Pagina 3 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 21 fino 30 di 34

Discussione: Restauro Pialla Paoloni

  1. #21
    Data registrazione
    09-10-2017
    Residenza
    Svizzera - Ticino
    EtÓ
    25
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Accidenti....che capolavoro Mi sai dare un consiglio visto la tua bravura? Cosa hai utilizzato (prodotti e attrezzi) per togliere la ruggine dai piani della pialla? Ho i piani della pialla e della mia sega a nastro un po' intaccati in superfice e questo sicuramente compromette la precisione dei lavori....

    Grazie mille in anticipo e ancora complimenti per il miracolo

  2. #22
    Data registrazione
    10-09-2015
    Residenza
    Roma
    EtÓ
    38
    Messaggi
    42

    Predefinito

    ciao a grazie per i complimenti. Io ho risolto con delle spazzole a tazza con filamenti lisci, sono delicate e non rovinano in alcun modo i piani di ghisa. Considera che io ho usato 2 spazzole cinesi, 3 euro l'una, tipo questa
    A52T1484.jpg

    Mentre per rimuovere le croste di ruggine e vernice dalla carcassa ho utilizzato quelle trecciate, come questa qui sotto. Sono molto piu' aggressive, ma ugualmente non ho notato impatti sulla ghisa.
    images.jpg

    NON usare dischi abrasivi, questi creano facilmente avvallamenti, che sul piano sono ovviamente da evitare
    download.jpg

    Se come dici i piani sono leggermente ossidati, con le spazzole a filamenti lisci sicuramente risolverai velocemente ed economicamente

    E' inutile, ma lo dico ugualmente, indossa: occhiali, cuffie e MASCHERINA !!!! E tanta pazienza !! buona lavoro

  3. #23
    Data registrazione
    09-10-2017
    Residenza
    Svizzera - Ticino
    EtÓ
    25
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Grazie mille per la pronta risposta!
    Perfetto, allora appena avr˛ un po' di tempo mi dedicher˛ alla spazzolatura grazie mille per l'ulteriore consiglio sulla sicurezza.

    Buona giornata e buon lavoro

  4. #24
    Data registrazione
    10-09-2015
    Residenza
    Roma
    EtÓ
    38
    Messaggi
    42

    Predefinito

    Qualche aggiornamento

    MOTORE Trascinatore
    La pialla era munita di motore 4hp 220/380V trifase per il tamburo, ed un motore doppia velocita' trifase 220V. Quest'ultimo e' stato rimpiazzato con un motore doppia velocita' 380V.
    Il primo era un B3, mentre il secondo un B14. Ed e' stato necessario fare una flangia specifica per adattare l' attacco B14 con la piastra del supporto del motore.

    Motore 220V Trifase doppia velocita B3
    20170514_105901.jpg

    Motore 380V Trifase doppia velocita B14
    20171013_072949.jpg20171013_072958.jpg

    Impianto Elettrico
    Ho inserito un selettore rotativo generale e relativa spia arancione.
    Poi un pulsante di avvio, con luce verde, ed un fungo. Il primo per mettere in tensione i selettori del tamburo e del trascinatore. Il secondo per il blocco d' emergenza.
    Entrambi collegati ad un teleruttore, per togliere la tensione alla pialla, in caso di mancanza di corrente o pressione del fungo.

    A seguire settaggio dei coltelli, piano spessore, piano uscita ed ingresso ... poi devo pensare alla cappa di aspirazione !!!

    20171013_073046.jpg20170916_192450.jpg20170910_123505.jpg

  5. #25
    Data registrazione
    10-09-2015
    Residenza
    Roma
    EtÓ
    38
    Messaggi
    42

    Predefinito

    FINITO !!!!

    Alcune foto .. wow non e' stato proprio facile .. niente di impossibile, ma impegnativo, soprattutto per la mancanza di tempo !!

    20170512_01.jpg20171020_184417.jpg

    20170512_02.jpg20171020_184344.jpg

    20171020_184332.jpg


    Non so se puo essere utile, ma con spirito di condivisione, fornisco qualche dettaglio su come ho eseguito i vari settaggi.
    Tengo a precisare che la seguente e' la procedura che IO seguo, e non LA procedura da seguire.

    PREMESSA
    Lavorando con una filo-spessore il mio riferimento assoluto e' il tamburo.

    REGOLAZIONE COLTELLI
    Sono passato ai Klein e devo dire che sono fenomenali!!! 5 minuti e cambio perfettamente tre coltelli
    Hano il vantaggio di calzare perfettamente al tamburo (ne esistono di diverse dimensioni), con un magnete molto forte,
    che non risente minimamente della spinta delle molle sottostanti i coltelli della pialla. Inoltre lo scasso fisso delle guide non
    richiede alcuna regolazione, differentemente da quanto richiesto da altre guide magnetiche, che richiedevano molto piu tempo di lavoro a parita' di precisione ottenuta.
    Sottolineo, che un'ottima precisione e' raggiungibile anche con altri sistemi, i klein richiedono meno tempo soprattutto per mani non esperte.

    20171017_182210.jpg20171017_182215.jpg


    REGOLAZIONE PIANETTO SPESSORE
    Consiste nel settare il pianetto dello spessore parallelo all'asse del tamburo.
    Nel caso fosse neecssario bisogna munirsi di spessori molto sottili da frapporre tra la base del pistone di sollevamento ed il pianetto stesso per raggiungere la complanarita' voluta.
    Nel mio caso, come si evince dalle foto, il lato corto del pianetto e' parallelo al tamburo a meno di un errore di appena 0.1 mm.
    Durante il settaggio ho utilizzato un economico ed utilissimo comparatore centesimale con base magnetica.

    20171018_063914.jpg20171018_064038.jpg


    REGOLAZIONE PLANARITA PIANO USCITA
    Consiste nel portare la bocca di ingresso del piano d'uscita parallelo al tamburo.
    La Paoloni ha un meccanismo molto utile per permettere tale regolazione, senza dover impazzire con spessori, o aprire e chiudere il piano.
    Chiudo il piano, allento i bulloni che tengolo il piano d'uscita con il meccanismo di solleamento su bielle, e regolo il parallelismo tra piano uscita e tamburo mediante i 4 grani in foto.
    Procedo utilizzando un regolo rettificato e degli spessori (0.05 mm - 1 mm). Agisco sui grani di regolazione fino a quando, sui entrambi gli estremi DX/SX del piano d'uscita, lo spessore tra regolo
    e tamburo ha un errore massimo di 0.1/0.05 mm. Una volta terminato misuro con comparatore centesimale, e (colpo di culo), l'errore misurato tra DX e SX e' di 0.01 mm.

    20171019_071551.jpg20171019_071651.jpg20171019_071740.jpg


    REGOLAZIONE PIANO INGRESSO
    Consiste nel trovare la complanarita tra piano d'uscita e piano d'ingresso. Un link per chi mastica l' inglese (https://youtu.be/gO746cuRqV4?t=277)
    Tra il regolo ed i 4 vertici del piano d'ingresso, dovra' passare piu o meno lo stesso spessore, prendendo come riferimento il piano d'uscita.
    Dopo 30 minuti di regolazione, neanche tanto considerando che e' un lavoro da fare molto sporadicamente, i 4 vertici del piano d'ingresso erano +/- 0.05 rispetto il piano d'uscita.

    20171020_065233.jpg20171020_070437.jpg


    REGOLAZIONE ALTEZZA PIANO USCITA
    Molto semplicemente occorre regolare l'altezza del piano d'uscita un filo piu basso dei coltelli. Nel mio caso il piano si trova mediamente 0.1 mm piu basso dei coltelli.
    Io ho usato il comparatore centesimale, un modo alternativo e'quello di poggiare un righello sul tamburo, e girarlo a mano fino a quando il coltello aggancia il righello e lo fa avanzare circa 5 mm.
    Tale avanzamento del righello significa che il coltello sporge tra 0.1 e 0.2 mm rispetto al piano d' uscita.

    20171020_072235.jpg20171020_072351.jpg

    REGOLAZIONE DELLA RIGA A BATTUTA
    Regolato con una squadretta perpendicolare al piano d'uscita



    Adesso devo solo costruire le cappe di aspirazione, una fissa sotto il piano d'ingresso per la piallatura a filo, ed un'altra da agganciare al copri-tamburo per la piallatura a spessore.
    Dopo di che!!! Si pialla !!!

  6. #26
    Data registrazione
    23-12-2007
    Residenza
    Scafati (SA)
    EtÓ
    57
    Messaggi
    7,877

    Predefinito

    Che gran lavoro hai fatto, i miei pi¨ sinceri complimenti!
    Ciao
    Pasquale
    Molto spesso Ŕ salutare e distensivo provarci si spera quanto prima riuscirci, grazie a questo forum!

  7. #27
    Data registrazione
    03-01-2012
    Residenza
    Anguillara Sabazia (Roma)
    EtÓ
    35
    Messaggi
    75

    Predefinito

    Semplicemente Fantastica!!! Complimenti davvero

  8. #28
    Data registrazione
    04-03-2016
    Residenza
    Bari
    EtÓ
    64
    Messaggi
    137

    Predefinito

    Ciao, ma Ŕ la stessa pialla? Complimenti davvero, bisogna essere dei temerari per affrontare certe sfide.
    Domenico

  9. #29
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    EtÓ
    62
    Messaggi
    1,751

    Predefinito

    Splendido lavoro.

  10. #30
    Data registrazione
    10-09-2015
    Residenza
    Roma
    EtÓ
    38
    Messaggi
    42

    Predefinito

    grazie mille a tutti voi per gli utilissimi consigli !!!

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •