano vorrei evitare di combattere con i prevenuti concetti che la mia futura moglie e genitori hanno rispetto alle "mie innovative" idee di casa, in pratica è come parlare di astrologia per certe persone

  4. #14
    Data registrazione
    03-02-2016
    Residenza
    Porto Cesareo le
    Età
    39
    Messaggi
    17

    Predefinito

    ma quando gli stessi professionisti del settore sconsigliano .... quando potremo mai migliorare in un paese di pecoroni?

  5. #15
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    58
    Messaggi
    1,209

    Predefinito

    Ci sarebbe da scrivere un libro su questo argomento, tanto è vasto e interessante.
    Ho lavorato nel settore delle costruzioni per 25 anni, sia con il cemento armato, talvolta anche con il legno e un paio di cose credo di averle capite:
    1. Costruire in legno con le tecniche usate nei paesi nordici (basterebbe l'Austria, non occorre andare in Finlandia), sarebbe certamente più sano, economico, naturale, sicuro.
    2. Trasferire queste tecniche in Italia purtroppo è complicato, noi abbiamo tendenzialmente la cultura del massimo profitto, ed infatti quello che sta accadendo è che man mano che si sviluppa la "moda" delle case in legno, aumentano proporzionalmente i prezzi a metro quadrato (non molti anni fa potevi tranquillamente costruire una casa in legno di ottima qualità con circa 500 euro/m²...oggi ce ne vogliono circa 1300-1500, ormai vicino al prezzo del mattone o calcestruzzo che sia).
    3. La vita media del legno non è funzione solo dei trattamenti a cui è sottoposto, il legno autoctono è certamente "nato" per resistere meglio al clima in cui la natura lo ha progettato, perciò perfetto larice, pino, abete in climi freddi o di montagna, pessima idea in pianura o in riva al mare. Ovviamente costruire una casa in faggio, castagno o simili...è improponibile per i costi.
    4. L'antisismicità dei materiali non è implicita, dipende dai sistemi costruttivi: Se facciamo un tetto con travi appoggiate alle murature perimetrali, senza alcun dubbio questo cadrà in caso di scossa sismica di una certa entità. Vi assicuro, per averne visitate parecchie, che le case in croazia sono tutte così, tetti in legno appoggiati sul perimetro, colmi con incastri molto dubbi, sezioni sottodimensionate...ma la gente le compra lo stesso.
    5. Stesso discorso vale per il calcestruzzo, se i vincoli non sono ben progettati o ben costruiti, non resisterà a scosse che in altri paesi sarebbero del tutto innocue...e purtroppo abbiamo sotto gli occhi recenti esempi di questo. Inoltre il calcestruzzo è un materiale con criticità importanti, l'impasto, le modalità di posa e di ripresa, i copriferro e tante altre cose, costituiscono variabili che possono incidere in modo grave sulla sua durata e qualità, ma in ogni caso evidenze scientifiche stanno dimostrando che il calcestruzzo è un materiale di breve durata, probabilmente non superiore ai 100 anni anche su strutture di altissima qualità.

    Riassumendo, ben venga il legno, magnifico e durevole materiale...ma progettato e messo in opera in modo abile e intelligente. IMHO
    Ultima modifica di giotto59 : 28-10-2016 alle ore 12.20.01
    Maurizio

  6. #16
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    58
    Messaggi
    1,209

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da NOFX Visualizza messaggio
    ma quando gli stessi professionisti del settore sconsigliano .... quando potremo mai migliorare in un paese di pecoroni?
    semplicemente cercando professionisti che lo siano davvero...
    Maurizio

  7. #17
    Data registrazione
    16-10-2009
    Residenza
    Prato.PO
    Età
    59
    Messaggi
    2,822

    Predefinito

    A seguito degli accadimenti recenti e drammatici mi ha colpito una delle affermazioni ricorrenti... non ci sono stati morti e feriti ma le strutture sono lesionate...
    E' certamente una grande cosa, la salvezza delle vite ( sicuramente la più importante) Ma quelle persone ora non possono tornare alle loro case ..
    E gli interventi di rimessa in sicurezza? quanto costeranno?
    Ho come l'impressione che le case in muratura antisismiche siano una specie di usa e getta... oltre una certa soglia se si lesionano poi comunque sono inagibili.
    Ed ho anche la sensazione che le case in legno ( fatte bene) forse possono reggere a soglie maggiori e comunque senza grossi costi di ripristino..

    Sarà che qui siamo tutti legnofili e prevenuti...?
    ...non vivere in questa terra come un inquilino....
    N. Hikmet.

  8. #18
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    58
    Messaggi
    1,209

    Predefinito

    Hai ragione Ellebi, ma purtroppo dobbiamo considerare che questo paese è zeppo, costellato di piccole e antiche comunità, case molto vecchie spesso solo di pietre con un po' di malta. Secoli fa le cose erano prese con fatalismo, non si comprendeva il motivo, si accettava il castigo Divino e si ricostruiva. Rimettere davvero in sicurezza questo patrimonio storico è una impresa titanica, per non dire irrealizzabile, si scontra la tecnica con la tradizione, spesso bisognerebbe abbattere completamente e ricostruire...costerebbe meno e sarebbe davvero sicuro. Le "sistemazioni" parziali, come abbiamo visto purtroppo..servono a poco.
    Il legno, se fatto con i dovuti crismi è assolutamente più sicuro, elasticità e leggerezza, uniti a vincoli ben costruiti lo rendono capace di resistere a quasi tutte le magnitudo che si potrebbero scatenare in Italia. Ma Molta, molta gente ancora è diffidente, per cultura da noi la casa in legno è vista come una cosa provvisoria, roba da vacanze... difficile sradicare certi preconcetti.
    Maurizio

  9. #19
    Data registrazione
    29-01-2009
    Residenza
    agrate brianza (MI)
    Età
    80
    Messaggi
    12

    Predefinito

    Per restare in Italia basta pensare alle case di legno che ci sono a Trepalle, prima di Livigno, che hanno più di duecento anni.
    Bruno

  10. #20
    Data registrazione
    28-07-2016
    Residenza
    Gävle - Svezia
    Età
    31
    Messaggi
    686

    Predefinito

    la cultura della casa in legno non e´ cosi diffusa in Italia anche per la mancanza di materia prima,non abbiamo grosse foreste diffuse in tutta la penisola,abbiamo costruito con quello che avevamo,cioe pietra e marmo,(fatta eccezione per l´arco alpino);ovviamente togliendo la piccola eccezione,non ci siamo tramandati una cultura della casa in legno,ne quindi abbiamo sviluppato le tecniche che altri paesi hanno sviluppato e che li hanno portati a privilegiare il legno su altri materiali da costruzione;senza contare l´enorme giro d´affari che c´e´ nell´industria del cemento..la casa di legno non sara mai popolare in Italia,e´ normale che la gente sia diffidente,quando ignora un materiale come il legno,avendo visto solo case in cemento per tutta la vita..ce ne sono di miti da sfatare..anche le stesse case in legno hanno delle diversificazioni;in Italia,quando si parla di casa in legno,si parla di casa PREFABBRICATA,costruita in laboratorio,disassemblata,e riassemblata sul posto;non richiede una manodopera molto specializzata,il piu del lavoro e´ fatto al computer,l´operaio deve poi montare il tutto..su una casa tradizionale in legno,il carpentiere deve essere invece capace di pensare e realizzare..anche su una casa in legno ci sono differenze(di che tecnica parliamo?stick framing,timber framing e cosi via..)avendo lavorato nel restauro di case storiche in Inghilterra come carpentiere con dei timber framer davvero bravi(per breve tempo),vi posso dire che le abilita richieste sono molto diverse dal mero assemblaggio..saper usare strumenti,realizzare incastri,calcolare pendenze di tetti e persino occuparsi delle fondamenta tanto per dirne alcune,sono tutte tecniche che il carpentiere con la C maiuscola deve conoscere..
    un esempio..
    questa e´ una casa costruita con tecnica timber framing..

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •