Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10

Discussione: lame per pialle stanley

  1. #1
    Data registrazione
    26-06-2016
    Residenza
    genova
    Età
    59
    Messaggi
    21

    Predefinito lame per pialle stanley

    Buonasera a tutti, io ho quattro pialle stanley. un pialletto con ferro da 40 mm, una sb4, una bayley con ferro da 50 e una sponderuola con due posizioni di taglio. con pazienza le ho rettificate e messe a posto ed ora funzionano abbastanza bene, per lo meno soddisfano le mie esigenze. tuttavia le lame che montano, della stanley, richiedono di essere affilate veramente di continuo. ora non potendo spendere gran che per comprare degli strumenti più importanti, vorrei sapere se esistono lame utilizzabili per questo tipo di pialle, di qualità superiore rispetto a quelle montate di default.
    grazie a tutti.

  2. #2
    Data registrazione
    18-07-2015
    Residenza
    Lucca
    Età
    52
    Messaggi
    655

    Predefinito

    Si possono certamente trovare, con pazienza, lame equivalenti o anche migliori, sia su siti specializzati che sulla baia. Però le lame vanno comunque affilate spesso, di qualità o no (ed onestamente, a parte la SB4 che non mi piace, le lame Stanley sono a mio avviso molto buone). Domanda: sei certo di stare affilando correttamente le lame attuali?
    Antonello

  3. #3
    Data registrazione
    26-06-2016
    Residenza
    genova
    Età
    59
    Messaggi
    21

    Predefinito

    Intanto grazie per la risposta, poi sul fatto di essere sicuro di affilare le le lame in modo corretto...ma: posso descrivere come procedo e se qualcuno mi può correggere gli sbagli che sicuramente faccio ben venga. dunque di solito prima controllo che le lame siano squadrate, se non lo sono cerco di rettificarle con della carta da 400, altrimenti inizio l'affilatura utilizzando la guida stanley per l'angolatura del bisello, prima su carta da 800, poi da 1200 e quindi da 2000. ho provato anche la carta da seimila seza però ottenere dei sensibili vantaggi. così affilo il lato del bisello. poi quando la sbavatura su lato opposto è un po' più evidente comincio a eseguile la lappatura. eseguo queste procedure due tre volte, quindi alla fine perdo la pazienza e se l'affilatura mi soddisfa mi fermo. non uso le pietre. ecco questo è quanto di solito l'affilatura che ottengo è soddisfacente, almeno per me, ma dura così poco!!!
    grazie a tutti marcus

  4. #4
    Data registrazione
    26-06-2017
    Residenza
    rimini
    Età
    56
    Messaggi
    167

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da marcus.ferretti Visualizza messaggio
    Buonasera a tutti, io ho quattro pialle stanley. un pialletto con ferro da 40 mm, una sb4, una bayley con ferro da 50 e una sponderuola con due posizioni di taglio. con pazienza le ho rettificate e messe a posto ed ora funzionano abbastanza bene, per lo meno soddisfano le mie esigenze. tuttavia le lame che montano, della stanley, richiedono di essere affilate veramente di continuo. ora non potendo spendere gran che per comprare degli strumenti più importanti, vorrei sapere se esistono lame utilizzabili per questo tipo di pialle, di qualità superiore rispetto a quelle montate di default.
    grazie a tutti.
    Guard qui.. https://www.utensiliprofessionali.com/pm-v11-steel.html
    Ciao.

  5. #5
    Data registrazione
    18-07-2015
    Residenza
    Lucca
    Età
    52
    Messaggi
    655

    Predefinito

    Fondamentalmente, non mi paiono operazioni sbagliate, non capisco ripetere la procedura - forse sei troppo esigente?
    Anche io per un discreto periodo ho affilato sia pialle che scalpelli o altro con la carta vetrata, anche se mi fermavo ad 800 perché ... non ne avevo altre!!! Però facevo solo un passaggio, tipo 250, poi 400, infine 800, ad ultimo lappatura sia sul bisello che sotto ma quest ultimo solo proprio all'ultimo prima di rimontare la lama. I risultati erano tra il discreto ed il buono. Poi ho deciso di investire in pietre diamantate e sinceramente siamo passati tra il buono e l'ottimo, almeno questa è la mia esperienza.
    Penso che tu sia molto esigente nell'affilatura, niente di male ma certo ci consumi molto tempo. Io mi sono levato le paranoie da quando ho letto, e ragionandoci mi torna, che affilare a 6000 è splendido, poi alla seconda passata di pialla sei già risceso a 1200; voglio dire che il gioco, a meno che non ci siano operazioni particolari come liuteria, ebanistica speciale o che so io, non vale la candela.
    Personalmente, lavoro finché non mi rendo conto che la lama comincia davvero a perdere prestazione - a quel punto in meno di due minuti ho smontato, affilato, lappato, rimontato la lama e riparto. Le cose vanno bene (per il mio metro di giudizio, sia chiaro) ed il lavoro va avanti, altrimenti c'è effettivamente il rischio di perdere la pazienza e la voglia, come dicevi.
    Gromit62 mi ha appena battuto sul link. Ci aggiungo axminster dove trovi sia ricambi standard per le Stanley sia le Veritas, più care e più spesse (per me non è un bene, ma a diversi piace).
    Antonello

  6. #6
    Data registrazione
    26-06-2017
    Residenza
    rimini
    Età
    56
    Messaggi
    167

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da marcus.ferretti Visualizza messaggio
    Intanto grazie per la risposta, poi sul fatto di essere sicuro di affilare le le lame in modo corretto...ma: posso descrivere come procedo e se qualcuno mi può correggere gli sbagli che sicuramente faccio ben venga. dunque di solito prima controllo che le lame siano squadrate, se non lo sono cerco di rettificarle con della carta da 400, altrimenti inizio l'affilatura utilizzando la guida stanley per l'angolatura del bisello, prima su carta da 800, poi da 1200 e quindi da 2000. ho provato anche la carta da seimila seza però ottenere dei sensibili vantaggi. così affilo il lato del bisello. poi quando la sbavatura su lato opposto è un po' più evidente comincio a eseguile la lappatura. eseguo queste procedure due tre volte, quindi alla fine perdo la pazienza e se l'affilatura mi soddisfa mi fermo. non uso le pietre. ecco questo è quanto di solito l'affilatura che ottengo è soddisfacente, almeno per me, ma dura così poco!!!
    grazie a tutti marcus
    Qui trovi un filmato dove puoi vedere la procedura. Forse ce ne sono di migliori ma qui fa anche vedere come sistemare altre cosette. https://www.youtube.com/watch?v=D2t4TIhJWPg
    Qui in italiano https://www.youtube.com/watch?v=mEyXGS6QLXM&t=770s
    Personalmente uso la tecnica scary sharp con carte 800 /1200 o 1500 / 2000. Il filo mi dura molto se piallo l'abete.. poco se le uso per il wengè. Avere una buona guida come la MK2 aiuta perchè sei certo di dare le giuste angolazioni al bisello e microbisello.
    Mi sembra, da quello che scrivi, che tu fai esattamente come me (tranne che io non ripeto.. lo faccio una sola volta). Forse l'acciaio delle tue lame non è di qualità. Solo un'ipotesi.
    Ultima modifica di gromit62 : 13-03-2018 alle ore 22.57.31

  7. #7
    Data registrazione
    18-07-2015
    Residenza
    Lucca
    Età
    52
    Messaggi
    655

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da gromit62 Visualizza messaggio
    Il filo mi dura molto se piallo l'abete..
    Vero, ma certe volte ci trovi dei nodi che sono tremendi. E paradossalmente, l'abete con una lama poco affilata diventa difficile da lavorare perché strappa maledettamente.
    Antonello

  8. #8
    Data registrazione
    26-06-2017
    Residenza
    rimini
    Età
    56
    Messaggi
    167

    Predefinito

    Non sono un esperto ma credo che anche l'asportazione conti qualcosa. il truciolo che tolgo io è trsparente.. quasi impalpabile. Ovviamente devo passare più volte. Credo che così facendo il filo soffra di meno e la pialla scivola via che è una bellezza.

  9. #9
    Data registrazione
    18-07-2015
    Residenza
    Lucca
    Età
    52
    Messaggi
    655

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da gromit62 Visualizza messaggio
    Non sono un esperto ma credo che anche l'asportazione conti qualcosa. il truciolo che tolgo io è trsparente.. quasi impalpabile. Ovviamente devo passare più volte. Credo che così facendo il filo soffra di meno e la pialla scivola via che è una bellezza.
    Corretto. Fino ad un certo punto si può certamente aumentare la profondità di asportazione senno' ci si fa notte, ma per spessori significativi è molto meglio usare prima una scrub e poi quella da finitura.
    Antonello

  10. #10
    Data registrazione
    26-06-2016
    Residenza
    genova
    Età
    59
    Messaggi
    21

    Predefinito

    il fatto che condividete la mia procedura di affilatura mi solleva il morale....da qui a dire che lo faccio bene o che io pialli in modo corretto beh sicuramente ne passa di acqua.....anch'io se devo asportare delle quantità maggiori prima uso una scrub, per poi usare la pialla. vi ringrazio

    marcus

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •