Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: Portone chiesa

  1. #1
    Data registrazione
    26-07-2017
    Residenza
    roma
    Età
    52
    Messaggi
    7

    Predefinito Portone chiesa

    Sono un novello, ma vorrei ripristinare il portone della parrocchia.
    Vi chiedo lumi sulla sequenza di lavoro.
    Sverniciatore
    Levigatura grana 120
    Impregnante all'acqua colore castagno, 1 o 2 mani?
    Finitura trasparente all'acqua
    , meglio normale o cerata?
    Grazie
    Immagini allegate Immagini allegate

  2. #2
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,751

    Predefinito

    Ciao, vedo che sei anche tu di Roma.
    Per pura curiosità mi diresti dove si trova questa chiesa?
    E venendo a noi direi che la prima cosa da fare è valutare attentamente le condizioni del portone perché sotto il rivestimento inferiore potresti trovare qualche sorpresa.
    Quindi prima di procedere con il lavoro smonta le lamiere e verifica le condizioni del legno sottostante.
    Stabilito che non ci sono problemi vediamo che risultato vuoi ottenere, cioè se hai intenzione di riportare tutto al grezzo, tingere con impregnante e magari rifinire con una o due mani di finitura cerata, anche se oggi esistono prodotti che svolgono la stessa funzione di impregnante e finitura ovviamente su più mani.
    Oppure dimmi tu cosa è nelle tue intenzioni.

  3. #3
    Data registrazione
    26-07-2017
    Residenza
    roma
    Età
    52
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Ciao, la chiesa si trova ad osteria del curato. Io con qualche volontario abbiamo già iniziato a sverniciare e portare a legno.
    Fortunatamente sotto i pannelli non c'è stata sorpresa (vedi ultima foto).
    La mia intenzione è di passare due mani di impregnante e poi due si finitura trasparente, non cerata poiché ho letto che poi non è più sovraverniciabile.
    Vado bene?

  4. #4
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,751

    Predefinito

    Per caso S. Raimondo Nonnato?
    Bene, se non hai trovato " sorprese " penso che il ciclo di lavorazione descritto vada bene.
    Solo, prima di cominciare con l'impregnante, vedi se per caso la carta vetrata da 120 ti ha lasciato
    rigature, soprattutto se hai usato levigatrici orbitali o vecchie rotative.
    Le nuove rotorbitali di solito non hanno questo difetto.

  5. #5
    Data registrazione
    26-07-2017
    Residenza
    roma
    Età
    52
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Ciao, si è San Raimondo :-)
    Grazie per il consiglio sulla carta vetrata.
    Sotto i pannelli non ho trovato sorprese, ma la parte esposta, quella grigia sulla foto è messa male. Vediamo quando ho finito la sverniciatura come si presenta il tutto.

  6. #6
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,751

    Predefinito

    Quell'ingrigimento è normale nel legno rimasto a lungo esposto ad acqua e sole.
    In realtà si tratta di un meccanismo di difesa del legno, una sorta di ossidazione.
    E mi fa pensare che il portone sia in un legno di conifera, pino, larice o forse douglas o pitch-pine.
    Probabilmente una scartavetrata decisa basterà a eliminare il problema.
    Se ti restasse grigio parliamone e vediamo come eliminare la differenza di colore che dopo l'impregnante potrebbe rimanere in evidenza.

  7. #7
    Data registrazione
    26-07-2017
    Residenza
    roma
    Età
    52
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Grazie mille per la spiegazione, ma forse ho un problema un po' più grave. Ho un po' di timore a levigare quel punto, il legno viene via. Sembra come una crosta di legno secco.
    Ci vorrà del consolidate? Oppure vado con levigatura e quel che viene viene e poi stucco?
    Immagini allegate Immagini allegate

  8. #8
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,751

    Predefinito

    Mmmmmm ..... lo definirei un bel cavolo di capolavoro!
    Non è facilissimo fare una " diagnosi " a distanza ma dalla foto sembrerebbe che ci sia un tranciato, ovvero uno strato di legno un po' più spesso della classica impiallacciatura, che si è letteralmente cotto con pioggia e sole e adesso si sta sbriciolando.
    Se si tratta, come sembrerebbe, del portone originale montato dal costruttore della chiesa non è improbabile che sia stato realizzato con legno meno nobile impiallacciato con del tranciato da un paio di mm.
    In questo caso non c'è altra soluzione che eliminare tutta la parte che si sbriciola e sostituirla con un tranciato nuovo.
    Una stuccatura di quelle dimensioni fatta oltretutto su una superficie che si sta sgretolando non è nemmeno proponibile.
    Se dalle tue parti conosci un falegname pregalo di venire a dare un'occhiata.
    Se confermerà la mia impressione dovrai valutare se te la senti di metterci le mani o cercare un'alternativa.

  9. #9
    Data registrazione
    26-07-2017
    Residenza
    roma
    Età
    52
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Grazie, seguirò il tuo consiglio

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •