Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: La taratura delle macchine

  1. #1
    Data registrazione
    09-12-2013
    Residenza
    Milano
    Età
    61
    Messaggi
    35

    Predefinito La taratura delle macchine

    Ciao.

    Vorrei sistemare in modo abbastanza preciso gli strumenti a disposizione, una combinata e una troncatrice.

    Su quest'ultima ho controllato i 90° sia in verticale che in orizzontale, che sembrano perfettamente a posto, ma l'ho fatto con una squadretta fissa alluminio + lama di acciaio, di cui non conosco la precisione.

    Sulla combinata ho potuto verificare che i 90° di taglio in verticale sono abbastanza "veri" (sempre con una squadretta simile), ho corretto i 90° nel senso del taglio, agendo sul carrello (penserò poi alla guida parallela) e la taratura del fermo 90° del goniometro (bruttino...) da montare sul piccolo carro. Devo ancora verificare la complanarità dei due piani, fisso e mobile, della sega, cosa che farò appena avrò un po' di tempo.
    Sulla pialla ho trovato tutto abbastanza preciso, salvo ritoccare un pelo l'altezza del piano di uscitaseguendo consigli visti su un altra discussione; la piallatura viene piuttosto bene a filo, mentre a spessore mi sa che il piano in uscita è un pelo corto, e se non si "riceve" il pezzo tende a inclinarsi e "ruba" qualche decimo sugli ultimi centimetri. Studierò magari una prolunga del piano...

    La toupie non l'ho ancora toccata, men che meno la cavatrice...

    Ora, credo di aver capito tutto quello che c'è da "toccare" (e da NON toccare!...) per le varie operazioni di taratura, ma mi chiedo se vanno bene gli strumenti che uso, cioè le squadrette descritte sopra, oltre a righelli e bolle in alluminio, oppure se non valga la pena di cercare e comprare strumenti di precisione, come ad esempio una squadretta di acciaio di precisione, una riga di precisione non deformabile e, magari, un goniometro digitale (ma temo che quelli economici lascino a desiderare). Questo per sega e troncatrice.
    Per i piani della pialla, e anche per verificare la complanarità di piano scorrevole e fisso della sega, può forse bastare la bolla di alluminio che già uso. O no?...
    Io qualche decina di euro per una buona squadretta di riscontro e, se ce ne sono di decenti a cifre no da paura, un goniometro digitale li spenderei: servono una volta ogni tanto, ma forse possono essere utili per un risultato decente.
    Non è cosa di adesso, ma mi chiedo anche come montare, dopo l'affilatura, i coltelli della pialla in posizione perfetta; in dotazione con la macchina non ho trovato nulla a riguardo, mentre ho sentito parlare di "allineatori magnetici": sono universali? Come funzionano?

    Avete consigli da dare? Dimentico qualcosa di importante?

    Grazie mille!
    Marco

  2. #2
    Data registrazione
    09-12-2013
    Residenza
    Milano
    Età
    61
    Messaggi
    35

    Predefinito

    La squadretta che uso è simile a queste:
    squadra-falegname-mm-200-P-474335-3529643_1.jpg

    Mi immagino che, anche di questo tipo, ce ne siano di più o meno affidabili...

  3. #3
    Data registrazione
    16-12-2012
    Residenza
    roma
    Età
    50
    Messaggi
    325

    Predefinito

    Per la taratura delle macchine per legno non servono strumenti di misura di precisione, basta applicare i vari metodi che puoi trovare in questo forum o in rete che altro non sono che l'applicazione della geometria e della trigonometria.
    Ti posso citare ad es. il metodo dei cinque tagli per la verifica dei tagli a 90° sulla troncatrice e sulla combinata.
    Alla fine con un semplice calibro e una stadia di alluminio si riesce a tarare tutto con ottima precisione.

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •