Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: cuccia coibentata

  1. #1
    Data registrazione
    20-11-2010
    Residenza
    sassari
    Età
    44
    Messaggi
    103

    Predefinito cuccia coibentata

    Ciao, non so se questa sia la sezione giusta...... Ad ogni modo....

    Vorrei fare una cuccia per il cane coibentata.... ma non so da dove partire....
    Pensavo di utilizzare del perlinato per la parte esterna, magari dei listelli dello spessore del pannello di coibentante e un foglio sottile non so se di multistrato o magari perlinato sottile per la parte interna....Voi che mi dite? qualche consiglio? Idea?
    Non so neppure (per il momento) che materiale dovrei utilizzare per la coibentazione....

    So che sembra una cosa stupida, ma volevo provare a realizzare una casetta coibentata.... giusto per apprendere qualcosa di nuovo che mi potesse servire magari più in la per realizzare qualcosa di più impegnativo....
    Per cui la prenderei come una esperienza formativa......

    Grazie in anticipo a tutti coloro avranno la pazienza di rispondermi....

    Ciao, P.

  2. #2
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    57
    Messaggi
    905

    Predefinito

    Per fare una coibentazione puoi usare un isolante in pannelli acquistabile presso qualunque rivendita di materiali edili, per esempio il polistirene (styrodur per esempio), o poliuretano espanso, o anche semplicemente polistirolo espanso. Conta molto lo spessore, non starei meno di 4cm se vuoi ottenere un risultato efficace. Una volta in possesso del pannello puoi progettare la cuccia, considerando gli spessori dell'isolamento. Se la cuccia andrà all'esterno ed esposta agli agenti atmosferici, dovrai ben impermeabilizzare e preferire multistrato alle perline (soggette a movimento in funzione di temperatura e umidità), se invece sarà coperta, che so...sotto un portico o dentro un garage, potrai trattare il legno in modo più blando, anche solo una o due mani di impregnante. Dopo aver curato l'applicazione dei pannelli, potrai rivestire l'interno con del semplice multistrato da 6-8mm. Molto importante è che il tetto sia estraibile ed a incastro, per l'accessibilità alla pulizia. Non usare cerniere che inevitabilmente lascerebbero fessure sul colmo, riducendo fortemente l'efficacia.
    Poi c'è il punto cruciale...l'accesso: puoi fare tutti gli isolamenti che vuoi ma alla fine il cane entra da un foro/porta, che farà scappare il calore. E' importante applicare un foglio di PVC di spessore 5-7mm, tagliato in strisce con un cutter e mantenuto insieme nella parte superiore della porta: questo consente al cane di entrare ma limita molto la perdita del calore. Si vedono spesso questi teloni in magazzini, fanno da separazione dalla zona accessibile alle persone e quella tipicamente non riscaldata dello stoccaggio.
    Ne avevo realizzata una molto grande anni fa, con un termometro di massima e minima all'interno. Di notte, in inverno, il solo calore del cane la manteneva intorno ai 18 gradi.
    Maurizio

  3. #3
    Data registrazione
    20-11-2010
    Residenza
    sassari
    Età
    44
    Messaggi
    103

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da giotto59 Visualizza messaggio
    Per fare una coibentazione puoi usare un isolante in pannelli acquistabile presso qualunque rivendita di materiali edili, per esempio il polistirene (styrodur per esempio), o poliuretano espanso, o anche semplicemente polistirolo espanso. Conta molto lo spessore, non starei meno di 4cm se vuoi ottenere un risultato efficace. Una volta in possesso del pannello puoi progettare la cuccia, considerando gli spessori dell'isolamento. Se la cuccia andrà all'esterno ed esposta agli agenti atmosferici, dovrai ben impermeabilizzare e preferire multistrato alle perline (soggette a movimento in funzione di temperatura e umidità), se invece sarà coperta, che so...sotto un portico o dentro un garage, potrai trattare il legno in modo più blando, anche solo una o due mani di impregnante. Dopo aver curato l'applicazione dei pannelli, potrai rivestire l'interno con del semplice multistrato da 6-8mm. Molto importante è che il tetto sia estraibile ed a incastro, per l'accessibilità alla pulizia. Non usare cerniere che inevitabilmente lascerebbero fessure sul colmo, riducendo fortemente l'efficacia.
    Poi c'è il punto cruciale...l'accesso: puoi fare tutti gli isolamenti che vuoi ma alla fine il cane entra da un foro/porta, che farà scappare il calore. E' importante applicare un foglio di PVC di spessore 5-7mm, tagliato in strisce con un cutter e mantenuto insieme nella parte superiore della porta: questo consente al cane di entrare ma limita molto la perdita del calore. Si vedono spesso questi teloni in magazzini, fanno da separazione dalla zona accessibile alle persone e quella tipicamente non riscaldata dello stoccaggio.
    Ne avevo realizzata una molto grande anni fa, con un termometro di massima e minima all'interno. Di notte, in inverno, il solo calore del cane la manteneva intorno ai 18 gradi.
    Ciao, grazie per la risposta.....

    premetto che ho realizzato le altre cucce con tetto amovibile e apertura con tende di quelle che si trovano sulle porte delle celle frigo.... per cui mi trovi perfettamente daccordo.

    Mi dicevi che sarebbe stato opportuno uno spessore non inferiore a 4 cm.....
    Ma ti riferivi al materiale coibentatante o allo spessore finito (parete interna, coibentante, parete esterna)?

    Qualche anno fa ero andato in Danimarca per lavoro e avevo avuto il piacere di osservare alcuni carpentieri che stavano realizzando una casa (non grande) in legno......

    Le pareti erano costituite da uno scheletro di listelli di un certo spessore distanziati così ad occhio di circa un metro.
    Lo spazio tra un listello e l'altro era occupato da materiale isolante morbido che avevano in rotoli e che tagliavano con estrema semplicità della lunghezza desiderata.....

    Per le pareti mi sa che stavano usando OSB, ma non ne sono sicuro (comunque ho questo ricordo)....

    Penso che poi l'avrebbero intonacata ecc.....

    Che ne pensi?


    ps. sinceramente pensavo che il perlitato andasse bene in esterno, al limite il tetto lo avrei rivestito di ardesiato o qualcosa del genere.....
    Ciao, P.
    Ultima modifica di pedru : 04-01-2017 alle ore 09.29.45

  4. #4
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    57
    Messaggi
    905

    Predefinito

    Del materiale isolante non penso nulla, perchè non conosco le caratteristiche di isolamento (il lambda per la precisione), ne lo spessore dei fogli; i fogli in rotolo hanno il vantaggio che sono applicabili anche su superfici curve o irregolari e si adeguano a punti scomodi, con passaggio di tubi, cavi ecc. Nel tuo caso, essendo una cuccia sostanzialmente un parallelepipedo, trovo più semplice, anche costruttivamente, il materiale rigido. IMHO
    Lo spessore di 4 cm si riferisce al solo isolante.
    Il perlinato come ho detto, ha lo svantaggio di essere "dinamico", perciò le giunzioni si muovono a seconda delle stagioni e del clima, rischiando di aprirsi. Inoltre è anche più rognoso da costruire, un pannello di multistrato (magari marino) o anche OSB per l'esterno va bene. Tetto ardesiato...dipende se intendi quelle guaine ardesiate che in realtà sono dei fogli incollabili. In quel caso, devi isolare anche la parte interna del tetto, altrimenti rischi che si possa incurvare (ovviamente se lo realizzi in perlinato)
    Maurizio

  5. #5
    Data registrazione
    16-10-2009
    Residenza
    Prato.PO
    Età
    59
    Messaggi
    2,613

    Predefinito

    Interessante... ho una cucciolona di 43 KG ma per ora moglie e figlia non approvano cuccia e quindi sta in casa anche quando siamo in montagna d'estate!!!
    Non ho mai fatto una cuccia, ma per isolante sconsiglierei stiferite perchè secondo me non fa "respirare"
    COme nel mio tetto del rustico metterei guaina tecnica ( un tessuto tipo goretex che lascia uscire vapore ma non fa entrare acqua)
    e se possibile ( visto la esiguità della superficie) sughero da 4cm .
    Per lasciare il tetto ventilato metterei delìi pannelli di ondulato...

    Poi per le pareti anche io opterei per il compensato marino...
    Ma anche OSB trattato però in esterno con una pittura traspirante ( quelle da muratura)

    Immagino che sia importante che le pareti e il tetto respirino.. a parte la porta con PVC per evitare dispersioni...
    Il mio è però solo un discorso teorico basato sulle mie esperienze personali ma non su cucce...
    ...non vivere in questa terra come un inquilino....
    N. Hikmet.

  6. #6
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    57
    Messaggi
    905

    Predefinito

    Approvo anche io (in casa intendo), ma talvolta sono loro stessi che preferiscono star fuori...dipende dal cane. Certo un ambiente protetto, almeno un garage nel quale far dentro e fuori a piacere, è cosa gradita.
    D'accordo assolutamente con il sughero, ovviamente ha un costo superiore.
    In realtà, dato che la porta in lamelle di PVC è tutto fuorchè a tenuta, la traspirazione è garantita pure troppo.
    Maurizio

  7. #7
    Data registrazione
    16-10-2009
    Residenza
    Prato.PO
    Età
    59
    Messaggi
    2,613

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da giotto59 Visualizza messaggio
    Approvo anche io (in casa intendo), ma talvolta sono loro stessi che preferiscono star fuori...dipende dal cane. Certo un ambiente protetto, almeno un garage nel quale far dentro e fuori a piacere, è cosa gradita.
    D'accordo assolutamente con il sughero, ovviamente ha un costo superiore.
    In realtà, dato che la porta in lamelle di PVC è tutto fuorchè a tenuta, la traspirazione è garantita pure troppo.
    ...non vivere in questa terra come un inquilino....
    N. Hikmet.

  8. #8
    Data registrazione
    28-07-2016
    Residenza
    Gävle - Svezia
    Età
    31
    Messaggi
    456

    Predefinito

    pedru..vedo che vivi a Sassari..non so quanto puo far freddo in Sardegna in inverno,ma sono quasi sicuro che il tuo cane puo sopravvivere al rigido inverno con una cuccia non coibentata e una coperta calda,sempre se decidera di entrarci nella cuccia,visto che alcuni si rifiutano proprio e preferiscono stare dove dicono loro.

  9. #9
    Data registrazione
    20-11-2010
    Residenza
    sassari
    Età
    44
    Messaggi
    103

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Snickare Visualizza messaggio
    pedru..vedo che vivi a Sassari..non so quanto puo far freddo in Sardegna in inverno,ma sono quasi sicuro che il tuo cane puo sopravvivere al rigido inverno con una cuccia non coibentata e una coperta calda,sempre se decidera di entrarci nella cuccia,visto che alcuni si rifiutano proprio e preferiscono stare dove dicono loro.


    Si in effetti non è molto logica la cosa.... le temperature sono miti..... Come dicevo era un po' per provare a costruire qualcosa per imparare....

    Ad ogni modo.... le altre due cucce che avevo costruito le avevo fatte con perlinato da 20.... stanno in un box chiuso su tre lati (quindi al coperto).....

    Devo dirvi però che il vecchietto di casa (14 anni) col tempo gradisce sempre più stare al caldo e questo mi ha portato a pensare di realizzare la cuccia per l'ultimo arrivato un po' più calda....Poi vedranno loro come organizzarsi.

    Per il momento quello che non ha una sua cuccia dorme dentro casa, però è sempre meglio che abbia un riparo anche per il giorno semmai dovesse averne necessità.

    Ciao, P.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •