Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 13

Discussione: consiglio ripiani regolabili per libreria

  1. #1
    Data registrazione
    30-06-2017
    Residenza
    Nerola (Roma)
    Età
    26
    Messaggi
    13

    Predefinito consiglio ripiani regolabili per libreria

    Ciao a tutti, mi hanno commissionato una libreria che dovrà incorniciare una porta, ognuna delle due colonne laterali alla porta misurerà 110 x 228 cm e la parte superiore 300 x 57 cm. Mi è stato chiesto di farla in modo tale da poter posizionare a piacimento i ripiani, (solo nelle colonne visto che la parte superiore la divido solo a metà), vorrei evitare di fare delle file di fori su cui poi inserire dei pioli in acciaio (perdonatemi, non so come scriverlo ma il concetto credo sia chiaro), tipo i mobili di Ikea per intenderci, sia perchè non mi piacciono ma soprattutto perchè non ho un macchinario per farli precisi. Che sistema potrei usare?

  2. #2
    Data registrazione
    13-07-2013
    Residenza
    Alba
    Età
    48
    Messaggi
    492

    Predefinito

    I pioli in acciaio per una libreria li sconsiglierei in ogni caso.
    Per reggere i libri puoi fare delle scalette a denti di sega e listelli trapezi per reggere i piani.

  3. #3
    Data registrazione
    16-05-2017
    Residenza
    Udine
    Età
    41
    Messaggi
    125

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da marcorrr Visualizza messaggio
    Per reggere i libri puoi fare delle scalette a denti di sega e listelli trapezi per reggere i piani.

    Scusa, potresti spiegare meglio sta cosa dei denti di sega e dei trapezi? Interessa anche a me l'argomento, ma non ho ben capito come funziona il sistema.

    Luca

  4. #4
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    63
    Messaggi
    1,942

    Predefinito

    Neanche a me piace vedere una fila di fori anche se rifiniti con le apposite boccole sin cui avvitare o inserire dei reggipiani ottonati o bronzati.
    Così di solito preparo una dima di compensato, con davanti una battuta da appoggiare al bordo del fianco, e segno una fila di forellini centrali e altre due file a circa cinque cm. di distanza sopra e sotto quella centrale.
    Con la squadra traccio una riga che attraversa i fori centrali e poi, dopo aver diviso lo spazio in parti uguali, segno con accuratezza i punti in cui andranno i ripiani.
    Appoggio la dima in modo che il segno dei fori centrali corrisponda ai segni fatti sul fianco e con un piccolo punteruolo ben appuntito segno tutta la serie di fori.
    Una volta lucidato il tutto i segni sono quasi impercettibili ma sufficienti ad indicare con precisione il punto in cui avvitare il reggipiano.
    Solitamente uso quelli rivestiti in plastica rigata che sarebbero più indicati per ripiani di vetro ma che vanno benissimo anche per quelli di legno.
    Poi sul posto scelgo col committente il punto dove avvitare i reggipiani.
    Se un domani avesse necessità di spostarli può farlo da solo semplicemente svitando la vite centrale del reggipiani e posizionandoli nella serie di forellini preparati.
    Alzando e abbassando secondo il bisogno di quei cinque, dieci o quindici cm. si ottiene una varietà di posizioni più che sufficiente.

  5. #5
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Alessandria (AL) da... Licata (AG)
    Età
    61
    Messaggi
    20,650

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Luca. Visualizza messaggio
    Scusa, potresti spiegare meglio sta cosa dei denti di sega e dei trapezi? Interessa anche a me l'argomento, ma non ho ben capito come funziona il sistema.

    Luca
    Quello che ti ha suggerito marcorr è questo: ti allego uno schizzo.

    scaletta 2.jpgscaletta.jpg

    In questo modo li hai regolabili in altezza tramite il dente di sega e la mensola l'appoggi sul trapezio.
    rimanere allievo é il segreto di ogni maestro. J.S.

  6. #6
    Data registrazione
    16-05-2017
    Residenza
    Udine
    Età
    41
    Messaggi
    125

    Predefinito

    Non avevo mai visto questo sistema.
    La domanda è: come viene poi montata quella "scaletta" ai fianchi della libreria? Rimane a vista o viene in qualche modo occultata?

    Luca

    Luca

  7. #7
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    63
    Messaggi
    1,942

    Predefinito

    Rimane a vista.
    Di buono c'è che si possono acquistare già fatti, solo da tagliare a misura.

  8. #8
    Data registrazione
    16-05-2017
    Residenza
    Udine
    Età
    41
    Messaggi
    125

    Predefinito

    Cavoli, geniale! Sembra molto più robusto del sistema a pioli.
    Unico neo, forse è che perdi qualche cm di spazio per via delle "cremagliere".
    Altra domandina: parlando di spessori di qualche cm al massimo, come faccio a garantirmi che quei listelli a trapezio non scivolino accidentalmente fuori sede? Solo col peso dei libri o c'è qualche forma di "battuta" sotto ai ripiani?

    Luca

  9. #9
    Data registrazione
    19-06-2008
    Residenza
    Roma
    Età
    63
    Messaggi
    1,942

    Predefinito

    Una volta che sono in sede non si muovono perché il peso del ripiano e dei libri li tiene bloccati.
    Al limite, se proprio vuoi stare tranquillo, puoi mettere una piccola vite che fermi il ripiano al listello. Ma la ritengo superflua.

  10. #10
    Data registrazione
    13-07-2013
    Residenza
    Alba
    Età
    48
    Messaggi
    492

    Predefinito

    Quello che ha disegnato Toto è esattamente quello che intendevo. Come ha detto giustamente Raoul si trovano in commercio delle scalette già pronte da inserire nella struttura da mobile che devi fare.
    Comunque le scalette sono larghe un paio di Cm, difficilmente si spostano tanto da sganciarsi. (a meno di terremoto ma con quello il pensiero va ad altro)

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •