Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 24

Discussione: Motore 220v trifase

  1. #1
    Data registrazione
    15-05-2016
    Residenza
    Augusta - sr
    Età
    41
    Messaggi
    23

    Predefinito Motore 220v trifase

    Salve a tutti, ho potuto verificare che questo argomento é piuttosto dibattuto sul forum. Avrei necessità di modificare l'alimentazione trifase del motore che riporto in foto, in monofase. Tenuto conto che si tratta di sega a nastro Sp600, avrò significative perdite di potenza mettendo due condensatori ? E che tipo di condensatori andrebbe? Mi hanno consigliato piuttosto di sostituire il motore con un monofase. IMG_20200128_144624.jpg

  2. #2
    Data registrazione
    30-05-2010
    Residenza
    firenze
    Età
    59
    Messaggi
    1,163

    Predefinito

    Visto il costo del motore , lo sostituirei. Coi condensatori perdi 1/3 almeno della potenza. Va anche modificato l'impianto elettrico e se la macchina fosse CE , questa va a peripatetiche.

  3. #3
    Data registrazione
    15-05-2016
    Residenza
    Augusta - sr
    Età
    41
    Messaggi
    23

    Predefinito

    Per un motore di quella dimensione ma monofase hanno chiesto 120, più ovviamente i costi di manodopera. Acquistando i condensatori la spesa diminuisce della metà, considerando che le modifiche le può fare un mio amico elettricista. Ho letto in questo forum che la sega nastro non ha bisogno di un elevata potenza come accade per altre macchine utensili. È corretto?IMG-20200122-WA0011.jpg

  4. #4
    Data registrazione
    07-02-2009
    Residenza
    villa di tirano - sondrio
    Età
    29
    Messaggi
    758

    Predefinito

    In parte è vero. Serve molta potenza in partenza per vincere l'inerzia dei volani, poi una volta a regime la potenza richiesta è minima. I condensatori perdi come già detto un terzo di potenza, in più su certe potenze servono più condensatori per l'accensione e poi il condensatore di marcia. Ma qui mi arrendo a chi ne sa di più

  5. #5
    Data registrazione
    21-06-2019
    Residenza
    Piverone
    Età
    32
    Messaggi
    116

    Predefinito

    La conversione di un motore, oppure la sostituzione é fonte di dibattito per svariate ragioni. Gli errori più comuni sono:
    - pensare che ogni motore possa lavorare a 230 V
    - non considerare potenza del motore e tipologia di carico
    - pensare che il costo della conversione sia quello del primo condensatore trovato su ebay
    - non valutare lo stato di salute del motore

    Nel tuo caso il motore può essere alimentato con una tensione pari a 230V. In che stato é il motore? Se devi riprendere i fili in uscita come minimo spendi 30 euro, e spera che avvolgimenti e cuscinetti godano di ottima salute. 30 euro più 60 più modifiche varie, ti sei già pagato il motore nuovo. Anche questa ipotesi non vale per tutti i motori, se il motore ha dimensioni o flangiature speciali auguri a reperirlo.
    Ora passiamo ad un'altro problema, rieaci a fornire sufficiente potenza per spuntare la meccanica? È un motore da quasi 2kw, con un volano un pò massiccio, un rapporto un pò tirato ed un lama un filo rigida, lo spunto non è da sottovalutare.

    La sp600 é una macchina abbastanza importante a livello di dimensioni. Chiederei consiglio ad un venditore/riparatore per capire (a volte l'unica risposta esatta è l'esperienza) se l'utilizzo a 230v sia sensato, se non fanno macchine di grandi dimensioni monofase un motivo c'è.

    Il mio consigli è di capire se la macchina era acquistabile anche in versione monofase, nel caso valuterei un motote nuovo (con due anni di garanzia) e terrei il vecchio. La spesa sarebbe a vista maggiore, ma aumenteresti anche il valore della macchina.

  6. #6
    Data registrazione
    15-05-2016
    Residenza
    Augusta - sr
    Età
    41
    Messaggi
    23

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da nikr87 Visualizza messaggio
    La conversione di un motore, oppure la sostituzione é fonte di dibattito per svariate ragioni. Gli errori più comuni sono:
    - pensare che ogni motore possa lavorare a 230 V
    - non considerare potenza del motore e tipologia di carico
    - pensare che il costo della conversione sia quello del primo condensatore trovato su ebay
    - non valutare lo stato di salute del motore

    Nel tuo caso il motore può essere alimentato con una tensione pari a 230V. In che stato é il motore? Se devi riprendere i fili in uscita come minimo spendi 30 euro, e spera che avvolgimenti e cuscinetti godano di ottima salute. 30 euro più 60 più modifiche varie, ti sei già pagato il motore nuovo. Anche questa ipotesi non vale per tutti i motori, se il motore ha dimensioni o flangiature speciali auguri a reperirlo.
    Ora passiamo ad un'altro problema, rieaci a fornire sufficiente potenza per spuntare la meccanica? È un motore da quasi 2kw, con un volano un pò massiccio, un rapporto un pò tirato ed un lama un filo rigida, lo spunto non è da sottovalutare.

    La sp600 é una macchina abbastanza importante a livello di dimensioni. Chiederei consiglio ad un venditore/riparatore per capire (a volte l'unica risposta esatta è l'esperienza) se l'utilizzo a 230v sia sensato, se non fanno macchine di grandi dimensioni monofase un motivo c'è.

    Il mio consigli è di capire se la macchina era acquistabile anche in versione monofase, nel caso valuterei un motote nuovo (con due anni di garanzia) e terrei il vecchio. La spesa sarebbe a vista maggiore, ma aumenteresti anche il valore della macchina.
    Grazie per le risposte che descrivono lo scenario.
    Provo a fare un poco di chiarezza.
    Abbastanza certo che le componenti interne godano di buona salute date le poche ore di lavoro sopportate, prima di pensare a sostituirlo (con le difficoltà derivanti dalle eventuale specialità del caso), sarei disposto al compromesso di una perdita di potenza pari ad un terzo della complessiva. Infatti non penso di sottoporre la macchina a carichi di lavoro particolarmente gravosi con le mie saltuarie lavorazioni da hobbista.
    Rimane il problema dello spunto indicato anche da daniel490.
    Ebbene ti assicuro che uso tranquillamente una radiale avente questo motore IMG_20200130_084221.jpg , con corrente monofase 230V, attraverso un condensatore montato a questo scopo.

  7. #7
    Data registrazione
    21-06-2019
    Residenza
    Piverone
    Età
    32
    Messaggi
    116

    Predefinito

    Rifacciamo un pò di chiarezza sul punto del carico. Non ti dico che non funzionerà, magari funziona bene, anzi spero benissimo vista la macchina, magari trovarne una in ordine. Vista la domanda estesa alla sostituzione in generale di un motore, era un discorso più ampio ancora, non sottovalutate i carichi in generale. Per esempio, una radiale parte completamente a vuoto, deve far girare un disco relativamente leggero, magari con un rapporto ridicolo; tutto cambia per una nastro con rinvio che funge da moltiplica, volani di grandi dimensioni e nastro.

    Ti faccio un esempio, motore da 1,5kw su mortasatrice a coda di rondine, deve far girare una fresetta a vuoto. Già dubbiosi montiamo il condesatore, risultato previsto, fatica a spuntare a banco. In testa sembrava avere un riduttore, invece era un moltiplicatore. Morale il motore a vuoto sarebbe riuscito a spuntare, con il moltiplicatore no (prendendo in considreazione la linea di un abitazione). Punto importante, non sottovalutiamo i carichi. Non mettiamoci a fare calcoli su carichi, spunti, ecc...., ma cerchiamo di capire il perchè alcune macchine si possano utilizzare a 230 ed altre sia alramente sconsigliato

  8. #8
    Data registrazione
    19-08-2010
    Residenza
    osimo
    Età
    41
    Messaggi
    2,141

    Predefinito

    Secondo il mio parere o motore nuovo oppure inverter
    Visita il mio canale YouTube ES

    Emanuele

  9. #9
    Data registrazione
    22-01-2017
    Residenza
    Jesi - AN
    Età
    49
    Messaggi
    101

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da semanu Visualizza messaggio
    Secondo il mio parere o motore nuovo oppure inverter
    e quando lo dice Manu.....io mi fido!!!
    "Chi nasce tondo non muore quadrato"

  10. #10
    Data registrazione
    15-05-2016
    Residenza
    Augusta - sr
    Età
    41
    Messaggi
    23

    Predefinito

    Perché un inverter potrebbe essere una soluzione, come si comporterebbe in fase di spunto? Bisognerà intervenire sull'impianto elettrico della macchina? Quali spese comporta?

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •