Pagina 2 di 5 PrimoPrimo 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 11 fino 20 di 42

Discussione: La "nuova" arrivata ovvero come passare le lunghe sere d'inverno.

  1. #11
    Data registrazione
    31-12-2008
    Residenza
    Firenze - FI
    Età
    57
    Messaggi
    385

    Predefinito

    In tutte altre faccende affaccendato, sono riuscito finalmente a trasportare quello che mancava.
    Per il momento, dopo una bella soffiata con aria compressa, mi sono limitato ad inondare tutto con litri di antitarlo (insistendo soprattutto sugli interni e sulle parti non verniciate).
    Ho cominciato a chiudere qualche buco di tarlo con stick di cera e pistola termica (a bassa temperatura!). Nelle cornici intagliate ci sara' da "ingrullirci" un bel po'.

    Ho preparato il fondo per il piallaccio del piano del primo comodino e vedro' che effetto fara'. Per ora ho fatto qualche prova con colla forte, pentolino e ferro da stiro con risultati non troppo deludenti

    Sono ancora un po' perplesso sulla opportunita' di passare tutto allo sverniciatore ma ci sono parti come le ante dell'armadio in cui la gommalacca si e' cristallizzata facendo l'effetto "fine della stagione delle piogge sulle argille di Africa". Non sono riuscito bene a documentare con la foto ma spero che qualcuno esperto abbia capito a cosa mi riferisco.
    Pensate che sia possibile recuperare la superficie (con alcool o alocool/gommalacca o altro...) senza dover per forza rimuovere tutta la vecchia verniciatura? (Non mi dispiacerebbe mantenere un po' di patina di vecchio).

    Ho notato che le modanature sottili dovevano essere quasi nere e hanno perso gran parte del colore, ho fatto una piccola prova con del bitume liquido (bitumen varnish che avevo preso a Firenze da Zecchi). Puo' essere corretto?

    La rete mi fara' impazzire piu' del previsto essendo una misura molto bastarda. Entro le sponde ho 156x187, forse dovrei fare due prolunghette alla sponde per farci entrare una rete da 190

    PS: x barone rosso sono sprovvisto di paggetto (ormai troppo cresciuto), in compenso sono abituato alle visite notturne della damigella di 7 anni
    Immagini allegate Immagini allegate

  2. #12
    Data registrazione
    18-02-2009
    Residenza
    PINEROLO (TO)
    Età
    48
    Messaggi
    1,114

    Predefinito

    capisco.....ne ho una di 5
    Non esistono uomini cattivi se sono cucinati bene. Stefano. BENNI

  3. #13
    Data registrazione
    19-11-2009
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    121

    Predefinito

    il recupero in patina è possibile.... però se l'attacco dei tarli è massiccio, allora per far penetrare veramente in profondità l'antitarlo dovresti sverniciare
    però facciamo finta che il tarlo è debellato....
    prima cosa se ci sono zone di legno senza gommalacca, prepara una gommalacca "grassa" (200gr. in 1 lt. di alcool) e la passi sulle zone interessate, questo per ridare al legno la protezione necessaria per non essere poi macchiato dall'olio. una volta asciutto dai una bella spaiettata.
    prepara un "polish" (2 parti di olio paglierino, 2 parti di trementina e 1 parte di alcool) e con un tampone appena bagnato cominci a passarlo sul mobile, vedrai che l'alcool scioglie un pò la vecchia gommalacca, la trementina ti porta via lo sporco e l'olio non ti fa strappare! cambia spesso l'involucro esterno del tampone perchè vedrai che subito diventerà sporco. quando la superficie tornerà ad essere pulita e brillante vai avanti solo con gommalacca più diluita per eliminare l'olio come si fa normalmente, anche se questo mobile non dovrà essere troppo lucido. alla fine un bel encausto e tutto sarà perfetto. negli intagli usa un pennellino.in questo modo vedrai che non sarà necessario sverniciare tutto! fammi sapere max
    p.s.: non abbondare con il polish, il tampone appena bagnato!

  4. #14
    Data registrazione
    31-12-2008
    Residenza
    Firenze - FI
    Età
    57
    Messaggi
    385

    Predefinito

    Grazie max! (non so far niente, ma sono caparbio)
    è bello poter contare su un esperto, mi sono stampato il messaggio.

  5. #15
    Data registrazione
    31-12-2008
    Residenza
    Firenze - FI
    Età
    57
    Messaggi
    385

    Predefinito

    Ho trovato tante altre cose da dover fare nelle lunghe sere d'inverno, purtroppo lontano dalla casa dove ho la camera... e il lavoro procede a rilento
    Il polish funziona bene, l'ho provato sul piano del cassettone e su un'anta dell'armadio.
    Intanto ho avuto un fuori programma perche' il letto e' troppo corto e la rete non ci va.
    So di far inorridire i puristi del restauro ma non ho nessuna voglia di lanciarmi in reti e materassi su misura, quindi avrei pensato ad una soluzione di questo tipo.
    La prolunga non dovrebbe essere troppo in vista.
    Immagini allegate Immagini allegate

  6. #16
    Data registrazione
    18-02-2009
    Residenza
    PINEROLO (TO)
    Età
    48
    Messaggi
    1,114

    Predefinito

    Fare tipo SAW e segarsi le caviglie (scherso ovviamente complimenti per il lavoro!!)
    Non esistono uomini cattivi se sono cucinati bene. Stefano. BENNI

  7. #17
    Data registrazione
    13-01-2008
    Residenza
    Trieste
    Età
    68
    Messaggi
    686

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da bLink82 Visualizza messaggio
    Ho messo un particolare dell'incastro nella cassettiera interna dove si vede anche un bollo presente in tutti i pezzi "Comune di Firenze - Imposte sui consumi" (Boh?)
    Da quello che mi ricordo ogni comune aveva una "cinta daziaria" costituita da una specie di caselli posti sulle varie strade. Così a naso direi per "importare" merci nel Comune bisognava pagare una tassa, che, se non sbaglio, si chiamava IGE (Imposta Generale sulle Entrate http://it.wikipedia.org/wiki/Imposta..._sulle_entrate)
    Ultima modifica di Alex : 12-01-2010 alle ore 15.56.53

  8. #18
    Data registrazione
    31-12-2008
    Residenza
    Firenze - FI
    Età
    57
    Messaggi
    385

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Dm Visualizza messaggio
    Da quello che mi ricordo ogni comune aveva una "cinta daziaria" costituita da una specie di caselli posti sulle varie strade. Così a naso direi per "importare" merci nel Comune bisognava pagare una tassa, che, se non sbaglio, si chiamava IGE (Imposta Generale sulle Entrate http://it.wikipedia.org/wiki/Imposta..._sulle_entrate)
    Hai ragione ogni tempo ha avuto i suoi balzelli. Da quanti siete, cosa portate... un fiorino al giorno d'oggi. Pero' mi ha sorpreso vedere che ogni singolo pezzo e' stato bollato con quel timbro. Tra parentesi citando a memoria mi ero sbagliato e la dicitura esatta e' "Comune di Firenze - Imposte di Consumo"...

    Nel fine settimana sono riuscito a fare qualche piccolo lavoretto:
    1) Ho fatto un'ulteriore giro di antitarlo a pennello su tutte le superfici interne ed esterne insistendo bene con la siringa in tutti i fori e sigillandoli poi con stick di cera. Ho tempo a disposizione per tenere questa camera in cantiere e se posso evitare di sverniciare tutto preferirei tentare un restauro conservativo... staremo a vedere.
    2) Il letto e' stato allungato per ospitare le reti correnti di 190x 160 (la rete probabilmente la alzero' un po').
    Le prolunghe sono fatte con degli scarti di noce anche se le traverse erano in legno meno nobile impiallacciato, ma ho in mente di lasciare che l'intervento si veda. La sola difficolta' con i miei mezzi e' stato realizzare il profilo della cornice da 5 cm. Che ho segnato e inciso con delle passate sulla circolare affondando piu' o meno.
    Forse ci faro' gli intagli o forse no (non voglio fare un falso e voglio che si veda) ad ogni modo va ancora rifinito.
    Ho fatto altro ma visto che non so come inserire le foto a meta' del testo (o forse lo possono fare solo gli amministratori?) per ora queste foto:
    Immagini allegate Immagini allegate

  9. #19
    Data registrazione
    31-12-2008
    Residenza
    Firenze - FI
    Età
    57
    Messaggi
    385

    Predefinito

    3) Rifacimento del piallaccio distrutto sul piano del comodino (era la prima esperienza, siate comprensivi, ma se ho fatto disastri lo ributto giu' e lo faccio fare )
    4) Prova parziale di pulizia del piano del cassettone con il polish di trementina alcool e olio paglierino suggerito da Massimo (grazie!).
    Per ora basta... sono a Firenze e ho l'influenza
    Immagini allegate Immagini allegate

  10. #20
    Data registrazione
    19-12-2007
    Residenza
    Roma
    Età
    64
    Messaggi
    13,040

    Predefinito

    Complimenti per come procedono i lavori!
    Auguri per l'influenza, io sono due volte che ci passo!
    Per le foto possono farlo tutti, leggi qui è semplicissimo Sequenza foto con commento

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •