Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Visualizzazione risultati 11 fino 20 di 20

Discussione: Aspiratore per elettroutensili - Scelta definitiva

  1. #11
    Data registrazione
    28-02-2018
    Residenza
    LT
    Età
    34
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Eccolo!



    nel frattempo ho anche preparato il bidone con il separatore ciclonico, domani provo tutto!

  2. #12
    Data registrazione
    17-12-2007
    Residenza
    Alessandria (AL) da... Licata (AG)
    Età
    61
    Messaggi
    21,005

    Predefinito

    Fanik, ti chiedo una cortesia: allega le immagini col programma del forum, questo perchè a lungo andare gli allegati caricati sul altri server spariscono e le discussioni rimangono incomplete. Grazie.
    rimanere allievo é il segreto di ogni maestro. J.S.

  3. #13
    Data registrazione
    28-02-2018
    Residenza
    LT
    Età
    34
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Toto Visualizza messaggio
    Fanik, ti chiedo una cortesia: allega le immagini col programma del forum, questo perchè a lungo andare gli allegati caricati sul altri server spariscono e le discussioni rimangono incomplete. Grazie.
    ok hai ragione, scusami

    nel weekend ho avuto modo di testare l'aspiratore, con la scusa ho dato una sistemata al laboratorio finalmente!
    devo dire che ha una buona potenza, gli accessori in dotazione (scopa) lo rendono completo; ma veniamo al dunque, l'ho acquistato per essere utilizzato con un separatore ciclonico "tuttofare" per elettroutensili, banco sega e pialla (premetto prima esperienza in assoluto), il risultato potete vederlo nelle foto, funziona alla grande! nel bidone deposita anche le polveri, non solo i trucioli più grandi.
    Avevo letto da qualche parte che togliendo il sacchetto perdeva la classe M, ma in questo modo il sacchetto credo duri parecchio tempo.

    Nella presa ausiliaria ho attaccato una ciabatta dove sono collegati tutti gli utensili, quindi, appena ne accendo uno parte l'aspiratore, una volta spento rimane acceso qualche secondo e poi parte lo scuotitore filtro automatico.

    Problema, Il bidone: ho utilizzato un bidone provvisorio di plastica con chiusura ermetica il quale si è rotto praticamente subito perchè intasandosi il tubo ha fatto il sottovuoto ed ha letteralmente accartocciato il bidone. Ne ho preso un'altro, ora sembra andare bene, ma andrà sostituito con uno più resistente.

    per il momento mi sembra un buon acquisto per il prezzo che l'ho pagato...

    IMG_20190118_183625.jpgIMG_20190119_112834.jpgIMG_20190119_121007.jpg

  4. #14
    Data registrazione
    03-11-2011
    Residenza
    messina
    Età
    53
    Messaggi
    199

    Predefinito

    Il separatore ciclonico dove l'hai preso? io ne ho trovato uno cinese ma non funziona granchè

  5. #15
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    59
    Messaggi
    1,472

    Predefinito

    Ti consiglio di tenere il filtro a cartuccia che si vede in foto, non ho capito se sia il sacchetto di cui parli o meno. Quel filtro protegge il motore dalle polveri sottili che il ciclone non riesce a separare e oltretutto togliendolo verrebbero espulse nell'ambiente di lavoro, non è il massimo. Ogni tanto perderai un po' di potenza, togli la cartuccia e le dai una bella soffiata con aria compressa. Torna nuova.
    Un consiglio che ti darei è di accorciare il lungo tubo nero che collega il ciclone con l'aspiratore, son tutte cause di perdita di carico per gli inevitabili attriti. Ultima cosa, va bene per banco sega e altre macchinette ma per la pialla la vedo dura, ci vuole un aspiratrucioli con tubo almeno da 100, se non vuoi intasare subito tutto
    Maurizio

  6. #16
    Data registrazione
    28-02-2018
    Residenza
    LT
    Età
    34
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da atavilla Visualizza messaggio
    Il separatore ciclonico dove l'hai preso? io ne ho trovato uno cinese ma non funziona granchè
    anche il mio è cinese, su amazon circa 35€

    Citazione Originalmente inviato da giotto59 Visualizza messaggio
    Ti consiglio di tenere il filtro a cartuccia che si vede in foto, non ho capito se sia il sacchetto di cui parli o meno. Quel filtro protegge il motore dalle polveri sottili che il ciclone non riesce a separare e oltretutto togliendolo verrebbero espulse nell'ambiente di lavoro, non è il massimo. Ogni tanto perderai un po' di potenza, togli la cartuccia e le dai una bella soffiata con aria compressa. Torna nuova.
    Un consiglio che ti darei è di accorciare il lungo tubo nero che collega il ciclone con l'aspiratore, son tutte cause di perdita di carico per gli inevitabili attriti. Ultima cosa, va bene per banco sega e altre macchinette ma per la pialla la vedo dura, ci vuole un aspiratrucioli con tubo almeno da 100, se non vuoi intasare subito tutto
    si, il filtro a cartuccia l'ho lasciato ovviamente come anche il sacchetto, il separatore l'ho messo solamente per togliere di mezzo il truciolo grande.
    Grazie per la dritta, accorcerò il tubo che va dall'aspiratore al separatore
    Per il momento il convogliatore che ho fatto per la pialla a spessore va abbastanza bene, unico legno che crea il truciolo gigante è l'acero per il resto non si è mai intasato, vedremo...

    ad oggi non ho trovato ancora un bidone decente che non si accartoccia. Dovrò prenderne uno con la chiusura a cravatta (ermetico).
    Ultima modifica di fanik : 29-01-2019 alle ore 09.10.06

  7. #17
    Data registrazione
    16-05-2017
    Residenza
    Udine
    Età
    41
    Messaggi
    131

    Predefinito

    Mi infilo in coda a questo thread invece di aprirne un altro perchè il tema è lo stesso.

    Mi sto guardando in giro per passare a un aspiratore per elettroutensili decente.
    Ho capito che la certificazione BIA ha a che fare con la "sottigliezza" delle polveri trattenute e che in sequenza, dal più grossolano al più "fino", abbiamo le categorie L, M e H.
    Mi domando quanto siano importanti queste categorie visto che io non levigo 8 ore al giorno, sono un hobbista e in laboratorio ci passo in media una dozzina di ore a settimana (in realtà poi dipende dai progetti, ma in generale credo che la levigatura sia l'unica operazione che genera polveri sottili per cui sarebbe necessario tenere d'occhio la categoria BIA).
    Per questi motivi i parametri che sto attenzionando di più sono la portata e la depressione massima.

    In base al mio budget mi sono soffermato soprattutto su tre macchine (che, per completezza di informazione, poi attaccherei ad un separatore ciclonico):
    - Festool CT 17E
    - Tron Vibrax M
    - Fein DUSTEX 25

    Sapreste farmi un confronto?
    Dalle schede tecniche è difficile farsi un'idea obiettiva ... sembrerebbe che il Fein sia leggermente più potente, ma credo ci siano parecchie altre differenze che intuisco ma non riesco a scorgere con chiarezza.


    Grazie,

    Luca.

  8. #18
    Data registrazione
    02-02-2011
    Residenza
    Portogruaro
    Età
    59
    Messaggi
    1,472

    Predefinito

    Luca, la differenza è fondamentale, le varie classi che hai indicato trattengono via via diametri sempre più fini e ti assicuro che TUTTE le lavorazioni ne producono, chi più chi meno. Avere un M5 o un H9 fa la differenza di respirare o non respirare polveri sottili perché il primo ferma la totalità delle particelle fino a 5 micron, il secondo arriva al micron. È proprio questa frazione che rimane sospesa in aria anche per ore, finendo poi sugli oggetti (dai quali viene poi risollevata) o sui polmoni.
    Certo già un M5 è un enorme salto di qualità rispetto ad esempio, al sacco aspiratrucioli. Una buona cosa è dotarsi di un air cleaner da laboratorio, che metti in funzione e lasci girare anche dopo aver finito. Si può fare con poco e l'efficienza è notevole
    Maurizio

  9. #19
    Data registrazione
    30-05-2010
    Residenza
    firenze
    Età
    58
    Messaggi
    1,055

    Predefinito

    il CT17E Festool non ha omologazione BIA. E'considerata una macchina da pulizia generica e pertanto non utilizzabile a livello professionale. Per le polveri di legno ed altre pericolose viene richiesta una omologazione M , in quanto si considera che sia necessaria una determinata velocità dell'aria di aspirazione per garantire la salvaguardia dell'operatore. Una macchina in classe M nuova ed una classe L (tanto per fare un esempio un CTL26 ed un CTM26 Festool) aspirano nella stessa maniera , quella M però segnalerà l'avvenuta diminuzione della capacità aspirante. Per l'Europa la classe BIA costituisce l'unità di misura , in USA si usa la HEPA , che ha filtri classificati con un numero da 2 a 13 (più alto è maggiore protezione si ha , un filtro 13 equivale alla omologazione BIA H per polveri cancerogene) Probabilmente esiste anche una tabella di comparazione ,ma non la ho sotto mano. Oltre l'aspiratore anche la macchina da aspirare ha la sua importanza , se non è ben concepita non si otterrà molto.... Il Tron è una macchina con scuotitore quindi non la consiglierei proprio per il legno. Se vai su Festool CTL o CTM Midi , altrimenti se ben tenuta Dustex 25 L

  10. #20
    Data registrazione
    03-12-2009
    Residenza
    Livorno
    Età
    51
    Messaggi
    163

    Predefinito

    gianni, consigli l'upgrade al filtro HEPA sul ctl26 ? quando l'ho preso mi era sfuggita questa cosa...

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •