annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

il primo violino di Michele

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • michelegeppe
    ha risposto
    Le fasce verranno piegate a caldo,con uno strumento chiamato piegafasce,in commercio ne esistono tanti,ma non economici,la scelta cadde su un saldatore per lo stagno,a cui aggiunsi un cilindro di ferro da 40 mm di diametro.Ci mette un po' a scaldare,ma le fasce vengono ben piegate....
    Per evitare di rompere le fasce,ho usato una lamina di alluminio ,ricavata dal contenitore delle palline da tennis..Questa lamina ,di spessore 2/10 mm ,si appoggia dietro la fascia che a sua volta appoggia sul piegafasce,riscaldano e rimanendo nella forma prestabilita.


    Uploaded with ImageShack.us


    Uploaded with ImageShack.us

    Lascia un commento:


  • elio69
    ha risposto
    Michele non posso fare altro che rimanere meravigliato e incuriosito, continuo a fare il guardone... e apprezzando passo passo tutto quello che stai facendo.
    Mi pare di vedere che l'inizio non è affatto niente male!!! stai andando forte bravoooo..

    Lascia un commento:


  • michelegeppe
    ha risposto
    Grazie Elio,allora continuo con piacere a descrivere la mia esperienza....
    La forma era quasi pronta,la prima cosa da fare era quella di rasare le fasce fino ad una misura di 1,15 mm,la rasatura richiese pazienza e tempo,partendo da uno spessore di 2mm,utilizzando le lame del taglierino,non si finiva mai.....


    Uploaded with ImageShack.us
    Nel frattempo per appagare le mie ispirazioni,creai 2 pipe,una in radica ed una in ulivo
    Pronte le fasce,non rimaneva che preparare gli zocchetti di abete da incollare alla forma.
    Gli zocchetti sono 6, 4 vanno incollati alle punte ,uno alla parte superiore della forma,ovvero dove andra' incollato il manico,e l'altro nella parte inferiore dove andra' messo il bottone che reggera' la cordiera.
    Le misure le presi,sia dal retro del poster che sui vari quaderni di liuteria , libri indispensabili per chi ,sprovveduto come me,ha avuto l'intento di costruire un violino.



    Uploaded with ImageShack.us

    Uploaded with ImageShack.us

    Lascia un commento:


  • elio69
    ha risposto
    Ciao michele,
    complimenti per l'inizio dell'impresa e anche se non è il mio campo in strumenti musicali mi farebbe molto piacere seguire e comprendere la procedura.
    Grazie e buon lavoro.
    Elio

    Lascia un commento:


  • michelegeppe
    ha iniziato la discussione il primo violino di Michele

    il primo violino di Michele

    Ciao a tutti,amici del forum,volevo condividere con voi la bellissima esperienza che sto vivendo,ovvero la costruzione del mio primo violino.Realizzare oggetti di legno mi ha dato grandi soddisfazioni,ma volevo realizzare qualcosa di piu' arduo ,far suonare e dar vita ad un pezzo di legno,uno strumento nobile come il violino.
    La prima cosa che feci fu ricercare libri e testi di liuteria,forum che parlassero della costruzione del violino e cosi' mi documentai tanto che un bel giorno decisi di ordinare il legno adatto alla costruzione del mio violino.
    La scelta cadde,su un bel fondo unico in acero marezzato dei balcani,la tavola in abete rosso della Val di fiemme e il manico anch'esso in acero marezzato.
    Il legno era bellissimo,ma per fare un violino ci vuole un modello,ricavai la forma del mio violino,dal poster del violino modello Viotti di Antonio Stradivari del 1709.
    La costruzione del violino, secondo il metodo cremonese, prevede l'uso della forma interna,sulla quale verranno piegate le fasce sottili all'incirca 1 mm.
    Per la forma,utilizzai del compensato,resistente e di facile reperibilita'.


    Uploaded with ImageShack.us


    Uploaded with ImageShack.us
Sto operando...
X