Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6

Discussione: stube (stanza rivestita tipica della fascia alpina)

  1. #1
    Data registrazione
    13-12-2016
    Residenza
    sondrio
    Età
    39
    Messaggi
    5

    Predefinito stube (stanza rivestita tipica della fascia alpina)

    buon giorno a tutti, sto ristrutturando una casa in zona alpina dove era presente una "stube" una stanza rivestita in legno il cui focolare aveva un accesso esterno per ridurre il rischio di incendio e non avere fumo nella stanza. la stube è coeva della casa quindi circa 1870 in cirmolo assi a incastro in cirmolo (pino gembro) emanava un profumo fantastico. le assi sono trapezoidali su ogni lato c'era un' asse a cuneo tagliata a metà per la compressione. qlc rara tarlatura

    assiti.jpgassito incastri.jpgassito sopra e sotto.jpgstube cornici.jpgstube finestra e.jpgstube finestra sud.jpgstube ne.jpgstube nord.jpgstube nord1.jpgstube porta.jpgstube sottofinestra.jpgstube sporco 2.jpgstube sporco.jpgstube sudest.jpgstubecornici.jpgstubesoffitto.jpg

    l'ho smontata e numerata in modo da poterla rimontare (sul lato lungo dovrò accorciarla un po perchè il cappotto interno porta via circa 25 cm) la pianta è trapezoidale, per cui la tramezza verrà fatta a misura. inoltre dovrò spostare la porta presente sul lato della tramezza e ampliare almeno una delle 2 finestre. sembra semplice, ma le assi (non so se sia il termine corretto )sono trapezoidali quindi prevedo complicazioni.

    la prima domanda che vi pongo per questa ristrutturazione (chiamarla restauro mi sembra eccessivo, non so quale sia il termine corretto)è la seguente:

    COME TRATTARE QUESTE ASSI?
    le opinioni raccolte dai professionisti della zona sono le più disparate.. il più onesto è stato il mio serramentista, che mi ha detto di non sapermi consigliare e di diffidare dei tanti esperti perchè le stube di qualità sono pochissime nella zona e quelle che ha visto ristrutturate non ne sono uscite bene.
    la mia idea di ristrutturazione sarebbe di rifarla lasciandola come è ora ma pulita
    ho già scrtato queste ipotesi:
    piallare la parte superficiale in quanto perderebbe quella patina di vissuto.
    verniciarla con vernice lucida dopo averla solo spolverata lasciando quello che c'è sotto. perchè temo che non emani più quel suosentore
    la spazzolatura con teflon e ottone l'ho provata su un pezzetto che varrà tagliato e non mi piace.

    sarei dell'idea di spolverarla, lavarla e fare l'antitarlo. ho fatto una prova con acqua e sapone, ed il risultato non è male, ma c'è una specie di colla (non so se sia veramente colla) alla connessione tra le assi. un anziano del paese mi ha detto che probabilmente un periodo erano state nastrate per modernizzarla.
    non sono sicuro che si veda nelle foto

    a voi la palla, che ne pensate?

  2. #2
    Data registrazione
    28-07-2016
    Residenza
    Gävle - Svezia
    Età
    31
    Messaggi
    622

    Predefinito

    e´ un ambiente molto bello..dalle mie parti il pavimento in legno,nelle case antiche si tratta strofinandolo con abbondante acqua fredda,uno spazzolone e un sapone con alto contenuto di olio(qui si usa un sapone a base di olio di lino)in svedese si dice "skuring golv". circa 3 dl di sapone di olio di lino per 10 litri di acqua fredda.fredda non calda altrimenti il legname ingrigisce..

  3. #3
    Data registrazione
    13-12-2016
    Residenza
    sondrio
    Età
    39
    Messaggi
    5

    Predefinito

    grazie snickare!
    per la rimozione di quella colla cosa mi consiglieresti?

  4. #4
    Data registrazione
    28-07-2016
    Residenza
    Gävle - Svezia
    Età
    31
    Messaggi
    622

    Predefinito

    prima di tutto non sappiamo se e´ in realta colla..se lo e´ non ha niente a che spartire con il tempo in cui la stube e´ stata costruita..anche perche non aveva senso,con le colle di allora,incollare alcunche,tantopiu che i pavimenti prima(qui in Svezia si fa ancora con le case antiche..)veniva composto da assi fresche,installate a terra con linguetta riportata oppure con spine,e poi con dei cunei posti al perimetro della camera,veniva posto sotto tensione fino ad essiccamento completato..non so cosa si usasse dalle tue parti,ma quella colla di sicuro non e´ frutto di un lavoro che risale a 2 secoli fa..

  5. #5
    Data registrazione
    28-07-2016
    Residenza
    Gävle - Svezia
    Età
    31
    Messaggi
    622

    Predefinito

    puoi dirci di piu riguardo a questo collante,se collante si tratta...?come si presenta?ha un odore?riguardo alle assi trapezoidali,sempre per far un paragone con la Svezia,era molto comune il cosidetto Kilsagat golv qua,cioe ogni tavola aveva una forma a cuneo,non si buttava via nulla,si usava l´intero albero..si presenta come in foto...
    e´ ancora un metodo utilizzato qui..
    Bruksgolvet.jpg
    Ultima modifica di Snickare : 17-12-2016 alle ore 18.43.19

  6. #6
    Data registrazione
    16-10-2009
    Residenza
    Prato.PO
    Età
    59
    Messaggi
    2,765

    Predefinito

    Non sono certo un esperto ma meno cose chimiche ci metti e meglio è..
    La colla mica potrebbe essere resina fuoriuscita col calore e poi invecchiata nelle giunture?
    Io proverei a pulire trattandosi di un legno di conifera con della essenza di trementina... che dovrebbe rivitalizzare le fibre senza recare danni.
    Per le tavole trapezoidali... a me in modo assolutamente spontaneo è capitato di accostare le tavole ottenute da castagno locale non refilate alternandole come nello schema di Mauro....(del resto perché sprecare legname?)
    Se le hai numerate non dovresti avere problemi...
    ...non vivere in questa terra come un inquilino....
    N. Hikmet.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •